• Latino
  • antigono e il soldato malato aiutoooooo

    closed post
flavia220590
flavia220590 - Sapiens - 370 Punti
Rispondi Cita Salva
alla presenza di catone il vecchio, alcuni lodavano vivamente un soldato il quale, senza che fosse necessario, si buttava sempre per primo in mezzo ai nemici, combattendo audacissimamente. tuttavia catone, ascoltate quelle parole di lode, disse che spesso la temerità non è una virtù e che si debbono apprezzare quelli che anche in battaglia tengono in conto la vita. e disse bene. il re antigono, venuto a sapere che un suo giovane soldato, coraggiosissimo nei combattimenti, se ne stava poi sempre solo, malinconico e scontroso, perchè era gravemente ammalato, ordinò ai medici di non tralasciare nulla per aiutarlo. così il giovane fu guarito. ma da allora non si mostrò più amante dei pericoli e impetuoso nelle lotte e adantigono che, meravigliandosi del cambiamento, gliene chiedeva la ragione, disse:" del mio cambiamento la causa sei tu,che, liberandomi dei mali che mi spingevano a disprezzare la vita, mi hai reso meno ardimentoso.

ciao raga mi potreste tradurre questa versione in latino entro le 18,00 di stasera
grazie mille in anticipo
Run
Rispondi Cita Salva
Ho fatto i primi 2 periodi:hi :

Coram Catone senex, aliqui alacriter lodabant militem qui, quin opus esset, sempre primus currebat inter hostes, pugnans strenue. Tamen Cato, audita verba laudis, dixit ut saepe animus virtus non esset et debent observare qui etiam in pugna putant vitam. Et dixit iustus. Rex Antigunus...
flavia220590
flavia220590 - Sapiens - 370 Punti
Rispondi Cita Salva
grz mille run....
Run
Rispondi Cita Salva
doma ti faccio il resto se riesco :zomp
flavia220590
flavia220590 - Sapiens - 370 Punti
Rispondi Cita Salva
grz mille.....notte:hi:thx
Run
Rispondi Cita Salva
Ecco l'altra parte :hi (mi raccomando controllala):

cognitus ut eius iuvenis miles, audacissimus in pugnis, postea semper solus erat, maestus et improbus, quia graviter aeger erat, iussit medicis nihil neglegere ut iuvent eum. Ita iuvenis sanatus est, sed tunc non plus amans periculi erat et animosus in pugnis et Antigono, deprehensus mutationi, qui quaerebat causam, dixit:" causa mei mutationis tu es, qui, liberans me a malis quod adducebant me ut vitam contemneret, fecisti me minus improbus.
SuperGaara
SuperGaara - Mito - 120308 Punti
Rispondi Cita Salva
Grande run!!!

Chiudo :hi
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Registrati via email