flow.carlo@hotmail.it
flow.carlo@hotmail.it - Ominide - 11 Punti
Salva
Qualcuno riesce a trovarmi la parafrasi di questo sonetto di Guido Guinizzelli? Ecco il testo: Sì sono angostioso e pien di doglia e di molti sospiri e di rancura, che non posso saver quel che mi voglia e qual poss’esser mai la mia ventura. Disnaturato son come la foglia quand’è caduta de la sua verdura, e tanto più che m’è secca la scoglia e la radice de la sua natura: sì ch’eo non credo mai poter gioire,né convertir – la mia disconfortanza in allegranza – di nessun conforto; soletto come tortula voi’ gire, solo partir – mia vita in disperanza, per arroganza – di così gran torto.
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 248 Punti

Comm. Leader
strategeek

strategeek Geek 72 Punti

VIP
Registrati via email