• Greco
  • correzione versione latino per favore..

gattamatta
gattamatta - Genius - 23668 Punti
Rispondi Cita Salva
ciao ragazzi.. ;) vi dovrei chiedere un favore..potreste dare un'occhiata a questa versione che ho tradotto, e dirmi se c'e' qualche errore..? vi ringrazio...
Solebat quidam Graeculus Augusto Descendenti e Palatio honorificum epigramma porrigere. Id frustra saepe ille fecerat, igitur Augustus, quodam die, sua manu in charta breve exaravit graecum epigramma ut Graeculo rursus ad se venienti emittteret.
Ille legens laudare coepit mirarique tam voce quam vultu gestuque. Dein ad sellam accessit, qua Augustus vehebatur et in pauperem crumenam manum demisit. Paucos denarios protulit atque principi dedit. Dicit quoque sibi plus non esse. Graeculum Augustus vocavit, eique satis grandem summam dari iussit.

Un certo greco era solito offrire un epigramma onorifico ad Augusto, discendente dal Palatino. Spesso egli aveva fatto cio' inutilmente, allora un giorno scrisse di sua mano in un foglio un breve epigramma in greco, per consegnarlo al greco che nuovamente andava da lui. Leggendo quello comincio' a lodare e ad ammirare tanto con la voce quanto cn il volto. In seguito si avvicino' alla sedia, con la quale era portato Augusto e infilo' la mano nella povera borsa. Porto' fuori poche monete e le diede al principe. Disse anche di non avere di piu'. Augustochiamo' il greco e ordino' che a lui fosse data una somma abbastanza consistente.


grazie mille in anticipo...
silmagister
silmagister - Genius - 25278 Punti
Rispondi Cita Salva
Solebat quidam Graeculus Augusto Descendenti e Palatio honorificum epigramma porrigere. Id frustra saepe ille fecerat, igitur Augustus, quodam die, sua manu in charta breve exaravit graecum epigramma ut Graeculo rursus ad se venienti emittteret.
Ille legens laudare coepit mirarique tam voce quam vultu gestuque. Dein ad sellam accessit, qua Augustus vehebatur et in pauperem crumenam manum demisit. Paucos denarios protulit atque principi dedit. Dicit quoque sibi plus non esse. Graeculum Augustus vocavit, eique satis grandem summam dari iussit.

Un certo greco era solito offrire un epigramma onorifico ad Augusto, discendente quando scendeva dal Palatino. Spesso egli aveva fatto cio' inutilmente, allora Augusto, un giorno , scrisse di sua mano in un foglio un breve epigramma in greco, per consegnarlo al greco che nuovamente andava da lui. Leggendo quello comincio' a lodare e ad ammirare tanto con la voce quanto cn il volto. In seguito si avvicino' alla sedia, con la quale era portato Augusto e infilo' la mano nella povera borsa. Porto' fuori poche monete e le diede al principe. Disse anche di non avere di piu'. Augusto chiamo' il greco e ordino' che a lui fosse data una somma abbastanza consistente.

brava gattamatta ...ciao :hi
gattamatta
gattamatta - Genius - 23668 Punti
Rispondi Cita Salva
grazie mille silmagister..!!
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Suzy90

Suzy90 Moderatore 8655 Punti

VIP
Registrati via email