yttek
yttek - Erectus - 70 Punti
Salva
Salve a tutti, mi servirebbe una relazione di un film. Il titolo è "Home, la nostra terra", di Yann Arthus e Luc Besson. Perfavore aiutatemi.
Francy1982
Francy1982 - Mito - 119085 Punti
Salva

Home La nostra Terra, contemporaneamente in tutto il mondo per la Giornata Mondiale dell’Ambiente (5 giugno)


In occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente, il 5 giugno 2009, viene presentato contemporaneamente in più di 100 stati del mondo, un grande film dedicato al pianeta Terra. Per l’Italia il film sarà proiettato gratuitamente a Torino, alla sala 1 del Cinema Massimo alle ore 21, grazie al Festival CinemAmbiente.
Il film Home La nostra Terra è stato girato da Yann Arthus-Bertrand e co-prodotto da Elzévir Films e EuropaCorp, compagnia di Luc Besson.
Yann Arthus-Bertrand è un fotografo, giornalista e ambientalista francese, diventato famoso grazie a La Terre vue du Ciel un ritratto fotografico composto da fotografie aeree del nostro pianeta, anche queste presentate al Festival CinemAmbiente nel 2005.
La sua passione per la fotografia naturalista ha inizio in Africa, durante un lungo soggiorno nel Masai Mara. Si innamora della fotografia aerea, di cui scopre ed esplora tutte le potenzialità arrivando a fondare Altitude, la prima agenzia specializzata in fotografia aerea nel mondo.
Dal 2007 ha iniziato, in collaborazione con Luc Besson, le riprese dello straordinario lungometraggio che verrà presentato contemporaneamente in più di 100 stati del mondo in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente, a testimonianza di un rinnovato impegno globale per la salvaguardia del pianeta. Il film vuole essere una fotografia dello stato di salute della Terra e dei problemi cui l'umanità deve fare fronte.

Il film è composto da immagini aeree filmate in più di cinquanta paesi del mondo. Una voce fuori campo commenta il filmato, mostrando i grandi cambiamenti ambientali e sociali che la Terra sta subendo. Un progetto ambizioso e di grande impatto, che rende ancora una volta possibile scoprire la meraviglia di un pianeta magnifico, sottolineandone al tempo stesso l’evidente fragilità.

Il film, che è stato prodotto senza fini di lucro, si pone come obiettivo quello di essere visto dal maggior numero di persone possibili. Non saranno solo tradizionali proiezioni quelle che avverranno contemporaneamente il 5 giugno, ma Home sarà trasmesso anche da molte televisioni e, grazie ad una partnership con Youtube, attraverso internet.

Più di un semplice film questa produzione rappresenta un vero e proprio evento ambientalista in tutto il mondo, per il carattere simultaneo, gratuito e multipiattaforma che ne caratterizza la diffusione.

Accrescere il livello di consapevolezza sulla responsabilità di ogni individuo nei confronti del Pianeta è l’ambizioso progetto del regista e dei produttori. I guadagni verranno donati a Goodplanet.org, mentre le emissioni di gas serra, causate dai viaggi aerei e dalle ore impiegate negli scatti fotografici in elicottero verranno compensate attraverso il sostegno di progetti non inquinanti.
CinemAmbiente - International Environmental Film Festival, il maggiore festival cinematografico a tematica ambientale in Italia, è stato scelto dalla produzione francese di questo grande film come partner italiano a testimonianza del ruolo di interlocutore italiano a livello internazionale che il festival ha raggiunto.
A Torino dall’8 al 13 ottobre 2009 si terrà la dodicesima edizione del festival organizzato dal Museo Nazionale del Cinema di Torino, supportato dal Ministero Italiano dell’Ambiente, Ministero Italiano della Cultura e UNEP (United Nations Environmental Programme), Regione Piemonte, Provincia di Torino, Città di Torino. Con oltre 23.000 spettatori nel 2008, una media di 200 ospiti provenienti da tutto il mondo, il Festival vanta l’appoggio di grandi ambientalisti internazionali: lo scorso anno l’attrice americana Daryl Hannah è stata la madrina della manifestazione. Un panorama di oltre 120 film divisi fra concorsi internazionali e italiani, varie sezioni tematiche e una rassegna speciale dedicata ai ragazzi sottolineano ogni anno il ruolo della settima arte nello sviluppare una coscienza ambientalista, nel rappresentare un impegno per comportamenti e consumi consapevoli e nel denunciare situazioni di degrado e rischio.

I messaggi di Yann Arthus-Bertrand e Luc Besson

Questo film era un progetto che avevo in mente da 15 anni. Tutto ciò che ho visto e imparato mentre volavo sopra la Terra mi ha cambiato. Oggi voglio condividere tutto quello che ho acquisito. Questo film sarà eccezionale e intelligente ma, soprattutto, assolutamente costruttivo. Per farvi un esempio: la cosa importante non è che il 50% delle foreste sia scomparso, ma che il 50% ci sia ancora. Quello che è importante oggi è che siamo 6 bilioni di esseri intelligenti che possono agire. Attraverso la qualità delle immagini e dei suoi contenuti, questo film permetterà alle persone di capire che TUTTI abbiamo delle responsabilità e che tutti possiamo agire nel nostro piccolo. Come disse il mio amico Albert Jacquard “essere coscienti che il domani è in arrivo e che ognuno può avere un effetto su di esso è specifico dell’Uomo.
(Yann Arthus-Bertrand)

Sono sempre stato un amante del Pianeta, e più volte ho provato a mostrare alle persone i suoi aspetti più belli attraverso i miei film, Le Grand Bleu, Atlantis e Arthur and the Minimoys. È stato quindi naturale per me unirmi a Yann nella produzione di questo fantastico progetto.
(Luc Besson)

HOME: CIFRE CHIAVE

Filmato in 54 paesi / 120 location.
733 video cassette registrate per un totale di 500 ore di filmati
217 giorni di scatti fotografici in 18 mesi.
Distribuito in almeno 87 paesi.
Tradotto in almeno 14 lingue.

In pochi decenni l’umanità ha modificato gli equilibri del pianeta, stabiliti attraverso quasi quattro miliardi di anni di evoluzione. Il prezzo da pagare è alto, ma è troppo tardi per poter essere pessimisti: l’umanità ha pochi anni per invertire la tendenza, ed è necessario, oggi, essere consapevoli della reale portata della spoliazione dei beni e della ricchezze della terra, è necessario cambiare le nostre abitudini di consumo.

Con questo film interamente ripreso dall’alto, attraverso la condivisione della meraviglia e della preoccupazione, Yann Arthus-Bertrand poggia la prima pietra di un nuovo edificio di comportamenti che insieme dobbiamo costruire,

tratto da qui
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 208 Punti

Comm. Leader
Registrati via email