• Greco
  • Versione latino "Il suicidio di Arria"

    closed post
peppe93
peppe93 - Erectus - 100 Punti
Rispondi Cita Salva
ciao ki mi trova la versione di latino "Il suicidio di Arria" di PLINIO IL GIOVANE.....URGENTE

Questa risposta è stata cambiata da paraskeuazo (21-09-08 13:32, 8 anni 2 mesi 22 giorni )
blakman
blakman - VIP - 9176 Punti
Rispondi Cita Salva
Mea dicta erunt tibi legenti tam mirabilia quam mihi audienti fuerunt.
Arria,nobilis mulier,marito et solacium mortis et exemplum fuit.Aegrotabat Caecina Paetus maritus eius,aegrotabat et filius,uterque mortifere.Denique filius eorum decessit eximia pulchritudine,pari verecundia et a parentibus valde amatus.Huic illa funus paravit et exsequias duxit,sed maritum de illius morte non docuit.Immo quotiens cubiculum eius intrabat,vivere filium simulabat(=fingeva che il figlio fosse vivo) ,ac persaepe marito de puero interroganti,respondebat:' bene quievit,libenter cibum sumpsit."Deinde ,cum diu cohibitae lacrimae vincebat prorumpebantque ,egrediebatur(usciva);tunc se dolori dabat;postea,satiata siccis oculis composito ore redibat.Ita ,amisso filio,illa lacrimas abdebat.Postea,quia maritus ob morbum magno dolore conficiebatur,Arria gladium strinxit et suum pectus perfodit;deinde pugionem extraxit,marito porrexit et addidit hanc vocem,immortalem ac paene divinam:"Paete ,non dolet.Sed tamen ista facienti, ista dicenti,gloria et aeternitas ante oculos erant.


Le cose che sono state dette sono state tanto meravigliose a te che le leggevi quanto a me che le ascoltavo. Arria, donna nobile, fu al marito sia consolazione di morte che esempio. Suo marito Peto piangeva (Caecina), piangeva il figlio, entrambi (mortifere). Infine il figlio di questi morì di esimia bellezza, di simile verecondia amato fortemente dai genitori. Quella rovina preparò a questo e condusse le esequie, ma non il marito non seppe della morte di quello. Anzi ogni volta che entrava nella sua stanza, fingeva che il figlio vivesse, e spesso al marito che chiedeva del figlio, rispondeva: riposa tranquillo, assume tranquillamente il cibo. Infine, quando a lungo trattenute le lacrime (queste) la vincevano, e quando uscivano (le lacrime) si allontanava; allora si dava al dolore, dopo saziata, asciugati gli occhi, ritornava con volto composto. Così, perso il figlio, nascondeva le lacrime. Dopo, poichè il marito era tormentato con grande malattia dalla malattia, Arria strinse la spada e la affondò nel suo petto; infine estrasse il pugnale, si inginocchiò al marito e aggiunse questa voce, immortale e quasi divina: O Peto, non piangere. Ma tuttavia queste cose a te che fai, queste cose a te che dici, la gloria e l'eternità saranno davanti ai tuoi occhi.


Controlla bene prima di scrivere la versione
Cronih
Cronih - Genius - 23969 Punti
Rispondi Cita Salva
La prossima volta cerca di mettere un titolo attinente al post! ;)
SuperGaara
SuperGaara - Mito - 120308 Punti
Rispondi Cita Salva
Ciao peppe, benvenuto sul forum di skuola.net!

Ti invito a leggere bene il regolamento della sezione di latino prima di postare una richiesta d'aiuto, in maniera tale che la stessa sia elaborata nella maniera più consona possibile al modello esplicitato nel regolamento!

Grazie per la collaborazione, alla prossima!

Chiudo questo thread :hi
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 281 Punti

Comm. Leader
kunvasquero

kunvasquero Geek 347 Punti

VIP
Registrati via email