• Italiano
  • SONETTO DI DANTE! risposta ad una domanda URGENTE

    closed post
alice04
alice04 - Ominide - 11 Punti
Salva
Si lungamente m'ha tenuto Amore

ed abituato a la sua signoria,

che sì com'elli era spietato in pria,

così mi sta soave ora nel cuore.



Però quando mi tolle sì 'l valore,

che li spiriti par che fuggan via,

allor sente la frale anima mia

tanta dolcezza, che 'l viso ne smore,



poi prende Amore in me tanta vertute,

che fa li miei spiriti gir parlando, 

ed escono for chiamando 



la donna mia, per darmi più salute. 

Questo m'avviene ovunque ella mi vede, 

e si è cosa umil, che nol si crede. (Vita nova,cap.XXVII)

I sentimenti provati da Dante vengono descritti in questo sonetto attraverso personificazioni.
Dopo averle elencate, illustra le motivazioni di questa scelta descrittiva alla luce della poetica stilnovistica e, in particolare, della produzione di Cavalcanti. Quali più evidenti differenze fra i due autori fiorentini si possono cogliere nella personificazione degli spiriti che abitano il cuore e la mente del poeta?

perfavore aiutatemi grazie Alice.
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Antonio-P

Antonio-P Blogger 1954 Punti

VIP
Registrati via email