• Italiano
  • analisi jely il pastore verga!

    closed post best answer
ghizlan
ghizlan - Ominide - 26 Punti
Salva
analisi personaggi in modo completo
analisi luoghi
trovare temi e messaggi(oltre a quello dei vinti)
.anonimus.
.anonimus. - Tutor - 43865 Punti
Salva
http://www.lafrusta.net/rec_verga4.html
Poi puoi scaricare questo che è fatto molto bene penso, italiano.sismondi.ch/letteratura/autori/Verga/Jeli_analisi.doc
Se non riesci a scaricarlo te lo posto anche qui sotto!

Giovanni VERGA
JELI IL PASTORE
ELEMENTI DI ANALISI


I temi

I terni che troviamo nella novella li possiamo riunire in tre gruppi:
• natura (cf. rapporto di Jeli con la natura)
solitudine (cf. lavoro di Jeli: pastore)
povertà (cf. la situazione di Jeli)
• famiglia (cf. morte dei genitori e matrimonio di Jeli)
onore e gelosia (cf. atteggiamento di Jeli verso Mara)
ricchezza (cf. situazione di Alfonso)
• destino:(cf. lo svolgimento generale della vicenda)


I personaggi

I personaggi principali sono tre :
• Jeli, protagonista
• Alfonso, antagonista (cioè personaggio che si oppone a Jeli)
• Mara, personaggio attorno ai quale si oppongono i primi due

Se si cerca di mettere di mettere assieme questi due punti (temi e personaggi), si ottiene questo schema:

DESTINO
natura società
SOLITUDINE FAMIGLIA
ONORE, GELOSIA
POVERTÀ RICCHEZZA
(ignoranza) (cultura)
Jeli Alfonso
(Mara)

Dallo schema si vede che Jeli ha un rapporto privilegiato con la natura, Alfonso con la società; Jeli è povero e ignorante, Alfonso è ricco e istruito, Jeli non capisce le leggi della società (alla fine non capisce perché non doveva uccidere Alfonso), Alfonso non sa capire la natura (e Jeli all’inizio gli in-segna qualche cosa). Proprio per questo Jeli è un marginale (vive ai margini della società), non riuscirà a inserirsi nella società., sarà sempre escluso, avrà sempre torto.
Cerchiamo però di approfondire questi problemi avvicinandoci al testo.


Esempio di analisi

Prendiamo come esempio l’ultima pagina della novella ( da Era una bella giornata … alla fine).
Analizzando il primo paragrafo si nota che la natura è qui presentata sotto due aspetti contraddittori: prima è bella, buona dà piacere (bella giornata calda; campi biondi; le pecore saltellavano dal piacere; bel fuoco; gran roba; ecc.) poi è brutta, violenta, ostile, porta dolore e morte (scena dell’uccisione dei capretti: le bestie schiamazzavano dal dolore; i capretti strillavano, ecc.).
La natura ha dunque due facce: una accogliente e piacevole (é la faccia che si vede a prima vista) l’altra ostile e dolorosa (ed è questa la faccia vera). Questa opposizione, natura positiva  natura negativa, la osserviamo anche a livello di tutta la novella: dapprima il rapporto di Jeli con la natura è piacevole (pagine. iniziali), poi, però, la natura si rivela ostile: uno dei cavalli di Jeli muore e Jeli perde il posto...
Jeli si trova (nella pagina che analizziamo ma anche in generale) tra i due aspetti della natura, la dove finisce quello positivo e inizia quello negativo (cf. la frase: Jeli mentre andava tosando le pecore…con la quale inizia la descrizione dell’aspetto negativo della natura). Jeli sarà dunque da una parte buono, dall’altra crudele e violento (per questo sgozza Alfonso come se fosse un capretto.).
È ora necessario considerare la novella globalmente.


Riassunto

Una novella, un racconto, si compone di una serie di informazioni. Tra queste alcune sono fondamentali (= se si eliminano il racconto non ha più senso), altre secondarie. Fare un riassunto significa dunque cercare di distinguere le informazioni fondamentali de quelle secondarie, eliminare queste ultime e conservare le prime. È quello che tenteremo di fare.

1 A Jeli guardiano di cavalli, vita presso la nature
5 - A-B Don Alfonso, signorino, fa amicizia con Jeli
1 A Descrizione del lavoro di Jeli
7 A Morte della madre di Jeli
2 A Jeli vive vicino alla natura
8 A Presentazione del padre di Jeli
3 A Jeli non riesce bene a pensare, è un po’ bestia
6 (A)-B Alfonso fa una vite da signore, sa leggere
4 + A-C Presentazione di Mara (figlia di contadini non troppo poveri) e dell’amicizia Mara - Jeli
8 A Morte del padre di Jeli
9 A Vita di Jeli dopo la morte del padre
10 - A-C Partenza di Mara dal villaggio. Jeli solo.
11 A La festa di San Giovanni, Jeli perde il lavoro
13 + A-C Incontro con Mara
12 (A)-C Mara si fidanza con il figlio di massaro Neri, Jeli perde Mara per la seconda volta
14 - A Jeli trova un lavoro da pastore di pecore
15 - (A)-C Il matrimonio di Mara è prossimo
16 + A-B-C Alfonso seduce Mara, Jeli lo viene a sapere ma non capisce
17 + A-C Dopo l’avventura con Alfonso, Mara non può più sposare il figlio di massaro; propone a Jeli di spo-sarla
18 + A-C Jeli e Mara si sposano
16 A-B-C Alfonso continua a frequentare Mara quando Jeli è via per il lavoro
14 A Jeli continua a fare il pastore
19 A-B-C Jeli non vuole capire che Alfonso e Mara gli fanno le corna
20 + A-B-C Jeli ucciderà Alfonso
19 A-B-C Jeli cornuto ma non dice nulla
20 + A-B-C Jeli uccide Alfonso, è arrestato, ma non capisce.
Abbiamo dunque una serie di informazioni. Se le osserviamo attentamente vediamo che non sono nell’ordine logico e cronologico, per esempio Jeli conosce prima Mara (numero 4 sulle sinistra) che don Alfonso (numero 5), ma nella novella si racconta prima l’amicizia con Alfonso poi quella con Mara. Vediamo così che questa novella (come tutti i racconti in generale) non è semplicemente i1 racconto di una storia: è un racconto particolare dove alcuni fatti sono detti prima del tempo (anti-cipi) altri sono detti dopo (ritardi) altri sono ripetuti (ripetizioni). Ciò si vede bene leggendo dall’alto verso il basso i numeri notati sulla sinistra: si nota che questi numeri sono nell’ordine naturale solo raramente. Sono proprio questi meccanismi (anticipi, ritardi, ripetizioni) che permettono allo scrittore di attirare l’attenzione e l’interesse del lettore, di sottolineare i fatti importanti, ecc.
Le lettere (A,B,C) indicano invece i personaggi interessati dall’informazione: A è Jeli, B Alfonso, C Mara.
Se osserviamo ora tutte le informazioni, scopriamo che sono di tre tipi:
•quelle che fanno avanzare la storia (segnate con il +)
•quelle che la rallentano (sognato con il -)
•quelle che la lasciano al punto in cui le trovano
Le informazioni dei primi due tipi sono dinamiche (accelerano o frenano le storia) le altre sono statiche.
Si nota allora che le informazioni che riguardano Jeli (A), il protagonista, sono tutte statiche: è solo con l’incontro degli altri personaggi (incontri A-B, A-C, A-B-C) che le storia si muove, progredisce. Tutto ciò che riguarda Jeli, la sua povertà, il suo lavoro, il suo rapporto con la natura, le ingiustizie che subisce, resta immobile, statico.
Nel rapporto di Jeli con la società (incontri con Alfonso e con Mara) c’è invece un movimento, ma è un movimento negativo: la situazione di Jeli peggiora sempre.


Verga e la descrizione delle realtà (Verismo)

Possiamo ora tirare qualche conclusione generale.
•Verga descrive una natura fondamentalmente ostile e negativa e una società profondamente ingiu-sta.

•Ma il mondo descritto dal Verga è un mondo immobile, statico, dove se capita qualcosa si tratta sempre di un peggioramento. Per esempio Jeli, all’inizio è solo, povero, ignorante ma ha una sua libertà, alla fine è solo, povero, ignorante e ha anche perso la sua libertà.

•Si può dire infine che per Verga la società è ingiusta perché la natura è ingiusta: nulla si può fare per cambiare la società, perché nulla si può fare per cambiare la natura.

Spero di esserti stata d'aiuto!
Ciao Laura!
ghizlan
ghizlan - Ominide - 26 Punti
Salva
mi sei stata di moltissimo aiuto
grazie..10000...
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Antonio-P

Antonio-P Blogger 1954 Punti

VIP
Registrati via email