• Italiano
  • riassunto novella giovanni verga "Canderolo e compagni"

    closed post
jo 95
jo 95 - Ominide - 43 Punti
Rispondi Cita Salva
mi aiutate a fare il riassunto della novella di Verga?grazie mille in anticipo
Francy1982
Francy1982 - Mito - 119085 Punti
Rispondi Cita Salva
Don Candeloro era un burattinaio, figlio di burattinai per abbellire i suoi burattini non guardava a spesa. Aveva moltissimi ammiratori che a lui obbedivano, se nei suoi teatri, infatti, si formavano risse bastava la sua voce a placare li animi. Con i suoi pregi fece innamorare, Grazia la figlia di un oste bruttina, ma possedente e dotata di una splendida voce. una sera le confidò di volersi accasare, egli si dichiarò a Grazia perché con i soldi di lei avrebbe migliorato tantissimo il suo teatro e eliminato la concorrenza del teatro San Carlino e del Teatro di Marionette. Ma il padre di Grazia voleva per sua figlia un marito con un lavoro più serio, ma la figlia tutte le volte spiava Don C da una finestra lasciata aperta (apposta) da lui dietro il palco. Lei, innamorata cominciava ad errare i conti dell'osteria e tutti i clienti si lamentavano. Un giorno Grazia, che osservava come al solito la scena dei burattini di don C dalla finestra, si lasciò trasportate dalla storia in cui la bella Antinisca ritorna alla città di Presopoli, e incontra il suo innamorato Guerino. dopo la rappresentazione Don C promise a Grazia che l'avrebbe sposata e che lei avrebbe interpretato la voce di donna (al posto del ragazzetto con la voce stridula) per i suoi burattini. Ma il padre di lei si oppose con tutto se stesso alla loro unione. Allora Calderolo le disse di scappare con lei, ma portando i soldi del padre, ma il padre che era molto furbo non fece trovare i soldi e lei arrivo da Don C solo con qualche straccio e poche monete. Don era un uomo di parola e decise di sposarsi lo stesso. Il giorno della cerimonia il padre di Grazia si presentò, per sfregio, con una bella donna che aveva assunto all'osteria per rimpiazzare la figlia. La famiglia cresceva e gli affari andavano male: i soldi diminuivano gli altri teatri non avevano più marionette, ma attori veri e per questo avevano molto più spettatori. Don C un giorno sfece il teatro, carico moglie e figli su un carro e cominciò a fare il nomade con il suo teatro. Ma le sue marionette non avevano successo la gente voleva dei veri attori e lui che fino a quel momento aveva sempre rifiutato di recitare (considerando la recitazione bassa e volgare) un giorno dopo l'ennesimo fallimento, annunciò che la parte di Orlando, nei Reali di Francia, l'avrebbe sostenuta don Candeloro in persona «fatica sua particolare!» e sali sul palco con tutta la sua famiglia, ma il pubblicò non apprezzo neanche questo tentativo e in ogni luogo in cui andava a proporre la storia dei reali di Francia subiva lo stesso trattamento. Poi lui che aveva sempre odiato certi comportamenti costrinse moglie e figlia a mettere le gambe in mostra e lui stesso si dipinse la faccia per fare il pagliaccio!
jo 95
jo 95 - Ominide - 43 Punti
Rispondi Cita Salva
ti ringrazio..mi sei stata d'aiuto..ciao ciao
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

andrea1085

andrea1085 Blogger 397 Punti

VIP
Registrati via email