• Italiano
  • HELP x ultimo voto di italiano

IHateSchooll
IHateSchooll - Habilis - 212 Punti
Rispondi Cita Salva
chi riesce a rx alle domandine in fondo??è di fondamentae importanza xk è l'ultimo voto del quadrimenstre e si decide se darmi il debito o no dopo qst compitino...
Dante XXI canto inferno

Noi andavam con li diece demoni.
Ahi fiera compagnia! ma ne la chiesa
15 coi santi, e in taverna coi ghiottoni.
Pur a la pegola era la mia ’ntesa,
per veder de la bolgia ogne contegno
18 e de la gente ch’entro v’era incesa.
Come i dalfini, quando fanno segno
a’ marinar con l’arco de la schiena
21 che s’argomentin di campar lor legno,
talor così, ad alleggiar la pena,
mostrav’alcun de’ peccatori ’l dosso
24 e nascondea in men che non balena.
E come a l’orlo de l’acqua d’un fosso
stanno i ranocchi pur col muso fuori,
27 sì che celano i piedi e l’altro grosso,
sì stavan d’ogne parte i peccatori;
ma come s’appressava Barbariccia,
30 così si ritraén sotto i bollori.
I’ vidi, e anco il cor me n’accapriccia,
uno aspettar così, com’elli ’ncontra
33 ch’una rana rimane e l’altra spiccia;
e Graffiacan, che li era più di contra,
li arruncigliò le ’mpegolate chiome
36 e trassel sù, che mi parve una lontra.
I’ sapea già di tutti quanti ’l nome,
sì li notai quando fuorono eletti,
39 e poi ch’e’ si chiamaro, attesi come.
"O Rubicante, fa che tu li metti
li unghioni a dosso, sì che tu lo scuoi!",
42 gridavan tutti insieme i maladetti.
E io: "Maestro mio, fa, se tu puoi,
che tu sappi chi è lo sciagurato
45 venuto a man de li avversari suoi".
Lo duca mio li s’accostò allato;
domandollo ond’ei fosse, e quei rispuose:
48 "I’ fui del regno di Navarra nato.
Mia madre a servo d’un segnor mi puose,
che m’avea generato d’un ribaldo,
51 distruggitor di sé e di sue cose.
Poi fui famiglia del buon re Tebaldo;
quivi mi misi a far baratteria,
54 di ch’io rendo ragione in questo caldo".
E Cirïatto, a cui di bocca uscia
d’ogne parte una sanna come a porco,
57 li fé sentir come l’una sdruscia.
Tra male gatte era venuto ’l sorco;
ma Barbariccia il chiuse con le braccia
60 e disse: "State in là, mentr’io lo ’nforco".
E al maestro mio volse la faccia;
"Domanda", disse, "ancor, se più disii
63 saper da lui, prima ch’altri ’l disfaccia”.

1. Fai la parafrasi dei vv. 46-54.
2. Ci sono nel testo similitudini e metafore di natura animale; individuale, analizzare e spiega le motivazioni ke hanno spinto il poeta ad utilizzarle x rappresentare quei peccatori.
3. Il discorso del barattiere è tutt’altro ke privo di accorgimenti retorici, in funzione mimetica del modo di parlare tenute in vita. Sottolinea nel brano le figure di suono e di posizione descrivendo l’effetto prodotto.
4. Nel passo scelto si rende evidente la natura crudele dei diavoli a dispetto dei loro comici nomi. Seleziona e commenta le espressioni ke traducono il loro comportamento da seviziatori e l’atteggiamento del poeta riguardo ad esso.
5. Quali sono i vocaboli, le locuzioni o le immagini ke documentano lo stile comico dantesco caratteristico del basso inferno? Scegline almeno 3 nel testo e commentane l’efficacia.
6. Partendo dal presupposto ke la condanna in contumacia di dante fu x baratteria, elabora una riflessione sul contrappasso scelto dal poeta x qst peccatori e sulla rappresentazione della perdita della loro dignità, rifacendoti anke al canto XXI, con qst strettamente interrelato.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Registrati via email