• Italiano
  • eneide : enea accolto da didone

bau
bau - Bannato - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
ciao ragazzi ho isogno urgente della parfrasi ena accolto da didone per favore
Ila
Ila - Genius - 14442 Punti
Rispondi Cita Salva
se riuscissi a scriverla magari sarebbe meglio perchè su internet non si trova il testo
Bad Boy 94
Bad Boy 94 - Genius - 9322 Punti
Rispondi Cita Salva
vedi se ti e di aiuto:


L’agitazione della regina fa da contrasto con il placido sonno, che avvolge i Troiani e tutte le creature, ella si è posta al di fuori della natura e del mondo, è oltre, al di là, in un luogo dove domina solo la sua disperata rabbia e il suo amore deluso (vv. 522-554).
Come al principio del libro all’inquietudine notturna di Didone si oppone la quiete di Enea, a lui, nel sonno, compare ancora una volta Mercurio. Il dio lo invita a non tergiversare più, a partire prima dell’alba, a guardarsi dalla regina stravolta dall’ira. Enea atterrito strappa i compagni dal riposo e ordina loro di affrettarsi ai remi e di dare le vele ai venti (vv. 571-580).
Quando inizia ad albeggiare, dall’alto della torre, Didone vede la flotta troiana in mare, la costa vuota. Non può che constatare la propria impotenza. Come aveva preannunziato Mercurio, un desiderio di vendetta si impossessa di Didone, ma ogni atto di forza con cui avrebbe potuto prostrare Enea e i suoi uomini le è precluso. Può solo rimpiangere di averlo accolto, un tempo, come un ospite a cui si deve riguardo, invece che come un nemico, contro cui sarebbe stato giusto imbracciare le armi.

Didone invoca Giunone e le Dire vendicatrici, scaglia terribili maledizioni contro Enea e il suo popolo, augurando loro di giungere in Italia, ma di trovarvi solo guerra e lutti. Quindi proclama l’odio imperituro dei Cartaginesi contro i discendenti di Enea (vv. 622-624).
Con la scusa di andare a chiamare Anna per compiere il rito che si erano proposte, allontana da sé la nutrice. Da sola, invasata, percorre le stanze del palazzo sino a dove la pira per il rogo è stata eretta. Indugia un poco Didone, si distende sul letto e si abbandona ai dolci ricordi che quegli oggetti ammucchiati recano con sé. Il suo pensiero rimane, tuttavia, fisso nel suo proposito di morte, anzi le giova pensare che, da lontano, Enea potrà scorgere il funesto presagio del suo rogo (661-662). Quindi, mentre le ancelle assistono inermi, si getta sulla spada di cui aveva fatto dono all’amante, a suo tempo. La Fama – ancora lei – corre veloce attraverso la regia e per la città.
Anna accorre fremente battendosi il petto, Didone giace in una lenta agonia, finché Giunone, commiserandola, non invia Iride a scioglierla dal suo corpo mortale.
Sull’ultimo respiro di Didone morente si chiude il IV libro. Le preghiere della regina saranno accol-te dagli dei, ma i travagli, che ha augurato a Enea e ai suoi discendenti, non faranno che contribuire alla gloria di Roma e del Lazio.
bau
bau - Bannato - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
vi scrivo il testo forse è meglio:
eccitati nel'animo da queste parole il forte acate e il padre enea da tempo ardevano di lacerare la nube.per primo acatesi rivolge ad enea:"o figlio della dea quale decisione ti sorge nell animo?vedi tutto sicuro, la flotta e i compagni recuperati.manca uno soltanto,che vedemmo sommerso tra i flutti; il resto corrisponde alle parole della madre".
aveva apena detto cio,quando d'un tratto la nube li avvolge si squarcia e si dissolve nel cielo aperto.ristette ena e rifulse in una chiara luce simili il volto e le spalle a un dio infatti la ,madre aceca ispirato nel figlio la bella chioma e il purpureo fiore di gioventu e la lieta grazia negli occhi:quale aggiunge bellezza all1avorio l'arte o da biondo oro è ravvolto l'argento o il marmo pario.allora saluta cosi la regina e a tutti inatteso parla ad un tratto :"ecco sono io che cercate il troiano enea scampato alle onde libiche.
o sola pietosa degli indicibili travagli di troia che noi relitti dei danai ormai stremati da tutte le sventure della terra e del mare,bisognosi di tutto,associ nella citta e nella casa renderti giuste grazie no è in nostro potere o didone ne di alcuno """""

poi continua ma anke se me la fate fino a qua è perfetto grazie mille
Ila
Ila - Genius - 14442 Punti
Rispondi Cita Salva
non mi sembra difficile da capire,è praticamente uguale "all'italiano"
bau
bau - Bannato - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
infatti è facile ma il porblema è ke nn ho tempo per favore mi aiutate sto proprio impiccato con tutti i compiti
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Registrati via email