nuvolettablu
nuvolettablu - Erectus - 78 Punti
Rispondi Cita Salva
ciao posso avere qst versioni di greco?
la prima è di Platone e si intitola "Il generoso sacrificio di Alcesti" inizia così: Καὶ μὴν υπεραποθνᾐσκειν γε μὁνοι
la seconda è di Isocrate e si intitola "L'educazione dei giovani nei tempi antichi" inizia così: Τοσούτου ἔδεον αυτοὺσ

grazieee
cichinella
cichinella - Genius - 5407 Punti
Rispondi Cita Salva
ciao...
1)E dunque solo coloro che sono innamorati sono disposti a morire,non solo uomini,ma anche le donne.Di ciò anche la figlia di Pelia,Alcesti,fornisce una prova sufficiente su questa affermazione.Ai greci,poichè volle morire lei sola per il suo uomo,pur avendo lui un padre ed una madre,che quella superò tanto nell'affetto a causa dell'amore,che dimostrò che quelli erano estranei verso il figlio e lagati (a lui) soltanto per il nome,ed ella,avendo compiuto questo sacrificio,sembrò non solo agli uomini ma anche agli dei,che aveva compiuto un atto così bello che gli dei tra i molti uomini che hanno compiuto numerose e gloriose imprese,a pochi hanno donato questo privilegio,rimandarono di nuovo l'anima nell'Ade,ma la lasciarono andare per il suo gesto.Così anche gli dei onorano moltissimo l'impegno ed il coraggio dell'amore.Essi fecero risalire dall'Ade Orfeo figlio di Iargo,senza aver raggiunto lo scopo,avendo mostrato il fantasma della moglie per la quale era sceso,non restituendogliela poichè sembrava che egli si comportasse in maniera molle,poichè era un citaredo e non osava morire per amore come Alcesti ma sembrava impegnarsi ad entrare da vivo nell'Ade.

Questa risposta è stata cambiata da silmagister (29-12-09 23:42, 6 anni 11 mesi 17 giorni )
nuvolettablu
nuvolettablu - Erectus - 78 Punti
Rispondi Cita Salva
ecco altre parole della seconda:Τοσούτου ἔδεον αὐτοὺς λανθἁνειν οἱ κακόν τι δεδῥακότες
silmagister
silmagister - Genius - 25278 Punti
Rispondi Cita Salva
Il generoso sacrificio di Alcesti
Καὶ μὴν ὑπεραποθνῄσκειν γε μόνοι ἐθέλουσιν οἱ ἐρῶντες,
οὐ μόνον ὅτι ἄνδρες, ἀλλὰ καὶ αἱ γυναῖκες. τούτου δὲ καὶ
ἡ Πελίου θυγάτηρ ῎Αλκηστις ἱκανὴν μαρτυρίαν παρέχεται
ὑπὲρ τοῦδε τοῦ λόγου εἰς τοὺς ῞Ελληνας, ἐθελήσασα μόνη
ὑπὲρ τοῦ αὑτῆς ἀνδρὸς ἀποθανεῖν, ὄντων αὐτῷ πατρός τε
καὶ μητρός, οὓς ἐκείνη τοσοῦτον ὑπερεβάλετο τῇ φιλίᾳ διὰ
τὸν ἔρωτα, ὥστε ἀποδεῖξαι αὐτοὺς ἀλλοτρίους ὄντας τῷ ὑεῖ
καὶ ὀνόματι μόνον προσήκοντας, καὶ τοῦτ' ἐργασαμένη τὸ
ἔργον οὕτω καλὸν ἔδοξεν ἐργάσασθαι οὐ μόνον ἀνθρώποις
ἀλλὰ καὶ θεοῖς, ὥστε πολλῶν πολλὰ καὶ καλὰ ἐργασαμένων
εὐαριθμήτοις δή τισιν ἔδοσαν τοῦτο γέρας οἱ θεοί, ἐξ ῞Αιδου
ἀνεῖναι πάλιν τὴν ψυχήν, ἀλλὰ τὴν ἐκείνης ἀνεῖσαν ἀγα-
σθέντες τῷ ἔργῳ• οὕτω καὶ θεοὶ τὴν περὶ τὸν ἔρωτα σπουδήν
τε καὶ ἀρετὴν μάλιστα τιμῶσιν

E solo chi ama desidera morire per gli altri, non solo gli uomini, ma anche le donne. Di questo anche la figlia di Pelia fornisce una sufficiente testimonianza davanti ai Greci rispetto a questo argomento, avendo voluto solo lei morire per lo sposo, pur avendo lui sia padre che madre, che quella donna superò tanto in virtù grazie al suo amore da riuscire a dimostrare che erano degli estranei per il figlio e congiunti soltanto per nome, e, dopo aver compiuto ciò, sembrò, non solo agli uomini, ma anche agli dei, che avesse compiuto un atto così bello, che proprio gli dei, pur avendo in molti compiuto molte gesta virtuose, concessero a pochissimi questo dono, cioè quello di far risalire dall'Ade l'anima, e la sua la fecero ritornare, ammirati del gesto; così anche gli dei onorano soprattutto la pena e la virtù relativi all'amore.


ciao nuvolettablu

l'altra...puoi scriverla ?

utilizza questa pagina

http://www.lexilogos.com/clavier/ellenike.htm

:hi
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 281 Punti

Comm. Leader
Registrati via email