• Italiano
  • Tubercolosi,Cancro,Fascismo-Umberto Saba

    closed post best answer
ShesTheOne
ShesTheOne - Erectus - 61 Punti
Salva
Salve a tutti,avrei bisogno di un altro aiuto sempre con un brano di Umberto Saba ovvero:Tubercolosi,Cancro,Fascismo..
TESTO:
Ogni epoca ha la sua malattia, alla quale risponde un'altra (ma probabilmente è la stessa) nel campo morale. L'Ottocento ebbe la tubercolosi e gli sdilinquimenti sentimentali; il Novecento ha il cancro e il fascismo. Tutto il processo del fascismo – manifestarsi della sua vera natura quando è già tardi per un efficace intervento
chirurgico; sua impossibilità di morire se non assieme alla vittima alla quale si è abbarbicato; tendenza a riprodursi in luoghi lontani dalla sua prima sede; disperate sofferenze che genera in quelli che ne sono colpiti; guasti profondi che si rivelano all'esame necroscopico dei corpi (o paesi) sui quali abbia totalitariamente imperato – tutto, dico, il suo processo ha sorprendenti somiglianze con quello del cancro.
Ma in un'altra cosa gli assomiglia ancora. Nessuno ignora oggi che la tubercolosi è, molte volte, uno dei mezzi che i giovani impiegano per suicidarsi. Azzardo l'ipotesi che il cancro (malattia degli anziani) abbia le sue radici psichiche in un tentativo sbagliato dell'organismo per ringiovanire. La formazione di un neoplasma potrebbe significare il desiderio di rifarsi un nuovo organo; p. es. un nuovo stomaco. (Ho comunicata questa mia ipotesi ad alcuni medici intelligenti, i quali ne hanno tutt'altro che riso). Ebbene: che cosa è stata, in fondo, l'adesione al fascismo – in Italia e altrove – se non un tentativo sbagliato della borghesia di rifarsi una nuova vita, di ringiovanire? Troppo tardi si è accorta poi dell'errore; e allora… non c'è più rimedio; la buona cosa, la cosa provvidenziale, che si presentava apportatrice di un "ordine nuovo" recava invece inumane sofferenze; e, a più o meno lunga scadenza, la morte.
L'"Impero Romano" (nel secolo XX!) ebbe – purtroppo per noi – la genesi, i caratteri e le conseguenze di un neoplasma.


Avrei bisogno di aiuto nel trovare i termini che appartengono alla parte semantica delle malattie e i termini tipici del linguaggio settoriale della medicina...
Grazie in anticipo =)

Aggiunto 18 ore 24 minuti più tardi:

Ti ringrazio vorrei solamente un piccolo chiarimento perchè non ho capito bene il significato della parola parte semantica delle malattie perchè sennò non riesco a fare la distinzione
coltina
coltina - Genius - 11957 Punti
Salva
TESTO:
Ogni epoca ha la sua malattia, alla quale risponde un'altra (ma probabilmente è la stessa) nel campo morale. L'Ottocento ebbe la tubercolosi e gli sdilinquimenti sentimentali (credo si riferisca a malattie come la depressione etc, non ancora riconosciute nell'Ottocento); il Novecento ha il cancro e il fascismo. Tutto il processo del fascismo – manifestarsi della sua vera natura quando è già tardi per un efficace intervento chirurgico; sua impossibilità di morire se non assieme alla vittima alla quale si è abbarbicato; tendenza a riprodursi in luoghi lontani dalla sua prima sede; disperate sofferenze che genera in quelli che ne sono colpiti; guasti profondi che si rivelano all'esame necroscopico dei corpi (o paesi) sui quali abbia totalitariamente imperato – tutto, dico, il suo processo ha sorprendenti somiglianze con quello del cancro.
Ma in un'altra cosa gli assomiglia ancora. Nessuno ignora oggi che la tubercolosi è, molte volte, uno dei mezzi che i giovani impiegano per suicidarsi. Azzardo l'ipotesi che il cancro (malattia degli anziani) abbia le sue radici psichiche in un tentativo sbagliato dell'organismo per ringiovanire. La formazione di un neoplasma potrebbe significare il desiderio di rifarsi un nuovo organo; p. es. un nuovo stomaco. (Ho comunicata questa mia ipotesi ad alcuni medici intelligenti, i quali ne hanno tutt'altro che riso). Ebbene: che cosa è stata, in fondo, l'adesione al fascismo – in Italia e altrove – se non un tentativo sbagliato della borghesia di rifarsi una nuova vita, di ringiovanire? Troppo tardi si è accorta poi dell'errore; e allora… non c'è più rimedio; la buona cosa, la cosa provvidenziale, che si presentava apportatrice di un "ordine nuovo" recava invece inumane sofferenze; e, a più o meno lunga scadenza, la morte.
L'"Impero Romano" (nel secolo XX!) ebbe – purtroppo per noi – la genesi, i caratteri e le conseguenze di un neoplasma.

La semantica è quella parte della linguistica che studia il significato delle parole (semantica lessicale). La semantica considera il rapporto tra l'espressione e la realtà extralinguistica, cioè la realtà a cui la parola rimanda.
Manifestarsi, tendenza a riprodursi, formazione di, genesi sono termini dalla semantica legata alla medicina, gli altri sono termini medici.
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Blue Angel

Blue Angel Blogger 13141 Punti

VIP
Registrati via email