• Italiano
  • "amore e poesia" di bernart de ventadorn

babi92
babi92 - Sapiens Sapiens - 1200 Punti
Rispondi Cita Salva
ciao! mi potresti aiutare cn la parafrasi di qst poesia?lo so è lunga T________T
Non è meraviglia s’io canto
meglio d’ogni altro cantore,
perché piú il cuore ad amore m’astringe
e meglio son disposto al suo comando.
Cuor e corpo e sapere e senno
e forza e potere ci ho messo:
Così il freno mi stringe ad amore
che altrove non tendo.

Davvero è morto chi d’amore non prova
alcuna dolcezza nel cuore.
Vita senza pregio a che giova,
se non per dar uggia alla gente?
Che mai tanto Iddio m’abbia in ira
ch’io sopravviva un sol giorno, un sol mese
quando verrò colto in uggia
e più d’amore non avrò desìo.

Con fede schietta e senz’alcuno inganno
io amo la piú bella e la migliore.
Dal cuore sospiro, dagli occhi piango,
perché tanto io l’amo che ne soffro.
E che poss’io, se amore m’imprigiona
e il carcere in cui m’ha gettato
non può altra chiave aprire, se non pietà,
e di pietà in lei nulla ritrovo?

Così soavemente mi ferisce
nel cuore di dolcezza questo amore,
che cento volte ogni giorno muoio di dolore
e rinasco di gioia altre cento.
Invero il mio male è di dolce sembiante
e piú vale il mio male che altro bene;
e poi che tanto m’è dolce il mio male,
dolce il bene sarà dopo il tormento.

Oh Dio! se si potessero distinguere
di tra i falsi gli amanti leali,
e adulatori e impostori
portassero corna sulla fronte!
Tutto l’oro del mondo e l’argento
se fosse mio, vorrei averlo dato
pur che madonna sapesse
come io l’amo di perfetto amore.

Quand’io la vedo, ben mi si pare
agli occhi, al viso, al colore:
chè così tremo di paura
come fa la foglia nel vento.
Di ragione non ho quanto un fanciullo,
così d’amore sono soggiogato,
e d’uomo ch’è così ridotto
donna potrebbe avere gran pietà

Donna gentile, nulla vi domando
se non che m’accettiate per servente,
ch’io vi presterò servizio come a buon signore,
comunque vada poi col guiderdone.
Eccomi al vostro comando,
cuore gentile, mite, gaio, cortese;
né orso né leone voi siete,
che m’uccidiate, se mi rendo a voi.

Al Mio Cortese, là dove dimora,
invio il mio canto e non gl’incresca
che me ne sono sì a lungo astenuto.
Francy1982
Francy1982 - Mito - 119085 Punti
Rispondi Cita Salva
Ma il testo è quello giusto?
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Suzy90

Suzy90 Moderatore 8654 Punti

VIP
Registrati via email