Illustrocucina
Illustrocucina - Habilis - 200 Punti
Salva
Buonasera, potete farmi per domani una relazione sul femminicidio???La prof vuole sapere la definizione,la giornata del femminicidio e le cause.Faccio la seconda media.grazie.
Ill.
.anonimus.
.anonimus. - Tutor - 44571 Punti
Salva
Ogni 25 novembre, si celebra la Giornata Internazionale Contro la Violenza sulle donne, si dice Stop al femminicidio. Quest'ultima consiste in una forma di brutalità che persiste la nostra società.
Infatti le donne,come ci illustrano quotidianamente tg e giornali, sono sempre più spesso al centro della cronaca per storie di violenza fisica e sessuale, omicidio, persecuzione e stalking.
Il femminicidio dunque consiste nell'uccisione di donne e ragazze a causa del loro genere,del loro sesso. Ioltre,il concetto di femminicidio riguarda  non solo l’uccisione, ma ogni atto violento o minaccia di violenza esercitato nei confronti di una donna che provochi o possa provocare un danno fisico o psicologico alla donna.

Ecco a te una bozza iniziale, prova a continuare tu.
Fonte: http://www.xn--cos-8la.com/cose-il-femminicidio/ ,ma è scritto anche da me.
Ciao Laura!


Questa risposta è stata cambiata da sbardy (17-12-14 11:30, 2 anni 3 mesi 8 giorni )
anny=)
anny=) - Moderatore - 30694 Punti
Salva
Guarda,
http://litaliachecresce.blogspot.it/2013/08/il-femminicidio-tema-svolto-di-eleonora.html
questo è un tema svolto da una tua coetanea. Prendi spunto da qui e aggiungi qualcosa di tuo.
Questi link invece possono aiutarti ad ampliare la relazione
http://qn.quotidiano.net/spettacoli/teatro/2013/11/25/987442-femminicidio-violenza-donne-giornata.shtml
http://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/2013/11/24/987277-femminicidio-violenza-donne.shtml

Se vuoi, scrivi la relazione qui e noi ti aiuteremo nella correzione ;) :hi
Illustrocucina
Illustrocucina - Habilis - 200 Punti
Salva
Ti ringrazio però sui siti che mi hai dato nessuno porta il vero significato di femminicidio.La mia prof vuole la definizione precisa.La data c'è "il 25 novembre".
Grazie.
Ill.
suu
suu - Bannato - 113 Punti
Salva
Violeta, Francesca, Irina. Sono le ultime vittime in ordine di tempo tra le oltre 100 donne morte nel nostro Paese dall’inizio di quest’anno. Tutte per mano dei loro uomini, partner, mariti o ex, amanti, innamorati respinti. Per denunciare e fermare maltrattamenti e soprusi, il 25 novembre è stata istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite la Giornata mondiale contro la violenza di genere, data scelta 14 anni fa in ricordo delle sorelle Mirabal, tre giovani attiviste politiche della Repubblica Domenicana che il 25 novembre 1960 furono uccise dagli uomini del dittatore Truijllo. Facendo il punto della situazione, l’Onu ricorda ancora una volta che, nonostante i progressi delle politiche nazionali, più di cento Paesi sono privi di una legislazione specifica contro la violenza domestica e più del 70 per cento delle donne nel mondo sono state vittime nel corso della loro vita di violenza fisica o sessuale da parte di uomini. Come nel resto del mondo, anche in Italia saranno tante le iniziative messe in campo per sensibilizzare sul tema.

Da Udine a Catania, passando per Roma e Napoli, andrà in scena lunedì 25 novembre Lo Sciopero delle Donne, un momento di riflessione collettiva per spingere a un vero cambiamento della società in cui il rispetto per le donne appare ancora lontano. La partecipazione allo sciopero si manifesta indossando qualcosa di rosso, colore simbolo di ribellione a ogni forma di violenza. «Perché sia chiaro che senza di noi, noi donne, non si va da nessuna parte – dicono le promotrici Barbara Romagnoli, Adriana Terzo e Tiziana Dal Pra - Senza il rispetto per la nostra autodeterminazione e il nostro corpo non c’è società che tenga. Perché la rabbia e il dolore, lo sconforto e l’indignazione, la denuncia e la consapevolezza, hanno bisogno di un gesto forte». In due mesi le organizzatrici hanno raccolto adesioni di responsabili di centri antiviolenza, attiviste di Amnesty International, scrittrici, professioniste, casalinghe, insegnanti, amministratrici pubbliche, impiegate, giornaliste, sindacaliste. Sono tanti i Comuni italiani, piccoli e grandi, che prenderanno parte all’iniziativa. Anche la Casa delle donne di Bologna aderisce allo sciopero nell’ambito del Festival sulla violenza di genere (unica rassegna a tema in Italia) che, fino al 7 dicembre, propone oltre 70 eventi fra cinema, teatro, mostre, incontri, molti a carattere giuridico (informazioni e programma completo dell’iniziativa su. A Roma, lo sciopero prenderà vita in Piazza del Campidoglio dalle ore 17. Ma per sapere tutto su incontri, flashmob e appuntamenti, città per città, in cui nessuno è esonerato dal fornire il proprio contributo, si può consultare il sito www.scioperodonne.it.
Illustrocucina
Illustrocucina - Habilis - 200 Punti
Salva
Grazie a tutte voi adesso ho capito di più.
Buona domenica!!!
Ill.
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di febbraio
Vincitori di febbraio

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

nRT

nRT Moderatore 3120 Punti

VIP
Registrati via email