• Greco
  • Teramene è un ambizioso e un taditore - Lisia (47575)

    closed post
melpi
melpi - Erectus - 53 Punti
Salva
Inizio:
Υπεσχετο δε ειρηνην ποιησειν μητε ομηρα δους μητε τα τειχη καθελων μητε τας ναυς παραδους·

Fine:
ταχειαν παῥ αυτου την τιμωριαν κομιεισθε

Aggiunto 1 giorni più tardi:

grazie mille gentilissimi davvero!!! grazie di cuore!! A presto! A molti ho consigliato questo sito perchè fa comprendere i propri sbagli!! Sperando di "decifrare" al meglio una futura versione :)
silmagister
silmagister - Genius - 25278 Punti
Salva
TERAMENE E' UN AMBIZIOSO E UN TRADITORE

ὑπέσχετο δὲ εἰρήνην ποιήσειν μήτε ὅμηρα δοὺς μήτε τὰ τείχη
καθελὼν μήτε τὰς ναῦς παραδούς• ταῦτα δὲ εἰπεῖν μὲν
οὐδενὶ ἠθέλησεν, ἐκέλευσε δὲ αὑτῷ πιστεύειν. ὑμεῖς δέ,
ὦ ἄνδρες ᾿Αθηναῖοι, πραττούσης μὲν τῆς ἐν ᾿Αρείῳ πάγῳ
βουλῆς σωτήρια, ἀντιλεγόντων δὲ πολλῶν Θηραμένει,
εἰδότες δὲ ὅτι οἱ μὲν ἄλλοι ἄνθρωποι τῶν πολεμίων ἕνεκα
τἀπόρρητα ποιοῦνται, ἐκεῖνος δ' ἐν τοῖς αὑτοῦ πολίταις οὐκ
ἠθέλησεν εἰπεῖν ταῦθ' ἃ πρὸς τοὺς πολεμίους ἔμελλεν ἐρεῖν,
ὅμως ἐπετρέψατε αὐτῷ πατρίδα καὶ παῖδας καὶ γυναῖ-
κας καὶ ὑμᾶς αὐτούς. ὁ δὲ ὧν μὲν ὑπέσχετο οὐδὲν ἔπραξεν,
οὕτως δὲ ἐνετεθύμητο ὡς χρὴ μικρὰν καὶ ἀσθενῆ γενέ-
σθαι τὴν πόλιν, ὥστε περὶ ὧν οὐδεὶς πώποτε οὔτε τῶν πο-
λεμίων ἐμνήσθη οὔτε τῶν πολιτῶν ἤλπισε, ταῦθ' ὑμᾶς
ἔπεισε πρᾶξαι, οὐχ ὑπὸ Λακεδαιμονίων ἀναγκαζόμενος,
ἀλλ' αὐτὸς ἐκείνοις ἐπαγγελλόμενος, τοῦ τε Πειραιῶς τὰ
τείχη περιελεῖν καὶ τὴν ὑπάρχουσαν πολιτείαν καταλῦσαι,
εὖ εἰδὼς ὅτι, εἰ μὴ πασῶν τῶν ἐλπίδων ἀποστερηθήσεσθε,
ταχεῖαν παρ' αὐτοῦ τὴν τιμωρίαν κομιεῖσθε.

Promise che avrebbe concluso la pace senza dare ostaggi (lett: non dando...), senza abbattere le mura (non abbattendo..) e senza consegnare le navi; non volle però dire a nessuno queste intenzioni, e chiese di dargli fiducia. Voi allora, cittadini Ateniesi, mentre il consiglio dell'Areopago si occupava di una via di salvezza, benchè molti si opponessero a Teramene, sapendo che gli altri uomini mantengono i segreti a causa dei nemici, mentre lui non aveva voluto esporre fra i suoi concittadini ciò che stava per dire ai nemici, ciononostante gli affidaste la patria, i vostri figli, le vostre mogli e voi stessi. Ma lui non non fece nulla delle cose che aveva promesso, e si era così prefisso nell'animo che bisognava che la città diventasse piccola e debole, che vi convinse a fare le cose che nessuno mai nè fra i nemici aveva fatto ricordare nè fra i cittadini si era aspoettato, non costretto dagli Spartani, ma proponendo egli stesso a loro di abbattere le mura del Pireo e di rovesciare la presente forma di governo, ben sapendo che, se non foste stati privati di tutte le speranze, avreste conseguito una rapida vendetta su di lui.

ciao melpi

spero che il testo vada bene...

:hi
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 248 Punti

Comm. Leader
Registrati via email