• Inglese
  • Traduzione al più presto. Grazie

    closed post
care.99
care.99 - Habilis - 185 Punti
Salva
Unfortunately child labour
is not a new phenomenon.
In the past children were often
used for labour to various
degrees. Before the Industrial
Revolution most of them had
to work in the fields, whereas during the Industrial Revolution they
worked in factories in the cities where they had moved with their parents.
Their families were extremely poor and had no other alternative. In
some cases children started work when they were very young, at the
age of 4 or 6-7 and they worked up to 12 or 16 hours a day. They were given little money and most
of them worked in dangerous conditions (some of them were so exhausted that they fell asleep during work, and they were beaten, mutilated or even killed). Often they were employed as house servants or sold small things in the streets. Those who were less lucky had to work as prostitutes. In many of his novels Charles Dickens described children (working in factories, mines or cleaning chimneys) and their unhappy lives.
Something started to change at the beginning of the 19th century, when a number of laws were created to control the working hours of children, but in most cases they were not successful (1.7 million children under the age of 15 were still working in American industries in 1900). Today, especially in developed countries, there are laws that control the minimum age of workers and consequently child labour has decreased. In many countries child labour is illegal and children under the age of 14-16 are not allowed to work. Things have also changed thanks to better working conditions, the arrival of universal schooling and children’s and workers’ rights.
But child labour still exists in poor countries (158 million children between 5 and 14 are exploited all over the world according to a survey carried out by UNICEF). Just like in the past these children receive little money and have to do boring, repetitive work. The main reason for child labour continues to be poverty. In some cases families have no other source of income, so children are essential for their survival. For this reason some people are convinced that boycotting items produced through child labour will only make these children look for harder or more dangerous jobs. Giving them some education and helping their families with training and job opportunities could be both the solution to this problem and make the economy in their countries more competitive.
Giugi :3
Giugi :3 - Ominide - 14 Punti
Salva
Purtroppo il lavoro minorile non è un fenomeno nuovo. In passato i bambini erano spesso
usati per il lavoro a diverse gradi. Prima della Rivoluzione industriale la maggior parte di loro doveva lavorare nei campi, mentre durante la rivoluzione industriale
lavoravano nelle fabbriche delle città in cui si erano trasferiti con i loro genitori.
Le loro famiglie erano estremamente povere e non avevano altra alternativa.
Alcuni bambini hanno iniziato a lavorare quando erano molto giovani, dall'
età di 4 o 6-7 anni e hanno lavorato fino a 12 o 16 ore al giorno. Gli Sono stati dati pochi soldi e la maggior parte di loro lavoravano in condizioni pericolose (alcuni di loro erano così esausti che si addormentarono durante il lavoro, e sono stati picchiati, mutilati o addirittura ucciso). Spesso sono stati impiegati come domestici o vendevano piccole cose per le strade. Quelli che erano meno fortunati hanno dovuto lavorare come prostitute. In molti dei suoi romanzi di Charles Dickens ha descritto bambini (lavoro in fabbriche, miniere o di pulizia camini) e le loro vite infelici.
Qualcosa cominciò a cambiare agli inizi del 19 ° secolo, quando un certo numero di leggi sono state create per controllare l'orario di lavoro dei bambini, ma nella maggior parte dei casi non hanno avuto successo (1,7 milioni di bambini al di sotto dei 15 anni hanno dovuto lavorare nelle industrie americane nel 1900). Oggi, in particolare nei paesi sviluppati, ci sono leggi che controllano l'età minima dei lavoratori e, di conseguenza il lavoro minorile è diminuito. In molti paesi il lavoro minorile è illegale e bambini di età inferiore del 14-16 non sono autorizzati a lavorare. Le cose sono cambiate anche grazie alle migliori condizioni di lavoro, l'arrivo della scolarizzazione universale e ai diritti dei bambini e dei lavoratori.
Ma esiste ancora il lavoro minorile nei paesi poveri (158 milioni di bambini tra i 5 ei 14 anni sono sfruttati in tutto il mondo secondo un sondaggio realizzato da UNICEF). Proprio come in passato, questi bambini ricevono pochi soldi e hanno a che fare con un noioso, lavoro ripetitivo. Il motivo principale per il lavoro minorile continua ad essere la povertà. In alcuni casi le famiglie non hanno altre fonti di reddito, quindi i bambini sono essenziali per la loro sopravvivenza. Per questo motivo alcune persone sono convinte che gli elementi di boicottaggio prodotti attraverso il lavoro minorile serviranno solo a cercare lavoro più duro o più pericoloso. Dando loro un po di educazione e cercando di aiutare le loro famiglie con le opportunità di formazione e lavoro può essere la soluzione a questo problema e rendere l'economia dei loro paesi più competitivi.

Spero vada bene , ricontrolla l'ultima parte che non sono sicura ciao :blowkiss
care.99
care.99 - Habilis - 185 Punti
Salva
Graziiee gentilissima :D riusciresti afarmi gli esercizi posti in un altro topic?

Aggiunto 7 minuti più tardi:

Ecco qui : http://www.skuola.net/forum/inglese/domande-urgenti-101231.html

Grazie :D

Aggiunto 1 minuto più tardi:

Ecco qui : http://www.skuola.net/forum/inglese/domande-urgenti-101231.html

Grazie :D
{Zahra}
{Zahra} - Eliminato - 11670 Punti
Salva
Domanda doppia:
http://www.skuola.net/forum/inglese/domande-urgenti-101231.html

Chiudo.

@care.99: visto che la traduzione ti e' stata fatta, potresti provare a rispondere alla domande nell'altro topic. E ribadisco, un aiuto per topic.
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
Amore e sessualità, quello che non sai sulla tua sicurezza

Lascia un messaggio ai conduttori Vai alla pagina TV

In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Marcello G.

Marcello G. Blogger 2221 Punti

VIP
Registrati via email