MartaGiliberti
MartaGiliberti - Ominide - 42 Punti
Salva
Per favore mi serve per domani il ritratto interiore dell'innominato!!!!
Coma
Coma - Genius - 2445 Punti
Salva
l'innominato e' un personaggio forte per il carattere,forse il piu' forte del romanzo.
E' sempre stato un delinquente,ma da giorni prima della richiesta di Rodrigo,sentiva il brivido e la nausea nelle cose k faceva.Si deve dire inoltre che e' un personaggio d'onore anche se maligno e temuto da tt xke' quando accetto' la richiesta di Rodrigo se ne penti' subito ma decise di continuare l'azione xke' ormai accettata.All'arrivo di Lucia nel suo castello intimorito da questa mando' una sua fedele serva a consolarla,che poi le diede notizie della testardaggine della ragazza.Mostra pero' anche una forte curiosita' e voglia di conoscere la ragazza,quando seppe k inteneri' il Nibbio suo fedele + spietato.Dopo la breve conoscenza di Lucia rimane perplesso da come questa gli abbia dato un'impressione di riscatto dei suoi peccati e per lo + da questa frase"Dio perdona molte cose per un gesto di misericordia"cosi' l'Innominato inizio ad avere una forte crisi coscienziale arrivando quasi al punto del suicidio se nn che' arrivata l'alba senti' le campane di felicita' dei cittadini per l'arrivo del cardinale Borromeo e inizio' a chiedersi come un solo uomo poteva dare tale felicita' e inizio' a pensare a cosa aveva fatto di buono nella sua vita e nn trovando di questi ricordi e ricordando della frase di Lucia si decise alla conversione,cosa molto difficile k pero' col suo carattere forte riusci' a superare.
Allora,l'innominato e':di carattere molto forte,di una gran coscienza,di un grande spirito,uomo d'onore,rispettoso degli altri.Ciaoo spero di esserti stato d'aiuto8)
mery99
mery99 - Erectus - 64 Punti
Salva
L'Innominato è un personaggio de I promessi sposi chiamato così per il nome sconosciuto.
Egli è una delle figure psicologicamente più complesse e interessanti del romanzo. Personaggio storicamente esistito nel quale l'autore fa svolgere un dramma spirituale che affonda le sue radici nei meandri dell'animo umano. L'Innominato, figura malvagia la cui malvagità più che ripugnanza forse incute rispetto, è il potente cui Don Rodrigo si rivolge per attuare il piano di rapire Lucia Mondella. In preda a una profonda crisi spirituale, l'Innominato scorge nell'incontro con Lucia un segno, una luce che lo porta alla conversione; solo in un animo simile, incapace di vie di mezzo, una crisi interiore può portare a una trasformazione integrale. Durante la famosa notte in cui Lucia è prigioniera nel castello, la disperazione dell'Innominato giunge al culmine, tanto da farlo pensare al suicidio, ma ecco che la Provvidenza e le parole di Lucia lo salvano e gli mostrano la via della misericordia e del perdono. La sua conversione giunge dopo la notte angosciosa, infatti quel giorno giunse nel suo paese il cardinale Federigo Borromeo, personaggio storico. La scelta di Manzoni del personaggio per attuare la conversione non è certamente casuale, infatti solo un uomo di una bontà somma come il cardinale poteva redimere l'Innominato. Questi due personaggi si possono assumere per certi aspetti come opposti. Dopo la conversione l'Innominato cambia completamente e coglie al volo l'occasione per fare del bene in maniera proporzionata al male che fece.
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

.anonimus.

.anonimus. Tutor 43843 Punti

VIP
Registrati via email