• Italiano
  • mi date una mano su un tema( dovete solo corregerlo)???

loddo
loddo - Habilis - 180 Punti
Rispondi Cita Salva
basta che fate copia e incolla... e che modificate le parti sbagliate... un lavoro da 5 minuti XD grazie in anticipo a chiunque mi voglia dare una mano.

Analizza la vita di trincea sulla base di quanto hai studiato, dai brani letti , dalle poesie di Ungaretti e dalle foto del dossier.


Tema

“È questa una guerra di miserabile infrattarsi. Uomini - pigmei che si imbucano sottoterra , pregando di scampare ai colpi di maglio del gigante che scuote la terra con cieco furor ”.Questa frase ( scritta da un soldato inglese alla famiglia)rappresenta sinteticamente ciò che accadeva nelle trincee e si possono cogliere i sentimenti di paura e la demoralizzazione dei soldati che combattevano. Nelle guerre di trincea definite “guerre di logoramento”, poiché erano statiche e la situazione peggiorava di giorno in giorno, per il freddo, la mancanza di viveri e la mancanza di igiene; durante i combattimenti ci sono stati moltissimi morti, ma raramente si riusciva ad avere risultati positivi. Le persone morivano per conquistare qualche chilometro e altrettanti morivano durante la controffensiva avversaria ; per i soldati in trincea la situazione era tragica, venivano mandati alla carica contro le trincee nemiche, le quali con le mitragliatrici, che erano un ottimo strumento difensivo facevano un massacro. Dai 2 testi di lussò e dalle poesie di Ungaretti si evince come la vita di trincea potesse essere dura : si combatteva con a fianco i corpi dei compagni morti ,dilaniati dai colpi dell’ artiglieria avversaria , “contratti in una smorfia di dolore con i denti digrignati e rivolto verso il plenilunio” ( come diceva Ungaretti). Il 1917 fu un anno molto duro per i combattimenti in trincea , ormai questa guerra di logoramento aveva demoralizzato gli uomini e si stava creando dentro di essi la voglia di una pace tanto ambita ; i soldati erano stufi di vedere tutto quel sangue ed erano stanchi di uccidere così nel 1917 si ribellarono in molti soprattutto in Italia e in Francia mossi dalla stanchezza del massacro. La guerra dopo il 1916 assunse proporzioni enormi, maggiori delle aspettative dei vari stati contendenti; le nazioni attuarono la leva di massa quindi molta gente in trincea era giovane e inesperta , ci furono molti casi di diserzione, fuga, simulazioni di malattie psichiche o mutilazioni pur di non combattere. In Francia oltre 40000 uomini si ammutinarono , mossi dalla voglia di pace ; anche nella disfatta di Caporetto ,la colpa , oltre che alle decisioni sbagliate del generale Cadorna fu dovuta all’ estraneità da parte dei contadini (combattenti come fanteria) dei valori della guerra. Ungaretti scrive molte poesie sulla prima guerra mondiale ,poesie brevi, è un poeta ermetico e nei suoi testi si esaltano le emozioni dei protagonisti. Nella sua poesia la mancanza di punteggiatura da un senso di dolore, queste poesie sono molte tristi e gli spazzi tra una strofa e l’ altra danno alla poesia un ritmo simile a quello di un singhiozzo. nelle sue poesia si capiscono gli stati d’ animo dei soldati e si comprendono i sentimenti che essi provavano in trincea.
31 secondi fa - 4 giorni rimanenti per rispondere.
mirma02
Rispondi Cita Salva
scusa ma visto ke è un lavoro di 5 minuti,xkè nn lo fai tu?ci avrai messo + tempo x scriverlo ke x farlo sicuramente
loddo
loddo - Habilis - 180 Punti
Rispondi Cita Salva
io l' ho fatto... e l' ho già corretto.... voglio renderlo migliore.
giulietta1927
giulietta1927 - Erectus - 52 Punti
Rispondi Cita Salva
Dopo il punto và la lettera MAIUSCOLA, ma per il resto và bene..
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Registrati via email