dedo91_wlf
dedo91_wlf - Ominide - 6 Punti
Rispondi Cita Salva
talk about shelley's attitude towards politics and religion
grazie
cichinella
cichinella - Genius - 5407 Punti
Rispondi Cita Salva
Shelley é un poeta d’azione, uno che non si contenta delle sole parole e che attraverso la propria esistenza ha dimostrato di essere ciò che scriveva...

La poesia di Percy Bysshe Shelley (1792-1822) parla a voce alta. I due più importanti aspetti del suo verso, poesia pubblica politica e poesia filosofica e privata, assumono toni profetici che riflettono le disarmonie di un’epoca tumultuosa e la personale lotta politica di un poeta che è stato profeta e maestro per la sua generazione.

Ma Shelley parla e vive i problemi sociali non solo attraverso la scrittura. E’ un poeta d’azione, uno che non si contenta delle sole parole e che attraverso la propria esistenza ha dimostrato di essere ciò che scriveva.

Pur vivendo in una nazione senza particolari problemi libertari, Shelley scelse l’esilio ritenendo che anche in assenza di leggi restrittive, i concittadini e la morale corrente riuscissero ad impedire ad uno spirito libero di potere essere se stesso, convinto come era che la libertà in una società civile non fosse mai abbastanza.

La famiglia e la classe sociale erano per Shelley le grate di una morale convenzionale che lo legavano ad un mondo dietro cui non riusciva a rimanere.

Così l’aristocratico poeta ribelle nel luglio del 1814, dopo aver abbandonato la moglie Harriet -che poco dopo si toglierà la vita- si stabilì in Italia con la giovane Mary Godwin figlia del filosofo teorico dell’anarchismo William Godwin di cui era discepolo e di Mary Wollestoncraft, filosofa antesignana del femminismo.

Shelley è il portavoce radicale del suo momento storico. Per lui la poesia deve essere la “tromba di una profezia”; il ruolo del poeta è quello di maestro. Ma il poeta-profeta Shelley non parla, come certi poeti-vati, per ispirazione divina.

“Shelley il pazzo” o “Shelley l’ateo” -come lo chiamavano all’università- rifiuta la religione così come ogni forma di istituzione che si fonda su leggi a cui bisogna soggiacere. La sua idea di Dio è quella di un Tiranno che estendendo la propria volontà sugli uomini ne limita la libertà.

Col suo agnosticismo e i suoi atteggiamenti rivoluzionari anche nei confronti delle relazioni sessuali Shelley è profeta del nuovo. Il suo entusiasmo folle e la sua natura idealista ne fanno un moderno Prometeo del tutto assimilabile a quel personaggio di Franakestein di cui la moglie Mary è autrice sicuramente ispirata da lui.

La libertà è stato l’ideale della sua vita, la sua vita stessa, nonché la sua morte avvenuta al largo di La Spezia, mentre veleggiava sulla sua barca in quel Mediterraneo che personifica uno stato di natura di cui Shelley non era mai sazio.

traduzione:

Shelley is a poet of action, one that is not content only of words and that through its existence has proven to be what he wrote ...

The poetry of Percy Bysshe Shelley (1792-1822) speaks loudly. The two most important aspects of his verse, poetry and philosophical poetry political public and private, assume a prophetic tone that reflected the tumultuous era of disharmony and personal political struggle of a poet who was a prophet and teacher for his generation.

But Shelley speaks and lives the social problems not only through writing. It 'a poet of action, one that is not content of words alone and that through its existence has proven to be what he wrote.

While living in a country without any major problems libertarians, Shelley chose exile considering that even in the absence of restrictive laws, the citizens and the moral power failed to prevent a free spirit of power to be himself, as he was convinced that freedom in civil society was not enough.

The family and social class were for Shelley the grates of a conventional morality that bound him to a world behind which he could not stay.

Thus the aristocratic rebel poet in July of 1814, after leaving his wife Harriet-who takes off shortly after the life-established himself in Italy with the young Mary Godwin, daughter of philosopher William Godwin in theoretical anarchism was a disciple and Mary Wollestoncraft, philosopher forerunner of feminism.

Shelley is the spokesman of his radical historical moment. For him, poetry must be the "trumpet of a prophecy", the role of the poet is to master. But the poet-prophet, Shelley does not speak, as some poets-Vati, by divine inspiration.

"Shelley the fool" or "Shelley the atheist"-as they called university-rejects religion as any form of institution which is founded on laws which must undergo. His idea of God is that of a tyrant who extended their will on people, limiting their freedom.

With his agnosticism and his revolutionary attitudes towards sexual relationships even Shelley is a prophet of the new. His enthusiasm and his crazy idealist nature make it a modern Prometheus quite similar to that character in Franakestein whose wife Mary is the author certainly inspired by him.

Freedom was the ideal of his life, his own life and his death off the coast of La Spezia, while sailing on his boat in the Mediterranean that personifies a state of nature of which Shelley was never sated.

...prego
dedo91_wlf
dedo91_wlf - Ominide - 6 Punti
Rispondi Cita Salva
grazie chichi un bacio
cichinella
cichinella - Genius - 5407 Punti
Rispondi Cita Salva
prego
mnemozina
mnemozina - Genius - 23940 Punti
Rispondi Cita Salva
chiudo.
(complimenti cichinella)
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Selisa

Selisa Blogger 31 Punti

VIP
Registrati via email