• Latino
  • Aiutatemi per favore!!x domani urgentissimo rischio debito!!!!

    closed post
Nade
Nade - Erectus - 50 Punti
Rispondi Cita Salva
salve a tutti!
è la prima volta che scrivo in qst 4um e spero davvero che potrete aiutarmi!!!
per domani ho una versione di latino e rischio il debito se non ce l'ho!!!
vi prego aiutatemiiiiiiiii!!!

la versione è: "UNA GRAVE IMPRUDENZA DI ALESSANDRO" di Giustino.

Alexander, cum ad amnem Acesinem perrexisset, in Ambros et Sigambros navigavit. Quae gentes eum excipiunt octoginta milibus peditum et saxaginta milibus equitum. Cum proelio victor esset, exercitum ad urbem eorum duxit.
Quam cum de muro a defensoribus desertam animadvertisset, in urbis planitem sine ullo satellite desiliit. Itaque cum eum hostes solum conspexissent, magno clamore undique in eum concurrunt. Cum solus diu agmen sustinuisset, tandem amici, qui regis periculum cognoverant, ad eum desiliunt: proeliumque diu anceps fiut, donec omnis exercitus in auxilium venit.
In eo proelio sagitta eius pectus traiecit, cuius vulneris curatio fuit ipso vulnere gravior.


VI PREGO VI PREGO VI PREGO AIUTATEMIIII!!!!! é.è
principexalexandra
principexalexandra - Genius - 4342 Punti
Rispondi Cita Salva
purtroppo non sono riuscita a trovare niente..mi dispiace..
Nade
Nade - Erectus - 50 Punti
Rispondi Cita Salva
cavoli! grazie lo stesso, spero che qualcuno riesca ad aiutarmi ç_ç
pukketta
pukketta - Mito - 72506 Punti
Rispondi Cita Salva
mi dispiace..non è nemmeno d'autore.....:dontgetit
aleio1
aleio1 - Mito - 18949 Punti
Rispondi Cita Salva
Alessandro, dopo essere giunto al fiume Arcesine, di diresse verso gli Ambri ed i Sigambri. Tali popolazioni lo accolsero con ottantamila fanti e sessantamila cavalieri. Dopo aver vinto la battaglia, condusse l'esercito verso il loro villaggio. Avendola vista dal muro priva di guardie, scese verso la pianura della città senza alcun seguito. E così, poichè i nemici lo videro da solo, lo assalirono da ogni parte con gran clamore. Dopo aver sostenuto a lungo la battaglia da solo, finalmente i compagni, cha avevano visto le difficoltà del re, accorsero verso di lui: lo scontro fu a lungo incerto, finche non venne in aiuto il resto dell'esercito. In quella battaglia, una freccia trafisse il suo petto.....

le ultime sette parole non le ho fatte..mi disp!
Nade
Nade - Erectus - 50 Punti
Rispondi Cita Salva
aleio1 : Alessandro, dopo essere giunto al fiume Arcesine, di diresse verso gli Ambri ed i Sigambri. Tali popolazioni lo accolsero con ottantamila fanti e sessantamila cavalieri. Dopo aver vinto la battaglia, condusse l'esercito verso il loro villaggio. Avendola vista dal muro priva di guardie, scese verso la pianura della città senza alcun seguito. E così, poichè i nemici lo videro da solo, lo assalirono da ogni parte con gran clamore. Dopo aver sostenuto a lungo la battaglia da solo, finalmente i compagni, cha avevano visto le difficoltà del re, accorsero verso di lui: lo scontro fu a lungo incerto, finche non venne in aiuto il resto dell'esercito. In quella battaglia, una freccia trafisse il suo petto.....

le ultime sette parole non le ho fatte..mi disp!
grazie milleeeee!!!!!! sei un tesoro ^^
SuperGaara
SuperGaara - Mito - 120308 Punti
Rispondi Cita Salva
Eccoti la traduzione completa del testo ;):

Alexander, cum ad amnem Acesinem perrexisset, in Ambros et Sigambros navigavit. Quae gentes eum excipiunt octoginta milibus peditum et saxaginta milibus equitum. Cum proelio victor esset, exercitum ad urbem eorum duxit.
Quam cum de muro a defensoribus desertam animadvertisset, in urbis planitem sine ullo satellite desiliit. Itaque cum eum hostes solum conspexissent, magno clamore undique in eum concurrunt. Cum solus diu agmen sustinuisset, tandem amici, qui regis periculum cognoverant, ad eum desiliunt: proeliumque diu anceps fiut, donec omnis exercitus in auxilium venit.
In eo proelio sagitta eius pectus traiecit, cuius vulneris curatio fuit ipso vulnere gravior

Alessandro, dopo essere giunto al fiume Arcesine, navigò verso le terre degli Ambri e dei Sigambri. Queste popolazioni lo accolsero con ottanta mila fanti e sessantamila cavalieri. Dopo aver vinto la battaglia, condusse l'esercito alla loro città. Avendola vista dal muro priva di guardie, scese verso la pianura della città senza alcun compagno. E così, poichè i nemici lo videro da solo, lo assalirono da ogni parte con gran clamore. Dopo aver sostenuto a lungo la battaglia da solo, finalmente accorsero verso di lui i compagni, cha avevano visto le difficoltà del re: lo scontro fu a lungo incerto, finchè non venne in aiuto tutto l'esercito. In quella battaglia una freccia lo trafisse al petto, per il quale fu più nociva la cura della ferita che non la ferita stessa.
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 281 Punti

Comm. Leader
Registrati via email