• Italiano
  • Qualcuno puo' correggere il mio italiano? (saggio in italiano, ma sono madre lingua inglese)

    closed post best answer
amandak249
amandak249 - Habilis - 233 Punti
Salva
Ciao!

Faccio sempre degli errori della grammatica! Se qualcuno mi puo' aiutare sarebbe molto bello! Sono madre lingua inglese e allora e' sempre difficile per me scrivere in italiano!

Grazie in anticipo!!


--------

La misericordia e’ un concetto molto sviluppato nel romanzo “I Promessi Sposi”. Trando spunto dall'esempio divino, i personaggi buoni o quelli che si pentono mostrano un’abilita’ stroardinaria di avere pieta’ e compassione per quelli che li hanno fatto male. Siccome i personaggi benetti dei ‘Promessi Sposi’ capiscono la misericordia e la pieta’ di Dio, riescono ad applicare lo stesso principio di compassione nei loro rapporti quotidiani. L’esempi piu’ esemplari sono Lucia, Padre Cristoforo, e L’innonominato che, grazie alla grazia e l’esempio di Dio, mantengono un senso di compassione e comprensione anche quando stanno passando attraverso i momenti difficili.

L’innominato e’ il personaggio piu’ misterioso nel romanzo. L’innominato viene spinto da Don Rodrigo a rapire Lucia e questo e’ il suo ultimo atto da villano, perche’ le parole di Lucia lo fanno riflettere. L’innominato, il personaggio piu’ forte e potente, prova pieta’ per Lucia, una donna che dovrebbe essere la sua vittima. L'Innominato attraversa una profonda e seria crisi mentale. Disgustato dal suo passato cattivo, incerto del future, l’Innominato inizia a pensare sull’alidila’. La sua conversion arriva durante la notte, quand non chiude occhio e pensa in continuazione alle parole di Lucia. Si rende conto che il momento di affrontante il giudizio di Dio e’ vicino, e che la morte verra’ pure a lui.

Lucia gli ha detto che per un’azione caritatevole Dio ne perdona molte altre azioni malvagie. L’Innominato pensa quindi che facendo un gesto caritatevole lo aiutera’ quando deve essere giudicato da Dio. L'Innominato apprezza il discorso del Cardinale che, con le sue parole saggi, riusce a convertirlo ed a trasformarlo in una persona buona. L’Innominato comprende che potrebbe usare il proprio potere per fare del bene ed utilizzare le sue ricchezze per aiutare i poveri. Insieme con la provvidenza divina, la misericordia di Lucia commuove l’Innominato di fare se stesso un atto di misericordia, e lui diventa una persona migliore grazie alla compassione di Lucia.

In questo modo, il fatto che la misericordia di Dio si puo manifestare non solo nei atti di Dio e la provvidenza divina, ma pure nella condotta dei fedeli. Anche se puo’ essere presunto che la misericordia di Lucia e’ stata destinata o controllata da Dio, la misericordia di Dio si manifesta nelle parole di Lucia. E le sue parole sono il catalizzatore per la conversione e la successiva compassione dell’Innominato.

Ma la misericordia non e’ sempre un atto naturale. Anzi, e’ spesso piu’ facile non avere compassione per gli altri. Talvolta e’ necessario un intervento spirituale, come Frate Cristofero fa per Renzo all’inizio del romanzo, quando il piano malvaggio di Don Rodrigo e’ portato alla luce. Renzo vuole ucciderlo, vuole andare subito al castello di Don Rodrigo per fargli pagare per il guaio che ha creato. Frate Cristofero, pero, come istrumento della misericordia di Dio, convincerlo di non farlo. Piu’ tardi, Frate Cristofere dice a Renzo che invece di essere arrabbiato con Don Rodrigo, dovrebbe avere pieta’ per lui. All’inizio, Renzo non e’ convinto. Questo mostra che la misericordia non e’ un sentimento che e’ facile da avere. Va contro i nostri sentimenti e instinti naturali, che dicono che dovremmo arrabbiarsi e vendicarsi. Frate Cristofero, che presumibilmenth e teneva in mente la misericordia e compassione di Dio, ha convinto Renzo di fare la cosa giusta e compassionevole, e di non avere vendetta.

Un’aspetto cruciale che Manzoni mette in evidenza e’ il fatto che la misericordia di Dio non e’ necessariamente meritato. Il perdono di Dio non va ottenuto per i meriti dell’uomo, ma viene accolto come dono gratuito dell’amore e misericordia di Dio. Quindi non si viene perdonati per le azioni che uno fa per ottenere il perdono, ma il perdono viene concesso come dono da parte di Dio. L’innominato e’ un personaggio che non merita il rispetto o la misericordia di Lucia. Ma con la consapevolezza della misericordia di Dio, Lucia riesce a perdonarlo. Frate Cristofero spiega che dovrebbero avere compassione e misericordia pure per Don Rodrigo, il personaggio piu’ cattivo nel romanzo. La differenza tra Don Rodrigo e L’Innominato e’ che L’Innominato riconosce subito la misericordia di Dio e di Lucia, e acceta volentieri la sua salvezza.

Possiamo capire che e’ stata la misericordia di Lucia che ha causato la conversione dell’Innominato. Don Rodrigo invece non riconosce questo dono, perche’ non vuole o non e’ capace, e ignora le varie opportunita’ di pentimento e non vuole abbandonare la sua ricerca di catturare Lucia.

“L’amore e più forte del giudizio. Secondo la religione, quando uno ha peccato, si deve pentire per poi ottenere il perdono. Ma si deve capire che prima viene il perdono e poi, eventualmente, nella persona si suscita il pentimento.”

Ma questo esempio non si applica per la situazione di Don Rodrigo. Deve essere presunto che ci vuole solo un po’ di tempo e’ altre prove per fare convertire Don Rodrigo? O che perche’ lui non ha visto o sentito la misericordia di Renzo e Lucia, la misericordia non e’ piu’ valido, e non puo’ essere piu’ usata come instrumento di fede e di conversione? Nel contesto di Don Rodrigo, forse e’ vero che la misericordia non e’ abbastanza per salvarlo, e forse la sua salvezza verra’ solo dopo la morte.

Un’altro punto cruciale e’ l’importanza della misericordia umana. La misericordia di Dio e’ una certezza, ma quella umana e’ piu’ rara, inaspettata. Di aver pieta’ e compassiona per qualcuno quando una persona e’ in un ruolo secondario, come Lucia, e’ molto onorevole. E’ per questo motivo che il personaggio di Lucia viene esaltata. Lei riesce ad avere sempre una grande forza interiore per superare tutte le avversita’ riacquistando un equilibiro e pace interiore. Ma riesce pure ad avere compassione per Don Rodrigo e L’Innominato, i due personaggi che hanno creato problemi enormi per lei. Lei e’ un’esempio buono della misericordia umana. E’ facile dare perdono e avere misericordia quando la persona e’ in una posizione superiore come Dio. E’ per questo la compassione di Lucia e’ cosi’ stroardinaria. Lei e’ semplice e brava. A differenza di Renzo, che ha difficolta’ ad accetare e seguire il consiglio di Frate Cristoforo, Lucia e’ naturalmente buona e compassionevole, e per lei la misericordia sembra di venire facilmente.


La misericordia di Dio e’ un’concetto ben sviluppato nel romanzo “I Promessi Sposi” perche’ e’ cruciale per il messaggio Cristiano che Manzoni voleva creare. La misericordia di Dio, come dono gratuito, e’ una parte importante della Cristianesimo perche’ permette anche le persone piu’ malvagie di ottenere la salvezza. Pure nel romanzo l’idea di misericordia e’ importante, perche’ e’ una caratteristica stimata nei personaggi del romanzo. La misericordia di Dio si manifesta in ogni personaggio importante; Lucia, come modella esemplare della donna Cristiana, riesce ad avere compassione per L’Innominato che poi ha compassione per lei. La misericordia divina e umana vengono usate da Manzoni come un’estensione della divina provvidenza; un modo per realizzare le sue intenzioni e per creare una situazione di benevolenza e compassione sulla terra.
paraskeuazo
paraskeuazo - Genius - 74901 Punti
Salva
La misericordia è un concetto molto sviluppato nel romanzo “I Promessi Sposi”. Traendo spunto dall'esempio divino, i personaggi buoni o quelli che si pentono mostrano un’abilita’ straordinaria di avere pietà e compassione per coloro che hanno fatto loro del male. Siccome i personaggi benedetti dei ‘Promessi Sposi’ capiscono la misericordia e la pietà di Dio, riescono ad applicare lo stesso principio di compassione nei loro rapporti quotidiani. Gli esempi più esemplari sono Lucia, Padre Cristoforo e L’Innonominato che, grazie alla misericordia e all’esempio di Dio, mantengono un senso di compassione e comprensione anche quando stanno passando dei momenti difficili.

L’innominato è il personaggio piu’ misterioso nel romanzo. L’Innominato viene spinto da Don Rodrigo a rapire Lucia e questo è il suo ultimo atto da villano, perché le parole di Lucia lo fanno riflettere. L’innominato, il personaggio piu’ forte e potente, prova pietà per Lucia, una donna che dovrebbe essere la sua vittima. L'Innominato attraversa una profonda e seria crisi mentale (direi più "morale";). Disgustato dal suo passato cattivo, incerto del futuro, l’Innominato inizia a pensare all'alidila’. La sua conversione arriva durante la notte, quando non chiude occhio e pensa in continuazione alle parole di Lucia. Si rende conto che il momento di affrontante il giudizio di Dio è vicino, e che la morte verrà pure per lui.

Lucia gli ha detto che per un’azione caritatevole Dio perdona molte altre azioni malvagie. L’Innominato pensa quindi che facendo un gesto caritatevole ciò lo aiuterà quando dovrà essere giudicato da Dio. L'Innominato apprezza il discorso del Cardinale che, con le sue parole saggie, riesce a convertirlo ed a trasformarlo in una persona buona. L’Innominato comprende che potrebbe usare il proprio potere per fare del bene ed utilizzare le sue ricchezze per aiutare i poveri. Insieme con la provvidenza divina, la misericordia di Lucia commuove l’Innominato e lo convince afare lui stesso un atto di misericordia, diventando così una persona migliore grazie alla compassione di Lucia.

In questo modo, il fatto che la misericordia di Dio si possa manifestare non solo negli atti di Dio e nella Provvidenza divina, ma pure nella condotta dei fedeli. Anche se si può presumere che la misericordia di Lucia sia stata destinata o controllata da Dio, la misericordia di Dio si manifesta nelle parole di Lucia. E le sue parole sono il catalizzatore per la conversione e la successiva compassione dell’Innominato.

Ma la misericordia non è sempre un atto naturale. Anzi, è spesso piu’ facile non avere compassione per gli altri. Talvolta è necessario un intervento spirituale, come Frate Cristoforo fa con Renzo all’inizio del romanzo, quando il piano malvagio di Don Rodrigo e’ portato alla luce. Renzo vuole ucciderlo, vuole andare subito al castello di Don Rodrigo per fargliela pagare. Frate Cristoforo, pero, come strumento della misericordia di Dio, lo persudade a non farlo. Più tardi, Frate Cristoforo dice a Renzo che invece di essere arrabbiato con Don Rodrigo, dovrebbe avere pieta’ per lui. All’inizio, Renzo non è convinto. Questo mostra che la misericordia non eè un sentimento facile da provare. Va contro i nostri sentimenti e istinti naturali, che dicono che dovremmo arrabbiarci e vendicarci. Frate Cristoforo, che già aveva in sé la misericordia e compassione di Dio, convince Renzo a fare la cosa giusta a non cercare la vendetta.

Un aspetto cruciale che Manzoni mette in evidenza eè il fatto che la misericordia di Dio non è necessariamente meritata. Il perdono di Dio non va ottenuto per i meriti dell’uomo, ma viene accolto come dono gratuito dell’amore e della misericordia di Dio. Quindi non si viene perdonati per le azioni che uno fa per ottenere il perdono, ma il perdono viene concesso come dono da parte di Dio. L’innominato è un personaggio che non merita il rispetto o la misericordia di Lucia. Ma con la consapevolezza della misericordia di Dio, Lucia riesce a perdonarlo. Frate Cristoforo spiega che dovrebbero avere compassione e misericordia pure per Don Rodrigo, il personaggio piu’ cattivo del romanzo. La differenza tra Don Rodrigo e L’Innominato è che quest'ultimo riconosce subito la misericordia di Dio e di Lucia e accetta volentieri la sua salvezza.

Possiamo capire che è stata la misericordia di Lucia ad aver causato la conversione dell’Innominato. Don Rodrigo invece non riconosce questo dono, perche’ non vuole o non è capace, e ignora le varie opportunità di pentimento.

“L’amore e più forte del giudizio. Secondo la religione, quando uno ha peccato, si deve pentire per poi ottenere il perdono. Ma si deve capire che prima viene il perdono e poi, eventualmente, nella persona si suscita il pentimento.”

Ma questo esempio non si applica per la situazione di Don Rodrigo. Dobbiamo pensare che ci vuole solo un pò di tempo e altre prove per fare convertire Don Rodrigo? O che siccome lui non ha visto o sentito la misericordia di Renzo e Lucia, la misericordia non e’ più valida e non può essere più usata come strumento di fede e di conversione? Nel contesto di Don Rodrigo, forse è vero che la misericordia non è sufficiente per salvarlo, e forse la sua salvezza verrà solo dopo la morte.

Un altro punto cruciale è l’importanza della misericordia umana. La misericordia di Dio è una certezza, ma quella umana è piu’ rara, inaspettata. Aver pietà e compassiona per qualcuno quando una persona è in un ruolo secondario, come Lucia, è molto onorevole. E’ per questo motivo che il personaggio di Lucia viene esaltato. Ella riesce ad avere sempre una grande forza interiore per superare tutte le avversità, riacquistando un equilibiro e una pace interiore. Ma riesce pure ad avere compassione per Don Rodrigo e L’Innominato, i due personaggi che hanno creato problemi enormi per lei. E’ un’esempio buono della misericordia umana. E’ facile dare perdono e avere misericordia quando la persona è in una posizione superiore come Dio. E’ per questo che la compassione di Lucia è cosi’ stroardinaria. Lei e’ semplice e brava. A differenza di Renzo, che ha difficolta’ ad accettare e seguire il consiglio di Frate Cristoforo, Lucia e’ naturalmente buona e compassionevole, e per lei la misericordia sembra facilmente.


La misericordia di Dio è un concetto ben sviluppato nel romanzo “I Promessi Sposi” perche’ è cruciale per il messaggio Cristiano che Manzoni voleva creare. La misericordia di Dio, come dono gratuito, è una parte importante della Cristianesimo perché permette anche alle persone piu’ malvagie di ottenere la salvezza. La misericordia di Dio si manifesta in ogni personaggio importante; Lucia, come modello esemplare della donna Cristiana, riesce ad avere compassione per L’Innominato che poi ha a sua volta compassione per lei. La misericordia divina e umana vengono usate da Manzoni come un’estensione della divina provvidenza; un modo per realizzare le sue intenzioni e per creare una situazione di benevolenza e compassione sulla terra.



Magari potessi scrivere una cosa del genere in inglese :O_o La quantità degli errori (tra l'altro banali) è praticamente insignificante in rapporto alla lunghezza e alla complessità del testo. Complimenti come sempre :clap :clap
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 248 Punti

Comm. Leader
pizzibutti

pizzibutti Blogger 284 Punti

VIP
Registrati via email