• Italiano
  • Mi serve il commento e una riflessine di "e un sudario di luce mi coprì a Hiroshima" di Vittorio Zucconi...? (46179)

    closed post
alessandrissimo
alessandrissimo - Erectus - 58 Punti
Salva
Mi serve il commento e una riflessine di "e un sudario di luce mi coprì a Hiroshima" di Vittorio Zucconi...?
d.tatina
d.tatina - Erectus - 66 Punti
Salva
Mi svegliai in una calda mattina di agosto, esattamente il 5 agosto 1945. Accesi la macchina del caffè e misi i toast nel forno con una fettina di formaggio sopra. Mi sedetti al mio tavolino con una tovaglia di plastica con i fiori (regalo di mia madre), e iniziai a fare colazione. Verso la fine della seconda fetta de toast bussarono alla porta. Ma chi poteva essere a quest'ora? Aprì la porta e davanti a me c'era un sergente in servizio: il saluto mi venne automatico. Lo guardai dal basso verso l'alto e lo riconobbi subito, era Leslie Richard Groves.
-Soldato, dovrai presentarti alle ore 2.45 di stanotte all'aeroporto di New York nell'Hangar 79 per prestare servizio un'ultima volta aduna missione top secret direttamente da Washintong D.C.. Ulteriori informazioni saranno fornite stanotte. Ora riposo soldato
Una missione, era da tempo che non ne ricevevo più una, l'ultima ricordo bene era il bardamento delle stazioni tedesche ad Amsterdam ma poi nessuno mi chiese più niente e così mi fecero tornare in America, comunque era meglio se ascoltavo il generale, così mi misi a dormire.
Così allineai il mirino del Boeing con il ponte a T di Hiroshima. Alle 8.15.12 secondi era scattata l'ora A. Alle 8.15.16 secondi l'hangar si era aperto e un secondo dopo "Little Boy" scivolò via senza rumore. Alle 8.15.25 secondi si aprì il paracadute del "ragazzino atomico" e io virai in poco tempo e premetti l'acceleratore del mio Boeing lasciandomi alle spalle la città nipponica. Alle 8.15.35 secondi mandai il segnale che diceva "missione compiuta". Dissi ciò con una voce del tutto gelata e chiusi gli occhi. Alle 8.15.56 secondi la bomba esplose in un silenzio assordante. Alle 8.15.57 secondi Hiroshima non esisteva più. Tornai a Los Alamos alle 14.37 e venti minuti dopo mi consegnarono la medaglia e il presidente Truman mi disse:-Bravo ragazzo mio, hai fatto la cosa giusta.-. Arrivato a casa presi la medaglia che avevo ricevuto e la buttai via e nella mia mente mi balzò una domanda retorica: " Meglio al mia morte o quella di 250.000 persone?". Sicuramente la mia morte era molto meglio. Così da quel maledetto 6 agosto 1945 io ero certo che se anche avevo preso una medaglia al valore, mia madre non sarebbe stata più fiera di me.

Ho trovato questo
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

nemo0772

nemo0772 Blogger 57 Punti

VIP
Registrati via email