sminky
sminky - Ominide - 24 Punti
Salva
il collegamento tra l'undicesimo capitolo di " se questo è un uomo " e l'inferno di Dante!! x favore nel senso dove si assomigliano ...cosa hanno in comune o boh... qualsiasi cosa che sappiate dire a riguardo ... =(
coltina
coltina - Genius - 11957 Punti
Salva
CAPITOLO 11 da: http://www.scuoleingioco.it/2_CALVINO/uomo.html
Questo capitolo racconta di quando Levi insieme ad altri cinque detenuti viene mandato a fare le pulizie in una polveriera. Levi discute con Alex di cultura; ad un tratto gli viene in mente il canto di Ulisse. In un primo momento non capisce il motivo per cui abbia pensato proprio a quel canto, ma guardandosi intorno e scrutando quella realtà, capisce il perchè: egli si trova segregato senza libertà di scegliere ciò che ritiene opportuno, proprio come Ulisse, quando viene imprigionato nell'isola di Calipso (libro VI dell'Odissea).

Levi cerca di tradurre in francese il "Canto di Ulisse"di Dante per il suo compagno di prigionia Pikolo.Lo fa con l'urgenza di chi non sa se sarà ancora vivo dopo cinque minuti.Lo fa perché vuole che Pikolo capisca,perché è importante che lo faccia..perché due persone private della loro identità e diventate numeri possano tornare uomini,volare al di sopra della recinzione del lager,sentirsi di nuovo in grado di non avere come unici pensieri la fame e l'imminenza della morte.Così,inizia a tradurre.."Considerate la vostra semenza/fatti non foste per vivere come bruti/ma per seguire virtute e conoscenza".Queste poche righe da sole spiegano perché Levi considerasse così urgente che Pikolo le capisse..due uomini ridotti ad essere dei "nessuno"da altri uomini che hanno dimenticato di non essere stati creati per essere bruti,possono tornare ad essere dei "qualcuno"attraverso le parole del più famoso dei "Nessuno",vale a dire Odisseo,Ulisse..trovo che questo apparente paradosso sia cosi..grande,denso di significato.Spero che questa mia suggestione serva a qualcuno che magari da molto tempo non prende in mano "la divina commedia" o "se questo è uomo"..magari vi viene vohlia di rileggerli.Lascio con una domanda,se qualcuno ha voglia di rispondere..gli uomini del nostro secolo,che in linea teorica sono liberi di fare tutto,sono molto diversi dai "Nessuno"che erano divenuti Levi e Pikolo?O in questo mondo dove conta l'apparire siamo diventati gli "Uno,nessuno,centomila"di cui parlava Pirandello?
Ma questa mia forse non è una domanda,ma un invito..un invito ad essere sempre voi stessi,a non vergognarvi delle vostre fragilità..a ricordare che "Fatti non foste per vivere come bruti/ma per inseguire virtute e conoscenza".
da: http://deandre.forumfree.it/?t=36430090

Guarda qui...sembra un parallelo molto ovvio.....

http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20091123062140AAWxirD
http://digilander.libero.it/francomartino/levi/inferno.htm
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 341 Punti

Comm. Leader
Registrati via email