• Italiano
  • ki è ke mi trova il pensieroo di elio vittorini perfavore ho cercato ma nn lo trovoooo

    closed post
bambulell97
bambulell97 - Ominide - 33 Punti
Salva
pensiero dui elio vittorini
coltina
coltina - Genius - 11957 Punti
Salva
violà! era un po' lungo così ti ho copiato solo le parti fondamentali, il testo originale lo trovi su:
http://library.thinkquest.org/28490/data/italiano/autori/vittorini.htm

Poetica
Elio Vittorini è considerato uno degli interpreti maggiori della crisi del nostro tempo, e il suo nuovo umanesimo è fondato sull'allegoria del sentimento, sulla memoria del cuore e dell'infanzia, sul sentimento collettivo e anarchico della solidarietà umana. In questo senso il momento pseudomarxista del “Politecnico” indica soltanto il periodo occasionale di una solitaria protesta politico-letteraria, che intravedeva nel Neorealismo una letteratura di opposizione alla retorica del Fascismo, ma che non riusciva a fare di lui, scrittore libero e anarchico, un suonatore di piffero alla rivoluzione comunista.
“I tempi principali di Conversazione in Sicilia e dell’opera di Vittorini erano due: l'adagio e l'allegro. "L'adagio" è dato dai temi più semplici accennati sin qui, il tema dell'infanzia, il tema del padre poeta e pover'uomo, il tema del treno merci e della cantoniera, il tema della disperazione degli uomini, ognuno col suo proprio diavolo sotto il cielo delle solitudini, il tema del fratello morto come lo ricorda la madre, il tema di questa Sicilia di dopo il Verga, nella quale gli uomini non hanno più cronaca e non hanno più le loro povere storie ma hanno un'unica storia umana che è poi quella dello stesso scrittore e della quale hanno anche loro imparato il significato [ ...]. "L'allegro" vive invece di temi molteplici, che si estendono su di una gamma assai vasta, dall'ironico al tragico, a cominciare dai colloqui di Coi Baffi e Senza Baffi, al lungo tema insistito delle visite in paese, al colloquio nel cimitero, alla danza dei coltelli, al coro finale del vino.

Tematica
Per essere uomini veri, secondo Vittorini, bisogna avere coscienza delle offese del mondo, saper superare i propri dolori personali, saper piangere per i dolori di tutti, ed anche essere perseguitati ed essere dalla parte dei perseguitati. Questa figura di uomo forte e coraggioso, che pensa ad altri doveri, egli ha incarnato nel Gran Lombardo (Conversazione in Sicilia), simbolo dell'Uomo. Ed è significativo che proprio negli anni tra il 1937 e il 1940, cioè dal periodo della guerra di Spagna alla crisi politica che portò alla seconda guerra mondiale, quando sembrava che la violenza venisse premiata e il diritto venisse sopraffatto dalla forza, i termini Fascismo e antifascismo si ridimensionavano in Conversazione in Sicilia dal piano politico al piano morale, fino al punto che, secondo Vittorini, il mondo si divideva in uomini e non uomini, in perseguitati e oppressori; “ uomini ” erano, ovviamente, i perseguitati consapevoli dei doveri verso la società, e “ non uomini ”, coloro che rimanevano fermi ai loro interessi. Il Fascismo di Vittorini in questo senso potrebbe essere una categoria morale-politica, dato che egli non si preoccupa di definirne le basi oggettive che lo caratterizzano storicamente. L'ideologia politica di Vittorini non è pertanto l'antifascismo in senso oggettivo di condanna di un regime politico per l'esaltazione di un regime opposto, bensì una categoria morale di tipo anarchico e piccolo-borghese di tipo soggettivo.
I germi della nuova rivoluzione culturale erano da cogliere in quella interna inquietudine e in quell'ansia di superamento che sembrava avere la letteratura decadente. In questo modo Vittorini risolveva positivamente i rapporti con la cultura decadente, ma nello scegliere i nuovi compagni di strada e le nuove alleanze per realizzare la nuova cultura era costretto a fare i conti con la nuova realtà politica.

Dalla discussione si arrivò presto allo scontro tra Vittorini e il Partito Comunista. La prima polemica avvenne con Alicata, la seconda con Togliatti. Il primo rimproverava a Vittorini di non aver saputo ristabilire un contatto produttivo tra la nostra cultura e i problemi concreti delle masse popolari italiane in modo da stabilire un ponte che potesse sanare la frattura tra i ceti medi e le masse lavoratrici.
Togliatti, rimproverava a Vittorini l’affermazione della priorità della cultura sulla politica e poi il fatto che l'informazione enciclopedica, a cui il “Politecnico” tendeva, sopraffaceva il pensiero. Per questo il “Politecnico”, nato con l'intenzione di rinnovare la cultura, non aveva rinnovato e non rinnovava proprio niente. Ma Vittorini ribadiva le sue posizioni di fondo:
1) difesa delle esigenze interne, segrete dello scrittore che è rivoluzionario al di sopra e al di là della politica, per le sollecitudini e le istanze che egli scopre e rileva di sua iniziativa e in piena libertà;
2) se l'uomo di cultura si allinea senz'altro con le direttive del partito, sia pure partito rivoluzionario, non fa che suonare il piffero della rivoluzione: colui che fa questo non fa nulla di diverso dai poeti arcadi che suonavano il piffero alla reazione.
Nel discorso tenuto a Ginevra nel 1948, “L'artiste doit-il s'engager?”, Vittorini confermava, ancora una volta, la libertà dell'artista dall'impegno politico, in quanto l'artista che vive la realtà del suo tempo è sempre impegnato nelle rivoluzioni che questa realtà comporta:
se l'arte è stata più forte d'ogni ideologia sua contemporanea e d'ogni alienazione sua contemporanea lo è stata sempre nella misura in cui l'engagement naturale dell'artista ha avuto più forza dell'engagement velleitario che gli si chiedeva o gli si imponeva.
In sostanza, per Vittorini l'impegno dell'artista non è mai esterno alla sua arte, ma intrinseco nel messaggio interiore della sua arte, in perfetta coerenza col mondo dell'artista, uomo reale e legato alla sua realtà storica.
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 281 Punti

Comm. Leader
Registrati via email