shark
shark - Genius - 8072 Punti
Rispondi Cita Salva
persona e' morta dopo uno scontro tra tifosi laziali e juventini, che sono venuti a contatto in un'area di servizio lungo l'autostrada A1, in provincia di Arezzo. La vittima sarebbe un tifoso laziale, si chiama Gabriele Sandri, 26 anni. Secondo le prime informazioni la vittima sarebbe stata raggiunta da un colpo di pistola. Gli agenti avrebbero sparato un colpo in aria a scopo intimidatorio nel tentativo di sedare i tafferugli. L'area di servizio in questione e' quella di Badia al Pino......

ekko l'articolo di iskuro tutti sapete di ki stò parlando...bhè stavo pensando di iskuro nelle skuola se ne parlerà molto...e...cmq penso ke assegneranno qlk tema(cm hanno ftt a me) su questo episodio ke ne dite di farlo emetterlo tra gl iappunti di skuola.net??....io stasera alle 6 vengo su skuola.net nn sò x dare una mano askrivere voi provate a darmi una guida x skriverlo una scaletta oppure nn sò vedete voi ci veiamo alle 6 ciauuu....PSKE SKIFO KE STà DIVENTANDO IL CALCIO
mitraglietta
mitraglietta - Mito - 62599 Punti
Rispondi Cita Salva
shark : PS: KE SKIFO KE STà DIVENTANDO IL CALCIO

quoto!
Francy1982
Francy1982 - Mito - 119085 Punti
Rispondi Cita Salva
ma sai shark forse hai ragine ma io mi sento anche da dire che il ragazzo non è stato ucciso dallo sport ma su un autostrada alla fine il calcio come sport o cmq il calcio giocato a parer mio c'entra pochissimo!
Daniele
Daniele - Blogger - 27609 Punti
Rispondi Cita Salva
Ragazzi, cerchiamo un tema per parlare di Gabbo. Il migliore verrà pubblicato nella sezione Temi di Italiano!
Postate qui il vostro!
italianjob
italianjob - Genius - 5451 Punti
Rispondi Cita Salva
shark : persona e' morta dopo uno scontro tra tifosi laziali e juventini, che sono venuti a contatto in un'area di servizio lungo l'autostrada A1, in provincia di Arezzo. La vittima sarebbe un tifoso laziale, si chiama Gabriele Sandri, 26 anni. Secondo le prime informazioni la vittima sarebbe stata raggiunta da un colpo di pistola. Gli agenti avrebbero sparato un colpo in aria a scopo intimidatorio nel tentativo di sedare i tafferugli. L'area di servizio in questione e' quella di Badia al Pino......

ekko l'articolo di iskuro tutti sapete di ki stò parlando...bhè stavo pensando di iskuro nelle skuola se ne parlerà molto...e...cmq penso ke assegneranno qlk tema(cm hanno ftt a me) su questo episodio ke ne dite di farlo emetterlo tra gl iappunti di skuola.net??....io stasera alle 6 vengo su skuola.net nn sò x dare una mano askrivere voi provate a darmi una guida x skriverlo una scaletta oppure nn sò vedete voi ci veiamo alle 6 ciauuu....PSKE SKIFO KE STà DIVENTANDO IL CALCIO
una precisazione non e' stato uno scontro ma una piccola rissa tra 8 persone,per me il calcio c entra ben poco,sai quante risse si scatenano tutti i giorni nelle citta' italiane,io credo che siano all'ordine del giorno,comunque questa idea del tema non e' per niente male:hi
fpmarcus
fpmarcus - Genius - 16771 Punti
Rispondi Cita Salva
Il mio calcio…


dedicato a Gabriele

Sono nato nel 1972 (anno in cui la Juve vinse lo scudetto), sono probabilmente uno dei piu` `anziani` tra i frequentatori di questo sito e come potete capire seguo da appassionato prima e da tifoso poi il calcio sin da quando probabilmente voi non solo non eravate nati, ma forse non eravate nei programmi dei vostri genitori.
Mi dice mia mamma che gia` a tre anni snocciolavo quasi a memoria la formazione della Juve di quei tempi (Zoff… Gentile… Morini… Marchetti… Furino… Scirea… etc etc).
Ricordo quant`era morbido quel cuscino con la federe dove c`era stampata una bella zebra imbizzarita.
Ricordo poi che alle scuole elementari ogni giorno prima di entrare in classe, all`intervallo e anche all`uscita era troppo bello giocare a figurine (i `ficozzi` come li chiamavamo noi) sia quelle dell`album Panini che quelle un po` piu`… discount di Calcio Flash. Era ancora piu` bello riempire l`album, scambiarsi i doppioni, attaccare le figurine dei miei campioni preferiti sul quaderno.
Ricordo perfettamente la gioia che provai quando, completato l`album del campionato 81/82 lo inviai per posta a Modena alla Panini e loro mi inviarono l`album dei Mondiali 1982 (quello che poi vinse l`Italia) con ben 50 pacchetti di figurine in regalo. Ricordo l`emozione di quella sera finiti i compiti (perche` mia mamma voleva che prima finissi i compiti) di scartare tutte quelle figurine, tante tantissime, non finivano mai.
Ricordo quando ero in colonia estiva a Montesilvano, in Abruzzo, la sera dell`11 luglio 1982 e le suore che ci governavano ci fecero restare in piedi fino a tardi pur di vedere la partita Italia-Germania, e poi festeggiare nelle camerate tirandosi gavettoni di acqua. Eravamo Campioni del Mondo!
Ricordo quando una sera di maggio del 1985, tredicenne, dopo aver trepidato per un intera stagione e dopo un`intera giornata passata con la mente rivolta solo a quell`evento, mi misi con mio papa` davanti alla tv per assistere a Juve-Liverpool, finale della Coppa dei Campioni.
Ricordo che quella partita` non si gioco` subito, inizio molto in ritardo perche` alcuni spettatori inglesi ubriachi e violenti (cosi` li voglio chiamare, non certo tifosi) inizio` a caricare e costrinse a indietreggiare i loro vicini di settore, un gruppo di indifesi tifosi italiani, tutta gente normale, famiglie, bambini, padri, sorelle, non certo violenti ma con l`unica colpa di essere italiani e di amare la Juve. E a forza di indietreggiare molti rimasero schiacciati o soffocati. Purtroppo quella sera 39 persone morirono e io conobbi per la prima volta un altro aspetto del mio amato pallone, la violenza.
Anche se poi la partita si gioco` lo stesso (dicono per motivi di ordine pubblico) e la mia squadra vinse io quella notte piansi, piansi perche` pensavo ad Andrea Casula, un bambino di 11 anni, un piccolo tifoso come me che aveva coronato il suo sogno, coltivato chissa` da quanto, di seguire la sua squadra in una partita cosi` importante. E invece perse la vita insieme al suo papa` in quello stadio che solo evocarne il nome mette paura, l`Heysel.
Ricordo che il giorno dopo, a scuola, molti miei compagni si complimentavano con me per la vittoria della mia squadra (all`epoca ancora succedeva…) ma io in silenzio e con sguardo serio e triste mostravo la prima pagina del Corriere dello Sport, che aveva una foto di una vittima e un titolo inequivocabile, OLOCAUSTO!
Ricordo quanto ero contento che finalmente dopo aver seguito sempre e solo alla tv la Nazionale finalmente nelll`estate 1990 i Campionati Mondiali si giocassero nel nostro Paese, Italia `90 appunto, e la grande aspettativa che avevo man mano che si avvicinava la partita inaugurale, Argentina-Camerun, e il giorno dopo l`esordio della nostra Nazionale.
Ricordo come fosse oggi la giornata coi miei compagni di classe trascorsa al campo sportivo di Marino, dove gli azzurri si allenavano durante quel Mondiale, ricordo che molte ragazze erano li` per vedere Giannini o Vialli o Zenga (gli idoli azzurri di quel periodo), io invece ero li` per vedere (e possibilmente avere l`autografo di) un giovane ragazzo-prodigio di neanche 23 anni, che ancora pochi consideravano ma che di li` a poco riusci` a strabiliare il mondo, Roberto Baggio. Avevo assistito dal vivo due anni prima al suo esordio in Nazionale: stadio Olimpico, tribuna tevere laterale, Italia-Olanda 1-0, gol di Vialli. E io adolescente tifoso che vedevo in lui il nostro Maradona, il calciatore che tutto poteva col suo sinistro.
Ricordo i martedi che correvo all`edicola a comprare il Guerin Sportivo, un bellissimo giornale (non so se esce ancora) che era la vera Bibbia di noi calciofili.
Ricordo quando, dai 18 anni in poi, nei primissimi viaggi o vacanze all`estero che potevo permettermi con i classici lavoretti estivi che abbiamo fatto tutti, oppure durante il periodo di studio che ho trascorso in Inghilterra, come ogni occasione fosse buona per andare a vedere una partita: Arsenal, Chelsea, l`amato Reading, l`Atletico Madrid, l`Aek, il Barcellona… ho cominciato anche a visitare quegli stadi che vedevo in tv apparirmi mitici, e ora invece mi trovavo li`, seduto sulle loro tribune (Wembey, Highbury, Camp Nou, Mestalla, Vicente Calderon, Olimpico di Atene e tanti altri)
Ricordo come fosse oggi la prima volta (ci sono dovuto tornare, al suo fascino non puoi resistere) che misi piede dentro il Santiago Bernabeu (quello di Italia-Germania in colonia…) per un Real Madrid-Rosenborg di Champions League. Ci entrai con la deferenza di un cattolico al cospetto della Basilica di San Pietro, e con meno di 20 mila lire di 10 anni fa (all`epoca c`erano le lire) presi un biglietto di tribuna centralissima, praticamente a due file dalle postazioni dei telecronisti, che potevo tranquillamente sentire.
E oggi invece in Italia una curva, il settore piu` popolare, costa non meno di 17 euro (in vecchio conio circa 34 mila lire…)
Ricordo quando vado con piacere a vedere le parite dell`Aprilia, la squadra della mia citta`, che gioca in Eccellenza ma fino a un paio di anni fa era in Serie D (e speriamo ci torni presto!!!), dove si respira quell`agonismo al limite tra il semi professionismo e lo sport dilettanti di chi non vive di calcio a livello economico, ma lo vive comunque con massima passione. Forse maggiore rispetto ai ricchi professionisti.
Ricordo le partite di calcetto miste, ragazzi e ragazzi, amiche e amici del sabato pomeriggio, dove spesso subivo tunnel o dribbling da ragazze bravissime che neanche me la facevano vedere la palla…
Ricordo tutte le volte che ho seguito la mia Juve, in particolare nelle gite a Torino ma soprattutto, sempre, quando viene a Roma. Ricordo i romajuve (detto tutto d`un fiato, perche` a me quel giorno manca il respiro dalla tensione, quella e` la madre di tutte le partite), ricordo un gol di Nedved allo scadere che pareggio` una partita nella quale fummo sotto, e dal delirio di quei 20 secondi mi ritrovai tre file piu` sotto nei distinti Nord dell`Olimpico ammassato ad altri fratelli bianconeri.
Ricordo le aste al Fantacalcio, la voglia di battere gli amici nell`acquistare virtualmente il campione preferito o comunque il giocatore che potevo immaginare piu` funzionale alla fanta-squadra. E il bello poi di leggere la Gazzetta il martedi per vedere i voti e scoprire se avevo vinto o perso. E` stupido lo so, soprattutto superati i trenta, ma chi non l`ha mai fatto non sa cosa si e` perso.
Emozioni uniche che solo il calcio, e piu` in generale lo sport, sanno darmi.
Ricordo il dolore di quando ho appreso, nel corso, di questi anni di tutte quelle persone che hanno perso la vita a causa di una partita di calcio, perche` e` crollato un muro, una balaustra, perche` dentro lo stadio si sparava (come succede purtroppo in certi posti del Sudamerica), perche` aggredito, accoltellato, malmenato o colpito da malore nello stadio o nei pressi, persone come Filippo Raciti, Vincenzo Spagnolo, Ivan Dall`Olio, Marco Fonghessi, Antonio De Falchi, Vincenzo Paparelli...la lista e` molto piu` lunga.
E ricordo l`incredulita` domenica mattina nell`apprendere le prime notizie che arrivavano da quell`area di servizio sull`autostrada, ci dicevano che un ragazzo era morto mentre stava recandosi a una partita di calcio.
Sono sicuro che Gabriele, cosi come Filippo, Vincenzo, Ivan, Antonio e gli altri amavano il calcio come lo amo io: profondamente, nei suoi aspetti piu` ludici e spettacolari, una bella giocata, un gol, un sano e spiritoso sfotto`, una maglia impregnata di sudore, un sorriso del campione, un viaggio dall`altro capo dell`Italia per sostenere la tua squadra del cuore.
Sono sicuro che se avesse potuto vedere cio` che si e` scatenato poi in alcuni stadi nel pomeriggio e in serata a Roma, in seguito al diffondersi della notizia della sua tragica fine, lo stesso Gabriele avrebbe disapprovato. E sarebbe stato triste.
La sua scomparsa mai avrebbe dovuto giustificare la devastazione alla quale abbiamo dovuto assistere.
A Gabriele mando un ultimo pensiero, ora lui siedera` nella famosa `Tribuna Paradso` , dalla quale seguira` con passione la sua amata Lazio.
In sua memoria e nel massimo rispetto vorrei umilmente chiedere (e dico umilmente perche` io non sono nessuno, solo un semplice cittadino, appassionato e tifoso) a tutti coloro che fanno parte del mondo del calcio italiano (tifosi, ultras, calciatori, dirigenti, presidenti, giornalisti, istituzioni sportive e non) di fare tutto il possibile per non far morire quel sogno mio, di Gabriele e di tutti gli altri.
Ciao Gabbo!



Marco
shark
shark - Genius - 8072 Punti
Rispondi Cita Salva
wa...bellissmo complimenti....mlt tokkante...cmq raga anke io vorrei provare a fare il mio tema ki mi dà una mano tipo una scaletta x farlo...cn qlk link utile x l'informazioni???
Francy1982
Francy1982 - Mito - 119085 Punti
Rispondi Cita Salva
usa ocme spunto le cronache nere di quesit giorni questa è quella di Repubblica
qui invece trovi la cronaca del [url=http://209.85.129.104/search?q=cache:1un2HRYgD4wJ:www.corriere.it/cronache/07_novembre_12/gabriele_dj_sandri.shtml+gabriele+sandri&hl=en&ct=clnk&cd=5]Coriere della Sera[/url] qui ancora del [url=http://209.85.129.104/search?q=cache:8dZY4Llk8N4J:www.tgcom.mediaset.it/sport/articoli/articolo387521.shtml+gabriele+sandri&hl=en&ct=clnk&cd=7]tgcom[/url]
basta cercare su google ce ne sono tantissime
sbardy
sbardy - Admin - 22784 Punti
Rispondi Cita Salva
fpmarcus bel tema. Perchè non lo invii qui cosi lo pubblichiamo?
shark
shark - Genius - 8072 Punti
Rispondi Cita Salva
FRANCY IO DEVO COMMENTARE QUESTO EPISODIO CIOè QUESTO ARTICOLO DI GIRONARE CM HA DETT LA PROF...VORREI IL TUO AIUTO VISTO KE 6 MLT BRAVA...ALLORA IO VORREI NN Sò APRIRE IL MIO PENSIERO SKRIVENDO QUELLO KE è SUX..TIPO..
INTRODUZIONE
La tragedia che scuote l'Italia, che provoca un'ondata di indignazione in tutte le tifoserie, che riaccende il dibattito sia sulle violenze degli ultras sia sugli errori che a volte commettono gli uomini delle forze dell'ordine, comincia poco dopo le 9, nell'autogrill di Badia al Pino, lungo l'autostrada A1. Un accenno di rissa tra sostenitori juventini e laziale, la polizia stradale che subito dopo interviene, un agente che spara uno, forse due colpi di pistola, a grande distanza: muore un ragazzo. Gabriele Sandri, 28 anni, supporter biancazzurro, noto dj dei locali romani, titolare di un negozio di abbigliamento, viene colpito al collo, mente si trova all'interno di un'auto, una Renault Megane.

(questo pezzo vedi tu cerka di inserirlo nella introduzione)
giovane era in auto con degli amici, dopo la rissa stavano ripartendo
quando il poliziotto ha sparato. Il Questore: "Un tragico errore"


POI ISPIRANDOMI AL PEZZO DI PRIMA VORREI DIRE: UN TRAGICO ERRORE l'hanno definito così i giornali.Io però più ci penso e più non riesco a crederci come si fa a morire per un errore???:La vita è un dono prezioso e ci viene dato una sola volta e non si può morire per una distrazione.Legendo i giornali però mi vine e spontaneo dire,ma se la vita può finire per una distrazione vale la pena viverla?? cioè ora stò capendo cos'è la vita....bisogna vivere attimo x attimo secondo x secodno...non bisogna concentrarsi sulle cose futili...questo un pò mi dà forza ma un pò mi scoraggio...non riesco a pensare che tutto quello che stò facendo ora,un gg potrebbe finire in un secondo...



GUè NN MI VIENE NIENTE FRANCY DAMMI UNA DIREZIONE COSì NN VADO DA NESSUNA PARTE..SE HAI TEMPO CERKA DI AIUTARMI UN Pò RIELABORARE QUESTA SKIFEZZA KE HO SKRITTO E DIRMI KE DEVO FARE PLEASEEEEEEEEE
Francy1982
Francy1982 - Mito - 119085 Punti
Rispondi Cita Salva
allora shark a me la tua idea sembra buona
ti ho modificato un po l'introduzione che comprende anche un semisvolgimento e che rende il tuo tema più personale, cmq gia te avevi fatot un ottimo lavoro :lol
comincia dicendo quello che facevi quella domenica cosa facevi cosa avevi fatot ome ti sentivi quel giorno, e poi focalizza sul modo in cui hai appreso la notizia cosa ha sucitato in te? e sulle persone che ti erano vicino? poi parliamo della tragedia, io comincerei dicendo che purtroppo nn è la prima tragedia che accomuna sport e violenza e citerei i fatti del derby calabrese, e poi la tua indignazione a vedere che la violenza possa unire tifoserie che cmq sarebbero divise non è mai una cosa giusta, anzi è sempre da condannare rispondere con la violenza, poi io foclaizzerei sugli ultras sono davvero ultras cosa ne pensi di un tifoin questi termini? da qui fai le tue considerazioni poi parla di come è successo l'incidente, lo descrivi a questo punto commenta mettendo le tue sensazioni al proposito come hai appreso le prime notizie, e poi parlando del povero Gabriele e di quanto sia ingisuto litigare per uno sport e di come una domenica tranquilla possa formarsi in tragedia, focalizza sull'aspetot di Gabriele che è un ragazzo come noi, anzi che purtroppo ERA un ragazzo come noi!....

La tragedia che scuote l'Italia, che provoca un'ondata di indignazione in tutte le tifoserie, che riaccende il dibattito sia sulle violenze degli ultras sia sugli errori che a volte commettono gli uomini delle forze dell'ordine, comincia poco dopo le 9, nell'autogrill di Badia al Pino, lungo l'autostrada A1. Un accenno di rissa tra sostenitori juventini e laziale, la polizia stradale che subito dopo interviene, un agente che spara uno, forse due colpi di pistola, a grande distanza: muore un ragazzo. Gabriele Sandri, 28 anni, supporter biancazzurro, noto dj dei locali romani, titolare di un negozio di abbigliamento, viene colpito al collo, mente si trova all'interno di un'auto, una Renault Megane.

(questo pezzo vedi tu cerka di inserirlo nella introduzione)
giovane era in auto con degli amici, dopo la rissa stavano ripartendo
quando il poliziotto ha sparato. Il Questore: "Un tragico errore"


POI ISPIRANDOMI AL PEZZO DI PRIMA VORREI DIRE: UN TRAGICO ERRORE l'hanno definito così i giornali.Io però più ci penso e più non riesco a crederci come si fa a morire per un errore???:La vita è un dono prezioso e ci viene dato una sola volta e non si può morire per una distrazione.Legendo i giornali però mi vine e spontaneo dire,ma se la vita può finire per una distrazione vale la pena viverla?? cioè ora stò capendo cos'è la vita....bisogna vivere attimo x attimo secondo x secodno...non bisogna concentrarsi sulle cose futili...questo un pò mi dà forza ma un pò mi scoraggio...non riesco a pensare che tutto quello che stò facendo ora,un gg potrebbe finire in un secondo...

qui concludi facendo un augurio di un futuro migliore ti auguri che non accadano più errori, non più litigi, non più violenza negli stadi e così via e concludi il tuo tema!
shark
shark - Genius - 8072 Punti
Rispondi Cita Salva
ora mi sono informato bene con gli amici deve essere solo un commento di un articolo di giornale e io vorrei scegliere questo quidni nn un tema...opsss,,iihih....vbb dammi qlk bella considerazione da dottoressa...:)
Francy1982
Francy1982 - Mito - 119085 Punti
Rispondi Cita Salva
...grrrrr.....
allora metti quello che ti ho scritto all'inizia il comemnto è molto personale ed esige collegamente metit con chi eri dove e quando poi la notizia cosa hai provato in quel momento come ti sei sentito cosa ha richiamato alla tua mente quella notizia? e allora poi racocnta gli eventi che era un ragazoz normale che stava andando allo stadio cmmmenta con la violenza negli stadi in genere su quanto sia ingiusto e terribile l'uonione tra sport e vilenza....poi e poi cosa ti auguri pensi che le cose possano cambiare cosa ti auspichi per un cambiamento?
shark
shark - Genius - 8072 Punti
Rispondi Cita Salva
ok...6 troppo un tesoro ma ti dà fastidio se ti chiamo dottoressa??....cmq mi stai troppo simpatika..mi piaci cm ragioni....guèèèè però 6 trpp grande..ihih...sndm me 6 una bella ragazza...6 fidanzata???....:P:P:P.......
Francy1982
Francy1982 - Mito - 119085 Punti
Rispondi Cita Salva
uahha ma senti quante domande tutte in un post...:lol cmq, no shark, nn mi da affatto fastidio se mi chiami dottoressa tranquillo...:blowkiss

Pagine: 12

Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

anny=)

anny=) Moderatore 30557 Punti

VIP
Registrati via email