• Greco
  • traduzione aggettivo posizione attributiva e predicativa

    closed post
Myricae98
Myricae98 - Habilis - 209 Punti
Salva
Salve, domani ho versione e mi servirebbe una mano per la traduzione degli aggettivi in posizione predicativa!! :cry
Espressioni come "Ὁ στρατώτας πρῶτος ὁράει" si traducono con "il soldato vede primo (o per primo)"...può essere giusto?
Ma frasi come "Ὁ δοῦλους πιστός πλούσια δῶρα ἀπό τοῦ δεσπότου δέχεται", possono essere tradotte con "lo schiavo, se fedele, riceve ricchi doni dal padrone"?! O in quale altro modo?
Inoltre, come faccio a sapere che πλούσια è un attributivo, dato che non c'è nessun articolo??
come si può vedere, faccio un po' di confusione :(
Grazie 1000 in anticipo!!!!
Carla Ardizzone
Carla Ardizzone - Blogger - 32540 Punti
Salva
allora...
nel caso del soldato, sono giusti entrambi i casi...ma attenzione: qui πρῶτος non è usato come attributo, ma come predicativo, fungendo da sostantivo praticamente. La differenza è questa:
- Se l'aggettivo avesse funzione attributiva, dovresti tradurre Il PRIMO SOLDATO
- In questo caso invece lo traduci Il SOLDATO PRIMO ( o per primo, o come prima persona che fa qualcosa), e noti la diversa funzione anche per come è strutturata la frase, in quanto πρῶτος segue il nome a cui si riferisce, che di solito non succede quando la funzione è attributiva. Collocando l'aggettivo in questo modo, l'autore mette in risalto il concetto e dà all'attributo funzione predicativa (nel caso di πρῶτος è anche segnalata sul vocabolario, preceduta dalla sigla pred.).

Nella seconda frase, la funzione dell'aggettivo dello schiavo è ugualmente predicativa (lo noti dalla posizione) ma a differenza di πρῶτος il concetto espresso dall'aggettivo è meno marcato, per cui non c'è grande differenza se traduci a)LO SCHIAVO, IN QUANTO FEDELE o LO SCHIAVO FEDELE...ma ti accorgi della differenza se traduci b)IL FEDELE SCHIAVO RICEVE DONI DAL PADRONE. Nel caso a) il fatto che lo schiavo è fedele è la cosa che dà ragione del fatto che esso abbia doni, è messo in risalto -> funzione predicativa.
Per marcare meglio questa cosa spesso è usato anche l'articolo davanti all'aggettivo, oltre ad essere spostato dopo il sostantivo a cui si riferisce del tipo ὁ ἀνὴρ ὁ ἀγαθός.
Nel caso b), il fatto che il servo sia fedele è solo qualità del servo stesso, che ovviamente specifica meglio la frase ma è concetto non messo in risalto come nel primo caso = funzione attributiva.

Nel caso di πλούσια δῶρα, ti aiuta la posizione del'aggettivo: come vedi precede il termine a cui si riferisce, a differenza dei due precedenti casi. Il concetto espresso da πλούσια si riferisce a δῶρα e ne specifica le qualità, ma i doni non vengono dati allo schiavo in quanto ricchi...il concetto non è basilare nella frase, ma semplicemente la arricchisce, ed il senso non cambia di molto se tu lo eliminassi.
Nel caso di πιστός invece si, perchè è quella la qualità messa in risalto dall'autore (ovvero che lo schiavo è fedele) per cui gli vengono dati i doni.

Sono stata chiara? Lo spero! Per qualche altra chiarificazione guarda
http://www.skuola.net/grammatica-greca/posizione-attributiva-predicativa.html

Questa risposta è stata cambiata da carletta a. (07-11-12 12:02, 4 anni 27 giorni )
Myricae98
Myricae98 - Habilis - 209 Punti
Salva
Chiarissima, grazie 100000!! Adesso mi è tutto molto più chiaro :blowkiss mi sei stata di grande aiuto...
speriamo che la versione sia andata bene...nel frattempo incrociamo le dita :D
Ciaooo! ;)
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Registrati via email