• Italiano
  • LA MUSICA NELLA SOCIETà CONTEMPORANEA

    closed post
KERO89
KERO89 - Ominide - 42 Punti
Salva
LA MUSICA NELLA SOCIETà CONTEMPORANEA
coltina
coltina - Genius - 11957 Punti
Salva
cosa deve essere? un tema? una ricerca? un saggio?????
se siete così vaghi come si fa a darvi una mano?
dolce_salentina94
dolce_salentina94 - Bannato - 426 Punti
Salva
Ecco, ti faccio copia-incolla di un tema preso da un sito che li ha postati per la maturità.

"La musica, in tutte le sue forme e secondo i gusti individuali, è un importante mezzo per sfogarsi, per rilassarsi e, soprattutto per gli adolescenti, una ragione di conforto, discussione ed un modo per conoscersi e divertirsi .
Per questo un certo tipo di musica può diventare la bandiera di "bande" di teenangers in tutto il mondo: esempi possono essere i BEATLES per i giovani di mezza Europa negli anni 60 quando milioni di persone "idolatravano" e "copiavano" questa band inglese (nel modo di vestire, nel taglio dei capelli, ecc...), oppure le gang afroamericane delle metropoli statunitensi, per le quali il rap/hip hop oltre ad essere il genere preferito e addirittura il simbolo, una caratteristica tipica di questi giovani.

facendo riferimento alla realtà a me vicina, io tenderei a dividere i giovani in due categorie: quella più numerosa di chi la musica l'ascolta solo, e quella composta di coloro che vogliono e hanno la possibilità di suonarla: questi sono generalmente ragazzi che da anni suonano un solo strumento (PIANOFORTE, CHITARRA, BATTERIA, ecc…) e si riuniscono in piccoli gruppi per lo più per divertirsi con gli amici (quindi senza ambizioni particolari).

Tra coloro che per un motivo o per l'altro, la musica la ascoltano solamente, gli adolescenti si differenziano per il tipo di approccio che hanno con la musica, a secondo dell'età (PRIMA ADOLESCENZA/SCUOLE MEDIE e SCUOLE SUPERIORI) e soprattutto dal sesso:

i ragazzi cominciano ad interessarsi alla musica verso i 13/14 anni, orientandosi verso quella commerciale (RAP e POP) più pubblicizzata, poi entrando in contatto con "nuove realtà" (nuova scuola, nuovi compagni, ecc) iniziano ad ampliare i propri "orizzonti musicali" alle scuole superiori (anche DANCE, ROCK, ecc) prediligendo di volta in volta la musica che fa tendenza.

Le ragazze fin dai 10/11 anni cominciano a mitizzare qualsiasi belloccio che sorride e fa l'occhiolino nei video clip; anche loro quando cambiano scuola e cominciano a frequentare le discoteche tendono, ad ampliare il proprio bagaglio musicale a favore soprattutto dei gusti del gruppo.

Esiste anche un'altra categoria di persone che, ascoltando musica diversa da quella del gruppo, a volte vengono etichettate come diverse: sono quelli che amano generi come la musica da camera, la metallica, l'hardcore, ecc.

Per quanto riguarda il mio rapporto con la musica, io faccio parte di coloro che la musica la ascoltano soltanto, sia perché non ho mai avuto tempo né voglia di dedicarmi all'uso di uno strumento, sia perché fin da quando ero alle scuole medie, la musica per me rappresentava un modo per rilassarmi e divertirmi, e non volevo che diventasse una ragione di studio e d'impegno, facendomi perdere il gusto di ascoltarla.

A me piace molto ascoltare la musica sia per divertimento sia per passatempo e, specie negli ultimi anni, questo sta diventando per me quasi un hobby. Infatti amo molto sentire qualche bel CD, soprattutto quelli “artigianali”, cioè quelli con i brani scaricati da Internet, gli ormai famosissimi Mp3, noti per la recente chiusura di Napster che era uno dei maggiori siti che a livello mondiale permettesse di scaricare ogni canzone (o quasi) si volesse.

Il mio genere preferito è L’house.

Genere nato a Chicago tra la fine degli anni '70 e la metà degli anni '80 ,viene creato con l'uso di computer, di sequencer e di sintetizzatori .

Il primo paese oltreoceano a farsi contaminare dalla house fu l'Inghilterra, che entrò in contatto immediato con la acid house, versione più estrema della house pura

Il mondo house non è solo musica; ma è anche abbigliamento, club di tendenza, etichette discografiche e soprattutto d.j. di fama internazionale, ognuno specializzato nel proprio genere. Richiestissimi in tutto il mondo, come vere e proprie star da hit parade, i migliori disc jockey del mercato house suonano ormai nelle più note discoteche di Londra, Parigi, New York, Ibiza e sprattutto Milano. Alcuni dei nomi più noti sono: Danny Tenaglia Carl Cox, Paul Van Dyk, Dave Morales, Roger Sanchez e ErickMorillo.

Le occasioni in cui l’ascolto sono molte: quando sono felice perché così anch’essa contribuisce alla mia felicità, quando c’è festa perché procura a tutti divertimento, quando sono in viaggio per scacciare la noia, quando ho voglia di ballare e in ogni altro momento della giornata in cui sento di averne bisogno. Inoltre sono convinto che dai gusti musicali di qualcuno, si riescano ad capire le principali caratteristiche dell'individuo."
ciampax
ciampax - Tutor - 29109 Punti
Salva
Dolce_salentina: pubblica un altra volta una cosa copiata da qualche parte e ti banno.
carlotta sara
carlotta sara - Sapiens - 626 Punti
Salva
http://www.guaccero.it/NC.html
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 208 Punti

Comm. Leader
Il_aria

Il_aria Blogger 2 Punti

VIP
Registrati via email