seiya
seiya - Habilis - 272 Punti
Rispondi Cita Salva
CHI PUO' AIUTARMI? QUALCUNO SA DOVE POSSO TROVARE UN ANALISI DI LETTERATURA VOCALI GRAZIE.
brezzamarina88
brezzamarina88 - Genius - 9889 Punti
Rispondi Cita Salva
a e i o u:lol
seiya
seiya - Habilis - 272 Punti
Rispondi Cita Salva
ottimo aiuto!c'è altro?
lilla69
lilla69 - Sapiens Sapiens - 1470 Punti
Rispondi Cita Salva
In fonetica, una vocale è un fono che ha come realizzazione prevalente un vocoide. La parola vocale deriva dal latino vocalis, che significa "emettente voce" o "parlante". Dal punto di vista articolatorio, una vocale è un suono prodotto mediante la vibrazione delle corde vocali e senza frapporre ulteriori ostacoli al flusso dell'aria così fatto risonare. La diverse vocali si ottengono modificando il risuonatore, e quindi con una maggiore o minore apertura della bocca, con o senza protrusione delle labbra, con o senza passaggio dell'aria dalle fosse nasali, e con la lingua posta più o meno in avanti nella cavità orale.
A seconda delle loro caratteristiche, le vocali possono essere:

* orali (per esempio le vocali dell'italiano) o nasali (per esempio [ã] nella pronuncia milanese o francese di Milan), a seconda che il velo palatino sia alzato o abbassato, impedendo o permettendo il passaggio dell'aria dalle fosse nasali;
* anteriori (per esempio o [e]), centrali (per esempio [a]) o posteriori (per esempio o [o]), a seconda della posizione della lingua;
* aperte (o "basse";) o chiuse (o "alte";), a seconda della posizione della mandibola: quando essa è bassa la bocca è più aperta, quando è alta la bocca è più chiusa. È possibile osservare diversi gradi di apertura delle vocali: alcune lingue (ad esempio l'arabo) distinguono solo due gradi: vocale aperta /a/, vocali chiuse /i/ e /u/; l'italiano standard ha 4 gradi di apertura: vocale aperta (o bassa) /a/, vocali semiaperte (medio-basse) /ɛ/ e /ɔ/ (e ed o "aperte";), vocali semichiuse (medio-alte) /e/ e /o/, vocali chiuse /i/ e /u/ (il sardo ha un grado di apertura in meno, essendo privo delle vocali e ed o "aperte", per questo la sua pronuncia appare "cupa" agli italofoni);
* arrotondate (o "procheile";) o non arrotondate ("aprocheile";), a seconda che nell'articolazione intervenga o meno un arrotondamento delle labbra. In italiano sono arrotondate le vocali posteriori (o, ɔ e u) mentre non lo sono le altre. Vi sono lingue in cui una vocale anteriore può essere arrotondata (per esempio [y] nella pronuncia lombarda o francese di mur [my:r]), oppure una vocale posteriore può non essere arrotondata (per esempio l'inglese [ʌ] nella parola cup [kʌp]);
* brevi o lunghe, a seconda della durata. In alcune lingue la lunghezza vocalica può avere valore distintivo. Per esempio in milanese la lunghezza vocalica distingue spesso l'infinito dei verbi dal participio passato: andà "andare" / andaa "andato".

Le vocali sono suoni prodotti senza occlusioni al flusso d'aria. Le vocali posso essere schematizzate nel triangolo vocalico, dove si ha come base la A che è la vocale più aperta mentre ai lati abbiamo la I e la U che sono le vocali più chiuse. Sul percorso dalla A alla I abbiamo la E aperta e la E chiusa, mentre sul percorso dalla A alla U troviamo la O aperta e infine la O chiusa. La stessa cosa accade nel trapezio vocalico solo che alla base abbiamo due vocali: la A aperta e la A chiusa.
Normalmente le vocali formano il picco o nucleo di una sillaba, mentre le consonanti ne formano l'attacco e la coda. In alcune lingue, però, anche suoni che di norma non sono classificati come vocali possono formare il nucleo di una sillaba, come il fono [m] nella parola inglese prism ("prisma";), o il fono [r] nella parola ceca vrba ("salice";). Queste particolari "consonanti vocaliche" si chiamano contoidi intensi. Di solito tutti i segmenti che formano il nucleo di una sillaba sono chiamati "vocali", e chiaramente secondo questo criterio foni come quelli citati sopra sarebbero, almeno fonologicamente, vocali. Si noti comunque che i soli foni che possono formare il nucleo di una sillaba sono i vocoidi e i contoidi sonoranti.
SuperGaara
SuperGaara - Mito - 120308 Punti
Rispondi Cita Salva
seiya: CHI PUO' AIUTARMI? QUALCUNO SA DOVE POSSO TROVARE UN ANALISI DI LETTERATURA VOCALI GRAZIE.

Non capisco cosa ti serve...:con


Comunque non scrivere in stampatello maiuscolo: nel linguaggio virtuale di internet equivale ad urlare!!!
AndreaBull
AndreaBull - Sapiens - 440 Punti
Rispondi Cita Salva
Neanche io ho capito che intende. Ma penso che la risposta di lilla69 da quello che ho capito è più che sufficiente.
seiya
seiya - Habilis - 272 Punti
Rispondi Cita Salva
analisi testo di arthur Rimbaud, vocali!. cosi si chiama grazie.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Registrati via email