• Italiano
  • analisi del periodo per domani

    closed post
Pietro 99
Pietro 99 - Habilis - 212 Punti
Salva
analisi del periodo
La fenicia Didone con la ferita ancor fresca
s'aggirava nel bosco. Quando l'eroe troiano
le fu vicino, e la vide, e la riconobbe, oscura
nell'ombra, come chi vede o crede di vedere
un'esilissima falce di luna all'inizio del mese
sorgere tra le nubi, si sciolse in pianto e le disse
con dolce amore: "Infelice Didone, dunque era vera
la voce che eri morta, che avevi obbedito al tuo estremo
destino col ferro. Ahimè, io sono stato la causa
della tua morte? Lo giuro per le stelle e i Celesti,
per quel che c'è di più sacro sotto la terra profonda,
ho lasciato il tuo lido, regina, mio malgrado.
Mi spinsero a fuggire gli ordini degli Dei,
che m'obbligano adesso a andare attraverso le ombre
per un cammino spinoso e un'altissima notte;
non avrei mai creduto di darti un tale dolore
partendo da Cartagine. Fermati, non sottrarti
alla mia vista! Chi fuggi? Questa è l'ultima volta,
per volere del Fato, che io posso parlarti."
Così Enea cercava di calmare quell'anima
ardente di furioso dolore, dagli sguardi
torvi, e piegarla al pianto. Ma Didone, girando
la testa, teneva gli occhi fissi sul suolo,
senza commuoversi in volto per quel discorso, più
che fosse un'aspra selce o una rupe di Marpesso.
Infine scappò via, si rifugiò sdegnata
nel bosco ombroso, dove il primo marito Sicheo
condivide i suoi affanni e ricambia il suo amore.
Ma Enea la seguì in lagrime per lungo tratto, mentre
s'allontanava, pietoso, dolente della sua sorte.
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Ithaca

Ithaca Blogger 9184 Punti

VIP
Registrati via email