Not Me
Not Me - Eliminato - 51 Punti
Rispondi Cita Salva
Ciaoooo.... =)
avrei bisogno di sapere che uso fa Manzoni del latino all'interno dei Promessi Sposi, quando ne parla e in che modo lo utilizza.
Grazie Mille.
Noel
Noel - Eliminato - 36674 Punti
Rispondi Cita Salva
Per andare incontro alla maggiornaza del pubblico Manzoni unisce situazioni di vita quotidiana e citazioni e riferimenti per le persone più acculturate dell'epoca...
Manzoni usa il latino per rispecchiare ankora d piu' il senso religioso dell'opera,ma anke dare il tocco di seicentesco ke caratterizza l'opera..come saprai finge di riscrivere un manoscritto del '600
Lo usa principalmente il personaggio di Don Abbondio,x confondere Renzo(dato che nn sapeva il latino)e indurlo così a rinunciare al matrimonio cn Lucia,poi nn sò se ci sono altre situazioni..
Francy1982
Francy1982 - Mito - 119085 Punti
Rispondi Cita Salva
La cultura neiPromessi Sposi Manzoni non è usata né come ornamento e neanche per divertimento o perchè considerata bella in se e al tempo stesso il Manzoni non vede nella cultura nessuna forma di oppressione sociale o morale. Il romanzo vuole infatti essere anche una denuncia sullo sbagliato uso della cultura.
"Don Abbondio, per esempio, imbroglia Renzo col suo latino e don Ferrante, erudito, coltissimo, filosofo, non sa che farsene della sua boria culturale davanti alle peste, perché i suoi libri gli dicono che la peste non può esistere. Così egli morirà di peste e la sua straripante biblioteca sarà sparsa al vento, a simbolo della vanità di una cultura separata dalla vita e dall'impegno a migliorare la casa comune della collettività umana"(tratto da www.homolaicus.com).

o anche questo:
Uno è Renzo, che sembra davvero riassumere in se tutte le doti di un certo mondo contadino: la bontà generosa, la giustizia istintiva, la religiosità schietta, la laboriosità ilare e serena, la freschezza non corrotta dei sentimenti; Renzo, la cui vicenda è tutta una coperta ininterrotta battaglia contro l’orgoglio e le stregonerie dei dotti, di quelli che san leggere e scrivere e servirsi a tempo del latino dei decreti e della scrittura, contro le ingiustizie dei signori che han fatto la legge e l’adoperano secondo i loro lini e il loro capriccio, e questa battaglia egli la combatte senz’altra arma che le sue idee chiare e non artefatte, la sua fiducia tetragona2 nel trionfo del bene, la forza sana delle sue braccia e delle sue spalle addestrate da sempre alla dura fatica: è la figura più lieta e franca, la più cordiale e convincente che il Manzoni abbia saputo inventare (Tratto da [url=http://209.85.135.104/search?q=cache:-TZ4zxE1OfwJ:xoomer.alice.it/brdeb/letteratura/manzoni/sposi/novita.htm+latino+nei+promessi+sposi&hl=it&ct=clnk&cd=2&gl=it]qui[/url])
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di agosto
Vincitori di agosto

Come partecipare? | Classifica Community

Registrati via email