• Greco
  • Versioni Cicerone

Julea89
Julea89 - Erectus - 60 Punti
Rispondi Cita Salva
Ciao a tutti...
mi servirebbero le traduzioni di 4 versioni di Cicerone...
posto i titoli:
1)Come nasce una tirannide
2)Si può invecchiare bene
3)Il bene individuale e quello comune
4)Un seghetto sulla bancarella fà scoprire un delitto
Grazie in anticipo a tutti.
Ciao ciao
IPPLALA
IPPLALA - Mito - 101142 Punti
Rispondi Cita Salva
Metti le prime e le ultime parole
Julea89
Julea89 - Erectus - 60 Punti
Rispondi Cita Salva
1) Ex nimia licentia, quae saepe sola libertas putatur... - ...quae est nuvum genus tyrannorum.
2) Caecilius, comodiarum poeta, ait senes credulosos... - ...spiritum vindicet ius suum.
3) Mondum autem censent regi numine deorum eunque... - ...futuri sint, esse procter ipsosconsulendum.
4) Oc ipso fere tempo re Strato ille medicus... - ...inventi sunt strato invincula coniectus est.
Grazie
SuperGaara
SuperGaara - Mito - 120308 Punti
Rispondi Cita Salva
Mundum autem censent regi numine deorum, eumque esse quasi communem urbem et civitatem hominum et deorum, et unum quemque nostrum eius mundi esse partem; ex quo illud natura consequi, ut communem utilitatem nostrae anteponamus. ut enim leges omnium salutem singulorum saluti anteponunt, sic vir bonus et sapiens et legibus parens et civilis officii non ignarus utilitati omnium plus quam unius alicuius aut suae consulit. nec magis est vituperandus proditor patriae quam communis utilitatis aut salutis desertor propter suam utilitatem aut salutem. ex quo fit, ut laudandus is sit, qui mortem oppetat pro re publica, quod deceat cariorem nobis esse patriam quam nosmet ipsos. quoniamque illa vox inhumana et scelerata ducitur eorum, qui negant se recusare quo minus ipsis mortuis terrarum omnium deflagratio consequatur—quod vulgari quodam versu Graeco pronuntiari solet—, certe verum est etiam iis, qui aliquando futuri sint, esse propter ipsos consulendum.

Quanto al mondo, essi ritengono che sia retto dalla volontà divina, e costituisca per così dire la città e la patria comune degli uomini e degli dèi, ciascuno di noi sia una parte di tale mondo; da ciò deriva quest’altra conseguenza naturale; noi anteponiamo l’utilità generale alla nostra particolare. Infatti, come le leggi antepongono il benessere di tutti a quello dei singoli, così l’uomo buono sapiente e ossequiente alle leggi e non ignaro del suo dovere di cittadino provvede all’utilità generale più che a quella di un solo individuo o alla propria. E non è degno di maggior biasimo chi tradisce la patria che chi tralascia l’utilità o il benessere generale per lo Stato deve essere lodato, perché è conveniente che la patria ci sia più cara di noi stessi. E poiché si considera inumana e scellerata l’assèrzione di coloro che sostengono di non opporsi a che dopo la morte venga la fine del mondo con un incendio universale (si suoi dirlo citando un verso greco comunissimo), è certamente vero che bisogna provvedere anche a quelli che vivranno un giorno, per loro stessi. Questa disposizione d’animo ha dato origine ai testamenti e alle raccomandazioni dei moribondi.
italocca
italocca - Genius - 16560 Punti
Rispondi Cita Salva
la 1
ex nimia licentia, quae saepe sola libertas putatur, ut e stirpe quadam, exsistit et quasi nascitur tyrannus. Nam, ut ex nimia potentia principum oritur principum interitus, sic nimis liberum populum libertas ipsa servitute afficit. Sic omnia nimia, quum vel in tempestate (nel clima) vel in agris vel in corporibus laetiora fuerunt, in contraria fere convertuntur, maximeque id in rebus publicis evenit. Nimia enim illa libertas et populis et privatis in nimiam servitutem cedit. Itaque ex hac maxima libertate tyrannus gignitur et illa iniustissima et durissima servitus. Ex hoc enim populo indomito, vel potius imman, deligitur aliquis plerumque dux, audax, impurus, consectans proterve bene de republica meritos, populo gratificans et aliena et sua. Cui, quia privato timore cives impelluntur, dantur imperia et ea continuantur, praesidiis etiam, ut Athenis Pisistratus, saepiuntur. Postremo, a quibus producti sunt, eorum ipsorum existunt tyranni. Quos si boni opprimunt, recreatur civitas; sin audaces et improbi, fit factio perditorum, quae est novus genus tyrannorum.
--------------------------------------------------------------------------
Dall?eccessiva licenza, spesso considerata come la sola libert?, il tiranno nasce come per naturale generazione. Come infatti dall'eccessiva potenza dei grandi nasce la rovina dei grandi, cos? la libert? stessa punisce questo troppo libero popolo con la schiavit?. Tutti gli eccessi, sia nel clima, sia nei campi, sia nei corpi, generano l'eccesso contrario, e ci? accade soprattutto in materia politica, in cui la troppa libert? tanto per i popoli quanto per i privati finisce col trasformarsi in troppa schiavit?.
Da questa massima libert? si genera dunque un tiranno e la pi? ingiusta e la pi? dura delle servit?. Da questo
popolo indomito o, meglio, da questo mostro ? scelto, di solito, un duce audace, impuro, che perseguita, protervo, i cittadini che han pi? meritato della patria e largheggia verso il popolo con la ricchezza propria e con la ricchezza altrui. E potendo egli, come privato, aver qualche timore, gli si affidano comandi: e i comandi restano e ben presto gli si concede una guardia del corpo, come nel caso di Pisistrato in Atene: e cos? costoro diventano tiranni di quegli stessi che l'hanno innalzato.
Se i buoni cittadini riescono ad abbatterli, lo Stato ? rigenerato; ma se, invece, ad abbatterli sono individui senza scrupoli e improbi, subentra una fazione di prepotenti, che altro non ? che un nuovo genere di tirannia.
Julea89
Julea89 - Erectus - 60 Punti
Rispondi Cita Salva
Grazie a tt x adesso... spero di risuscire ad avere le altre 2 prima di nunedì... speriamo bene...:|
italocca
italocca - Genius - 16560 Punti
Rispondi Cita Salva
la 2 è di Seneca?
paraskeuazo
paraskeuazo - Genius - 74901 Punti
Rispondi Cita Salva
La 4 è forse qsta?


Hoc ipso fere tempore Strato ille medicus domi furtum fecit et caedem eius modi. Cum esset in aedibus armarium in quo sciret esse nummorum aliquantum et auri, noctu duos conservos dormientis occidit in piscinamque deiecit; ipse armari fundum exsecuit et HS [...] et auri quinque pondo abstulit uno ex servis puero non grandi conscio. Furto postridie cognito omnis suspicio in eos servos qui non comparebant commovebatur. Cum exsectio illa fundi in armario animadverteretur, homines quonam modo fieri potuisset requirebant. Quidam ex amicis Sassiae recordatus est se nuper in auctione quadam vidisse in rebus minutis aduncam ex omni parte dentatam et tortuosam venire serrulam qua illud potuisse ita circumsecari videretur. Ne multa, perquiritur a coactoribus, invenitur ea serrula ad Stratonem pervenisse. Hoc initio suspicionis orto et aperte insimulato Stratone puer ille conscius pertimuit, rem omnem dominae indicavit; homines in piscina inventi sunt, Strato in vincula coniectus est, atque etiam in taberna eius nummi, nequaquam omnes, reperiuntur.
Proprio in quel periodo il medico Stratone commise nella casa un furto ed un omicidio di questo genere.C'era nella casa un armadio, nel quale egli sapeva che c'era una somma in contanti e una certa quantità d'oro: nottetempo egli ammazzò nel sonno due compagni di schiavitù e li buttò nella cisterna; tagliò il fondo dell'armadio e rubò [...] sesterzi e cinque libbre d'oro; era suo complice un giovane schiavo. Il giorno dopo, quando si scoprì il furto, tutti i sospetti si appuntavano sui due schiavi che erano scomparsi. Ci si accorse del foro nel fondo dell'armadio e tutti si domandavano come lo si fosse potuto fare. Allora uno degli amici di Sassia si ricordò di avere visto, poco tempo prima, che in un'asta veniva messa in vendita una sega ricurva e provvista di denti su ogni lato; sembrava che con uno strumento così si potesse fare un foro circolare. Per farla breve, si fa un'indagine presso i cassieri d'asta e si scopre che quella sega era arrivata a Stratone. Questo fu il primo indizio; quando si accusò apertamente Straone, il giovane complice ebbe paura e rivelò tutto alla sua padrona. Furono ritrovati i cadaveri nella cisterna, Stratone fu arrestato e nella sua bottega vennero trovate le monete, anche se non tutte.
Julea89
Julea89 - Erectus - 60 Punti
Rispondi Cita Salva
italocca : la 2 è di Seneca?
no sono tutte e 4 di cicerone...
italocca
italocca - Genius - 16560 Punti
Rispondi Cita Salva
ah....allora non la trovo!
paraskeuazo
paraskeuazo - Genius - 74901 Punti
Rispondi Cita Salva
Boh io ho trovato la 4 e pare si qlla poi boh fate voi
Julea89
Julea89 - Erectus - 60 Punti
Rispondi Cita Salva
paraskeuazo : La 4 è forse qsta?


Hoc ipso fere tempore Strato ille medicus domi furtum fecit et caedem eius modi. Cum esset in aedibus armarium in quo sciret esse nummorum aliquantum et auri, noctu duos conservos dormientis occidit in piscinamque deiecit; ipse armari fundum exsecuit et HS [...] et auri quinque pondo abstulit uno ex servis puero non grandi conscio. Furto postridie cognito omnis suspicio in eos servos qui non comparebant commovebatur. Cum exsectio illa fundi in armario animadverteretur, homines quonam modo fieri potuisset requirebant. Quidam ex amicis Sassiae recordatus est se nuper in auctione quadam vidisse in rebus minutis aduncam ex omni parte dentatam et tortuosam venire serrulam qua illud potuisse ita circumsecari videretur. Ne multa, perquiritur a coactoribus, invenitur ea serrula ad Stratonem pervenisse. Hoc initio suspicionis orto et aperte insimulato Stratone puer ille conscius pertimuit, rem omnem dominae indicavit; homines in piscina inventi sunt, Strato in vincula coniectus est, atque etiam in taberna eius nummi, nequaquam omnes, reperiuntur.
Proprio in quel periodo il medico Stratone commise nella casa un furto ed un omicidio di questo genere.C'era nella casa un armadio, nel quale egli sapeva che c'era una somma in contanti e una certa quantità d'oro: nottetempo egli ammazzò nel sonno due compagni di schiavitù e li buttò nella cisterna; tagliò il fondo dell'armadio e rubò [...] sesterzi e cinque libbre d'oro; era suo complice un giovane schiavo. Il giorno dopo, quando si scoprì il furto, tutti i sospetti si appuntavano sui due schiavi che erano scomparsi. Ci si accorse del foro nel fondo dell'armadio e tutti si domandavano come lo si fosse potuto fare. Allora uno degli amici di Sassia si ricordò di avere visto, poco tempo prima, che in un'asta veniva messa in vendita una sega ricurva e provvista di denti su ogni lato; sembrava che con uno strumento così si potesse fare un foro circolare. Per farla breve, si fa un'indagine presso i cassieri d'asta e si scopre che quella sega era arrivata a Stratone. Questo fu il primo indizio; quando si accusò apertamente Straone, il giovane complice ebbe paura e rivelò tutto alla sua padrona. Furono ritrovati i cadaveri nella cisterna, Stratone fu arrestato e nella sua bottega vennero trovate le monete, anche se non tutte.
Siiiiiiii è questa grazie 1000!!!:move
italocca
italocca - Genius - 16560 Punti
Rispondi Cita Salva
Perfetto!
pukketta
pukketta - Mito - 72506 Punti
Rispondi Cita Salva
manca solo una
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 341 Punti

Comm. Leader
Gioinuso

Gioinuso Geek 117 Punti

VIP
Registrati via email