davidominus
davidominus - Sapiens Sapiens - 844 Punti
Rispondi Cita Salva
Titolo: La salvezza può arrivare anche dai più deboli
Autore: Fedro

Dum leo in silva dormit, mures rustici ludebant. Unus eorum non voluntate leonem offendit et eum e somno expergefecit. Leo furens celeri pede miserum murem apprehendit. Is pavidus sic rogabat: <<Veniam, leo, da mihi, quaeso, quia non voluntate feci>>. Leo apud se cogitavit: <<Musculum innocentem occidere, non gloria sed crimen est>>. Sic ei ignovit et dimisit. Paulo post leo in foveam cecidit et rugire incepit. Mus, ut audivit, cucurrit. Postquam eum agnovit et in sumno discrimine vidit, exclamavit: <<Non sum immemor beneficii tui>>. Tunc ligaturas lustrare incepit, nervos secare et la queos laxare. Sic humilis mus leonem liberum silvis restituit.
Alef93
Alef93 - Genius - 9694 Punti
Rispondi Cita Salva
Ho trovato questa, ma è un pò diverso il testo:
Dum leo in silva dormit,quidam musculi petulantes circa eum ludebant.Cum unus ex eis imprudenter ad leonem adiisset atque in eius caput saliisset,leo e somno excitatus musculum unguibus arripuit et iam eum voraturus erat,cum misera bestiola,flebiliter gemens,leonem imploravit:<<Domine,ne me voraveris!Ego a te veniam peto et propter clementiam tuam semper tibi gratus ero!>>.
Risit leo et respondit:<<Stulte,tam parvus et debilis es ut nihil facere valeas,
attamen tibi parcam.Abi neque molestiam mihi iam attuleris!>>.Post paucos dies evenit ut leo,qui per silvam ut praedam quaereret incaute ambulabat,in venatorum laqueis incideret:frustra se liberare temptans,tantum rugiebat ut musculus,leonis voce audita ,propte accurrerit auxilium ei laturus;nam acutis dentibus laqueos rosit comminuitque donec leo liber fuit.Itaque fortis leo a debili mus**** servatus iustum misericordiae suae praemium accepit.
____________________________________________________

Mentre un leone dormiva nel bosco, alcuni topolini insolenti giocavano attorno a lui. Uno di loro imprudentemente si avvicinò al leone e balzò sulla sua testa,recandogli fastidio.Il leone destato dal sonno subito afferrò con le unghia il topolino ed era già sul punto di divorarlo,quando la povera bestiola,gemendo flebilmente,implorò il leone:"Signore, non divorarmi ! Io ti chiedo la grazia e ti sarò sempre grato per la tua clemenza! Il leone rise e rispose: O stupido, sei tanto piccolo e debole che non vali a fare niente quindi ti risparmierò. Vattene e non darmi più fastidio. Dopo pochi giorni il leone,che vagava incautamente per il bosco per cercare una preda,cadde in trappole di cacciatori;tentando di liberarsi,ruggiva così tanto che il topolino,sentita da lontano la voce del leone,subito accorse per portargli aiuto.Infatti giunse alle trappole e con gli aguzzi denti le rosicchiò e le ruppe finchè il leone fu libero.Pertanto il forte leone salvato da un debole topolino ricevette la giusta ricompensa della sua compassione
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Marcello G.

Marcello G. Blogger 2178 Punti

VIP
Registrati via email