• Greco
  • Due versioni di Latino

.Friski.
.Friski. - Habilis - 270 Punti
Rispondi Cita Salva
LA CITTA' DI GABI VIENE RESA CON UN INGANNO.
Tarquinius superbus regnum sceleste occupaverat, sed in bello strenus fuit et multos adversarios domuit. Tamen oppidum Gabios bello expugnare non valuit, sed per dolum Sexti filii imperio suo subegit.
Sextus ad Gabios confugerat et Tarquinium multis cum mendaciis de saevitia accusaverat.
Benigne Gabinii Sextum acceperunt et Sextus paulatim benevolentiam Sabinorum fictis blanditiis allexit. Gabinii fiduciae pleni, Sextum ducem belli elegerunt.
Deinde Sextus nuntium ad Tarquinium misit, siscitatum quidnam se facere vellet.
Tarquinius nihil respondit sed in hortum cum nuntio venit, et, dum ibi ambulat, baculo maxima papaverum capita decussit
Nuntius, quod Tarquinius responsum no dabat, in oppidum Gabios revenit,Sextoque narravit et silentium et factum Tarquinii.
Sextus statim intellexit quid pater vellet. Principes civitatis necavit et Tarquinio oppidum sine ullo proelio tradidit.


IL TIRANNO DIONISIO E IL POETA FILOSSENO.
Dionysius, Syracusanorum tyrannus, litteras colebat atque poematia componebat, et sua scripta convivis post epulas legebat.
Convivae Dionysium laudabant, eius ingenium celebrabant, magnamque gloriam tyranno tribuebant.
Quondam Dionysius etiam Philoxenum poetam ad cenam invitavit et post epulas poematium, quod composuerat, legit. Dum ceteri convivae magnopere Dionysium laudant , unus Philoxenus silentium servavit.
Tum tyrannus, offensus et iratus, eum vincula coniecit. Postridie tamen Philoxenum e vinculis dimisit, ad epulas iterum admisit, novum poematium coram convivis recitavit atque Philoxeni sententiam quaesivit.
Tunc poeta surrexit, mensam reliquit ad ianuam contendit.
Quo vadis? quaesiverunt convivae.
In vincula, respondit poeta.

Questa risposta è stata cambiata da Scoppio (12-02-09 16:24, 7 anni 9 mesi 26 giorni )
Scoppio
Scoppio - Mito - 26022 Punti
Rispondi Cita Salva
Per favore leggi qui:
http://www.skuola.net/forum/latino-greco/titoli-delle-vostre-richieste-da-leggere-26259.html

E qui:

http://www.skuola.net/forum/latino-greco/regolamento-forum-latino-leggere-per-favore-4622.html

:hi
Jello Biafra
Jello Biafra - Genius - 8205 Punti
Rispondi Cita Salva
allora questa e la prima:

per ultimo regnò Tarquinio il superbo a Roma, che occupò il regno scelleratamente, ma valoroso in guerra soggiogò tutti i nemici. riportò Gabii in suo potere con l'inganno del figlio Sestio. Ma mentre assale Ardea perse l'impero, infatti la la cittadidanza fu concitata dalla turpe scelleratezza del figlio Sestio e abolì l'autorità regia. Subito Tarquinio si diresse a Roma, ma le porte della città furono chiuse al re crudele e fu proclamato l'esilio. allora furono creati due consoli.Tarquinio allora proclamò al popolo romano una terribile guerra

e questa e la seconda:

Avendo un giorno Dionigi,tiranno di sirausa, invitato a pranzo il poeta Filosseno. Accade che i servi servissero a Dionigi un grossissimo pesce, mentre al poeta un pesce molto piu piccolo e piu scadente. Allora Filosseno avvicinò prima il pesce alla sua bocca, poi all'orecchio, come se avesse intenzione di chiedere qualcosa. Dionigi, stupito, chiese al poeta il perchè. Allora il convitato rispose; "Sto per comporre la poesia "Polifemo e Galatea", la figlia di Nereo, il dio del mare; pertanto interrogavo il pesce sulla vita dei Nereidi che vivono in mare.Ma il mio pesce. essendo piu giovane del tuo, non sa tutto Permettimi dunque di interrogare quello piu vecchio, quello che a te è stato servito!". Il tiranno,diletato dalla risposta faceta di Filosseno, diede al poeta alquanto astuto il suo pesce.

ciao:hi
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

tiscali

tiscali Tutor 22585 Punti

VIP
Registrati via email