• Italiano
  • Tema di ordine generale sulla ricostruzione postbellico dell'europa con il piano marshall

    closed post
jakyko94
jakyko94 - Ominide - 11 Punti
Salva
in seguito il testo del tema :

"Conosciuto ufficialmente, a seguito della sua attuazione, come Piano di Ricostruzione dell'Europa,il Piano Marshall fu il principale piano statunitense per la ricostruzione dell'Europa dopo la seconda guerra mondiale.
Dica il candidato attraverso quali meccanismi si sviluppò la difficile ricostruzione postbellica"

Grazie in anticipo, se riuscite a farmelo avere per domani sarebbe ottimo.
kiki!95
kiki!95 - Genius - 2465 Punti
Salva
Potresti prendere spunto da qui:

http://doc****/appunti/storia/piano-marshall.html

Il tema se vuoi lo fai, poi lo puoi postare così te lo correggo/aggiusto.

:hi

Kiki
jakyko94
jakyko94 - Ominide - 11 Punti
Salva
grazie cmq ho deciso di fare un altra traccia dove il tema è la violenza sulle persone più deboli come donne e bambini. Questo eè il testo fatemi sapere cosa ne pensate.


Oggigiorno è diventato un luogo comune fin troppo diffuso definire la società moderna ‘violenta’.La principale causa di questa violenza è per molti la diffusione e i mass media. In effetti i mass media trattano speso argomenti violenti, i giornali parlano sempre di assassini o aggressioni, in televisione si vedono sempre liti o programmi dove i partecipanti non fanno che insultarsi e litigare e anche internet mostra molti filmati di risse e pestaggi e di pagine che istigano alla violenza.
Ma fermarsi a queste accuse non è sufficiente.
I giornali parlano ogni giorno di aggressioni, forse ne parlano troppo, ma criticare la stampa per questo è totalmente sbagliato. La stampa ha l’obbligo e il dovere di informare, ogni persona che voglia esserlo, su cosa succede nella quotidianità di una società,nel bene e nel male. Chi non ha mai visto su youtube o altri social network video di risse o pagine che istigano alla violenza? E quanti hanno sentito criticare questi video e queste pagine? Internet è come una grande città sempre in costruzione, e a costruirla siamo proprio noi che lo usiamo. Criticare la rete perché è violenta, vuol dire criticare chi la usa, ed è proprio questo che si dovrebbe fare. Internet,se usato correttamente, può essere un ottimo modo per tenersi in contatto con gli amici,per condividere idee , per approfondire le proprie conoscenze. Se alcune persone lo usano invece per istigare alla violenza e per promulgare idee razziste e violente allora è loro che si deve condannare come ‘violente’ e non la rete che usano per diffondere le loro idee.La maggior parte delle persone pensa che l’uso di violenza venga fatto da persone straniere e questo è un pensiero a filo razzista e per di più completamente sbagliato. Infatti molte volte si sente parlare di donne o bambini stranieri violentati da uomini italiani solo perchè erano di colore diverso e solo per il gusto di farlo.
L’argomento degli abusi sulle donne è sempre stato un tema molto delicato e allarmante,in effetti è molto difficile da trattare e molto spesso ritenuto,giustamente,oggetto di contenuto personale.Non è un caso,infatti,riscontrare opinioni diverse sul fatto di pubblicare o meno una notizia che tratti questo tema;alcune persone ritengono ingiusto o non corretto divulgare un fatto di violenza,sia in rispetto della vittimina e della sua famiglia,sia della personale reputazione di queste.Secondo me invece è molto importante parlare di questi argomenti perchè purtroppo si tratta di fatti che stanno aumentando ssempre di più.Al contrario di come si può pensare nella maggior parte dei casi chi usa violenza sulle donne è il marito,il fidanzato,il convivente,l’ex partner e non l’estracomunitario;il teatro di questi soprusi sono di solito le mura domestiche tanto che questo tipo di violenza è chiamata anche “violenza domestica”.
Recentemente alcune ricerche pscicologiche hanno rilevato alto il tasso di persecuzione chiamata “stalking” cioè il comportamento,prevalentemente maschile,caratterizzato da persecuzioni continue,molestie asfissianti,appostamenti,intromissione nella vita privata.Alle donne vittime di violenza va assicurato sia un sostegno psicologico sia assistenza;chi si rende colpevole di violenza sulle donne va punito severamente e se è il caso una terapia per cercare di riabilitare la persona malata,a volte anche con i “mostri” è possibile fare dei miracoli.Un’altro tipo di violenza che appartiene alle mure domestiche è quella subita dai minori,i quali vivono in ambienti degradanti oppure trascinano le loro giornate in solitudine nell’indifferenza degli adulti;i bambini che vengono privati della loro infanzia spesso non sono considerati e nemmeno ascoltati e quindi finiscono per ammalarsi anche mentalmente. I valori ai quali ci ha abituato la nostra cultura sono quelli del rispetto del più debole,quindi per esempio della donna dell’anziano e del bambino.
Tuttavia nelle pieghe di una società spesso ignara di se stessa,dove cioè può consumarsi una tragedia a fianco a casa tua e tu magari neanche te ne accorgi,accadono fatti orribili.La violenza fatta ad un bambino purtroppo può essere di diversi tipi,uno più orrendo e vergognoso dell’altro;per esempio ci sono quei casi in cui c’è genitore frustrato o depresso che sfoga tutto il suo malessere addosso al figlio,oppure certi bambini vengono fotografati e violentati e usati come merce nel mercato della pornografia,bambini sedotti e sfruttati per scopi economici.Insomma,la violenza sui minori e sui più deboli c’è ed ha mille sfacettature.Purtroppo non è sempre possibile conoscere i casi di violenza sui minori,perchè raramente essi sono denunciati,ciò accade per vari motivi,o per la giovinezza o per paura o per la vergogna della vittima stessa e proprio per questi motivi si sono sviluppati strumenti che aiutino la discrezione e la tutela di chi lo usa.I bambini sono il nostro futuro e oltre a questo sono la cosa più bella e pura che la natura abbia saputo offrire a mamma e al suo compagno;e gli adulti che infliggono violenza su un bambino si devono ricordare che sono stati bambini anche loro e non credo che gli avrebbe fatto piacere essere violentati o picchiati dal proprio papà o dalla propria mamma.Un’altro fatto di violenza di cui purtroppo si parla poco è quello sulla violenza legata alle persone anziane.Essi la maggior parte delle volte più che subire delle violenze a livello fisico subiscono delle violenze di tipo morale,cioè vengono emarginate dalla società perchè considerate “inutili” oppure vengono chiuse,anche dai propri parenti,in casa di riposo lontani dalla loro famiglia e dai loro affetti.Gli anziani sono delle persone come tutte le altre con la voglia di essere ancora pienamente protagoniste in seno alla comunità d’appartenenza.Basta con la violenza!Cerchiamo di diventare e di essere una società che rispetta donne,bambini e anziani perchè sono persone come tutte le altre e perchè anche noi siamo stati bambini e un giorno saremo anziani;questo è il ciclo della vita!
kiki!95
kiki!95 - Genius - 2465 Punti
Salva
Okay, io non l'ho letto tutto, poichè è davvero pesante come testo. Ho cercato di sintetizzare alcune cose, ma ripeti molto spesso le stesse parole o frasi. Anche se in modo diverso, vedo concetti scritti più volte che vogliono dire la medesima cosa, solo con alcune parole diverse. Dovresti rileggertelo. E poi non capisco la tua opinione. Boh, rincontrollalo, magari noterai anche te molte ripetizioni e che se letto attentamente non risulta molto scorrevole =/

Oggigiorno è diventato un luogo comune, fin troppo diffuso, definire la società moderna ‘violenta'. La principale causa di questa aggressività è per molti la diffusione e i mass media. In effetti, quest'ultimi, trattano spesso argomenti tutt'altro che mansueti: i giornali parlano sempre di cronaca nera, nei programmi televisivi gli ospiti intrattengono lo spettatore con litigi, battibecchi e discussioni poco piacevoli alle volte ed infine internet, che riporta ogni minima cosa sotto il mercato degli occhi di milioni e milioni di persone.
Ma fermarsi a queste accuse non è sufficiente.(= cosa volevi intendere?)
Se si dà la colpa ai giornali, però, si sbaglia perchè si fa ricadere tutto su chi fa solamente il proprio lavoro. È come dire ad un becchino che non ha commiserazioni per i morti, ma è solo il proprio lavoro. Se non ci fossero questi mezzi di comunicazione, tutt'oggi anche molto imbavagliati in certi casi, noi vivremmo nell'ignoranza. E poi, chi non ha mai visto su youtube, o altri social network, anche per divertimento, qualche video di litigi che istigavano alla violenza? Oppure, tutti avranno sentito moralisti o bigotti accanirsi contro pagine credute troppo rude? Internet è come una grande città sempre in costruzione, e a costruirla siamo proprio noi, che ne usufruiamo ogni giorno. Criticare la rete perché è violenta, vuol dire criticare chi la usa, ed è proprio questo che si dovrebbe fare. Internet, se usato correttamente, può essere un ottimo modo per tenersi in contatto con gli amici,per condividere idee, per approfondire le proprie conoscenze. Se alcune persone lo usano invece per fare tutt'altro che questo, non bisogna etichettare la rete come fonte delle cose brutte che succedono.
tiscali
tiscali - Tutor - 22631 Punti
Salva
Rispondo a chi ha postato il link che è stato poi censurato.

E' vietato postare link di siti concorrenti, grazie.

Richiudo la domanda.
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 281 Punti

Comm. Leader
Registrati via email