• Italiano
  • La regina Didone : dalla passione amorosa..

    closed post best answer
coconut9
coconut9 - Ominide - 31 Punti
Salva

descivi in prosa la passione d'amore di didone per enea dal punto di vista del consiglio degli anziani di Cartagine.

mariachiarabello
mariachiarabello - Habilis - 203 Punti
Salva

ok, ma questo sembra un pezzo di teatro :D
quindi tutti i "noi" diventano "il consiglio degli anziani " in terza persona.

quindi

La regina, ormai tormentata da un grande affanno, nutre un sentimento d'amore dentro di sè che la fa soffrire ed è divorata da un dilemma interiore (un fuoco cieco). Il consiglio degli anziani vede come la regina Didone abbia dimenticato i suoi doveri: non vengono più costruite mura e torri , le opere iniziate rimangono incomplete , i giovani non si esercitano più nelle armi. Ella sembra essere diventata pazza da quando l'ospite è entrato nel palazzo: continuamente offre sacrifici e interroga gli dei per sapere se il loro vincolo nuziale sarà benedetto. Inoltre, gli anziani guardano con occhio critico il tempo che la regina e lo straniero passano insieme, durante il quale Didone mostra il palazzo e i suoi segreti ad Enea e si fa narrare le sue avventure.

circa così, se ho capito cosa voleva la tua prof :)

melody_gio
melody_gio - Tutor - 32375 Punti
Salva

Ciao coconut,
dovresti fornire tu una descrizione in prosa e noi ti aiutiamo con le correzioni.

Ciao,
Giorgia.

coconut9
coconut9 - Ominide - 31 Punti
Salva
Si ma io non ho capito come si fa . infatti volevo che qualcuno mi aiutasse a iniziarlo e poi lo continuavo io
testudo
testudo - Sapiens - 331 Punti
Salva
Ciao! Hai un testo in poesia da cui partire? Prova a inviare quello...ciao

Aggiunto più tardi:

Ciao! Hai un testo in poesia da cui partire? Prova a inviare quello...ciao

Aggiunto 2 secondi più tardi:

Ciao! Hai un testo in poesia da cui partire? Prova a inviare quello...ciao

Aggiunto 1 minuto più tardi:

Chiedo scusa ho inoltrato più volte la stessa risposta...
coconut9
coconut9 - Ominide - 31 Punti
Salva

Se mi stai chiedendo il testo,è questo , altrimenti non capisco perchè non è una poesia

Con queste parole infiammò l'animo ardente d'amore,
diede speranza alla mente dubbiosa, e dissolse il pudore.
Prima si recano nei templi, e implorano la pace
sulle are; sacrificano secondo il rito scelte pecore bidenti
a Cerere legislatrice e a Febo e al padre Lieo,
a Giunone prima di tutti, che tutela i vincoli nuziali.
La bellissima Didone, tenendo nella destra una coppa,
la versa tra le corna d'una candida giovenca, o s'aggira
davanti alle statue degli dei tra le ricche are,
e rinnova il giorno con doni, e aperto il petto
delle vittime consulta col respiro sospeso le viscere palpitanti.
Oh ignare menti dei profeti! che giovano all'invasata
i voti e i templi? Frattanto una dolce fiamma
divora le midolla, e tacita vive la ferita nel cuore.
Arde l'infelice Didone e vaga per tutta la città,
invasata; quale una cerva colpita da una freccia,
che un pastore inseguendola incauta trafisse con dardi
da lontano nei boschi cretesi, e le lasciò dentro l'alato ferro,
ignaro; quella percorre in fuga le selve e le balze
dittee; ma non si distacca dal fianco l'asta mortale.
Ora conduce Enea con sé attraverso le mura,
e mostra le ricchezze sidonie e la città preparata;
comincia a parlare, e a metà del discorso s'arresta;
ora sul calare del sole desidera un nuovo convito,
e chiede, folle, di udire ancora una volta i travagli
di Troia, e ancora una volta pende dalle labbra del narratore.
Poi, appena si congedano, e la luna a sua volta oscurandosi
nasconde la luce, e le stelle calanti conciliano il sonno,
si tormenta sola nel vuoto palazzo, e giace sui tappeti
abbandonati: lui, lontana. Iontano ascolta e vede;
o tiene in grembo Ascanio, presa dall'immagine
del padre, per cercare di ingannare così l'indicibile amore.
Le torri cominciate non crescono, la gioventù non si esercita
nelle armi, e non allestiscono porti o sicuri bastioni
per la guerra; pendono interrotte le opere e la superba
crescita delle mura, e le loro impalcature che uguagliano il
cielo.

mariachiarabello
mariachiarabello - Habilis - 203 Punti
Salva

Come ben saprai, il consiglio degli anziani non era per niente contento dell'amore di Didone per Enea..

In questo testo puoi vedere come i sentimenti di Didone vengano presi per follia "che giovano all'invasata i voti e i templi? ", "Arde l'infelice Didone e vaga per tutta la città, invasata" ecc ecc

come sia malvisto il suo desiderio di conoscere la volontà degli dei attraverso sacrifici e preghiere, per sapere se la loro unione sarebbe stata benedetta dagli dei oppure no:

"Prima si recano nei templi, e implorano la pace sulle are; sacrificano secondo il rito scelte pecore bidenti
[..] a Giunone prima di tutti, che tutela i vincoli nuziali.
La bellissima Didone, [..]la versa tra le corna d'una candida giovenca, [..] e aperto il petto delle vittime consulta col respiro sospeso le viscere palpitanti."

e infine come sia malvisto anche tutto il tempo trascorso da loro due insieme: prima Didone viene descritta come una cerva che sebbene ferita, continua a inseguire il suo cacciatore (ovvero che questa "frequentazione" non porterà a nulla di buono), poi racconta di come lei gli mostri tutto il palazzo e gli chieda mille volte di raccontarle le sue imprese e infine descrive come la notte lei sia consumata dal desiderio, tanto da non riuscire a dormire

"Poi, appena si congedano, e la luna a sua volta oscurandosi
nasconde la luce, e le stelle calanti conciliano il sonno,
si tormenta sola nel vuoto palazzo, e giace sui tappeti
abbandonati"

ovvio che questo non è un testo in prosa, ma spero di averti dato qualche spunto utile!

testudo
testudo - Sapiens - 331 Punti
Salva
Ciao! Il testo che hai inviato e' poesia. Secondo me devi fare la parafrasi... come avrai già fatton per 'Iliade e l'Odissea. Anche l'Enedide (da cui è tratto questo testo)e' poesia epica.
coconut9
coconut9 - Ominide - 31 Punti
Salva

Ma la regina, ormai tormentata da un grande affanno, nutre un sentimento d'amore dentro di sè che la fa soffrire ed è divorata da un dilemma interiore (un fuoco cieco).
Le tornano in mente il grande valore dell'eroe e la memorabile storia della sua stirpe: non riesce a dimenticare, poichè li porta impressi nel cuore, il volto e il racconto dell'eroe (Enea); l'affanno non le concede di dormire.
L'aurora del giorno successivo illuminava le terre con la luce del sole e aveva già allontanato dal cielo l'umidità della notte, quando (Didone), già turbata, parla con la sorella con cui va d'accordo: "Anna, sorella, non sai che sogni mi tengono sveglia e mi angosciano! Che ospite straordinario è entrato nel nostro palazzo, mostrandoci il suo volto! Che forza nell'animo e nelle armi! Credo che sia davvero di stirpe divina e non per un'ingannevole illusione! La paura mostra gli animi paurosi. Quale destino lo ha agitato! Narrava di tristi battaglie! Se non avessi preso la decisione irremovibile e fissa nel cuore di non volermi unire a nessuno in matrimonio, dopo che il mio primo amore (Sicheo) deluse con la morte le mie aspettative di una vita felice, se non odiassi il letto nuziale e le fiaccole del corteo di nozze, forse solo per lui (Enea), potrei peccare rompendo la mia promessa.
la parafrasi che ho scritto è questa , non l'ho scritta io l'ho trovata su internet. Mi avete scritto in 2 ma non capisco,quello che devo fare ..

mariachiarabello
mariachiarabello - Habilis - 203 Punti
Salva

Devi metterti nei panni del consiglio degli anziani, vedere con il loro occhi la scena e scriverla in prosa.
Il consiglio è contrario all'amore di Didone per Enea e per questo tutti i suoi gesti e i suoi sentimenti sono visti in malo modo, in particolare come follia.

Quindi il testo che ti deve venire fuori è una prosa in cui riprendi (parafrasando) i motivi e le descrizioni della poesia e in cui sottolinei come i gesti di Didone siano storpiati dagli occhi degli anziani: loro non la vedono come una donna innamorata ma come una pazza.

coconut9
coconut9 - Ominide - 31 Punti
Salva
la regina, ormai tormentata da un grande affanno, nutre un sentimento d'amore dentro di sè che la fa soffrire ed è divorata da un dilemma interiore (un fuoco cieco) ma noi del consiglio degli anziani , abbiamo notato che la regina Didone ha dimenticato i suoi doveri , non vengono più costruite mura e torri , le opere iniziate rimangono incomplete , i giovani non si esercitano più nelle armi ...sembra essere diventata Pazza da quando l'ospite straordinario è entrato nel nostro palazzo, mostrandoci il suo volto! Che forza nell'animo e nelle armi! Credo che sia davvero di stirpe divina e non per un'ingannevole illusione! La paura mostra gli animi paurosi. Quale destino lo ha agitato! Narrava di tristi battaglie! ... manca qualcosa?
coconut9
coconut9 - Ominide - 31 Punti
Salva
devo aggiungere qualcos'altro o va bene cosi'?
mariachiarabello
mariachiarabello - Habilis - 203 Punti
Salva
Decidi tu! se ti sembra vada bene ok, altrimenti aggiungici altri dettagli/spiegazioni
coconut9
coconut9 - Ominide - 31 Punti
Salva
okay grazie mille:)
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di luglio
Vincitori di luglio

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Registrati via email