ingirpelet
ingirpelet - Erectus - 50 Punti
Rispondi Cita Salva
ciao a tutti sono nuova del sito ^^
avrei bisogno di qualche versione pronta perchè essendo stata in vacanza studio non ho avuto tempo di finirle tutte e me ne mancano 5.
Sono tutte tratte dal libro "Corso di Lingua Latina per il Biennio" di Laura Pepe e Danilo Golin. Eccole:

1)TITOLO: Ariovisto fugge e Cesare ritrova un amico.
AUTORE: Cesare.
INIZIO: Omnes hostes terga neque fugere destiterunt prisquam in flumen Rhuenum milia passum ex eo loco circiter quinque pervenerunt.
FINE:addebat sortium beneficio se esse incolumem.

2)TITOLO: Carriera di Catone il censore.
AUTORE: Nepote.
INIZIO: Marcus Catulo,ortus municipio Tusculo,adulescentulus,prisquam honoribus operam daret,versatus est in Sabinis...
FINE: quod non minoris,aestimamus quam quemlibet amplissimum Sardiniensem triumphum.

3)TITOLO: La poesia in Grecia.
AUTORE: Cicerone.
INIZIO: Doctrina Graecia nos et omni litterarum genere superabat;
FINE: fidibus praeclare cecinisse Themistoclemque,cum in epulis recusaret lyram,habitum esse indoctum.

4)TITOLO: il suicidio di Annibale.
AUTORE: Nepote.
INIZIO: Dum haec in Asia geruntur...
FINE: quod semper secum habere consueverat,sumpsit.

5)TITOLO: Alessandro Magno in India.
AUTORE: Curzio Rufo
INIZIO: Alexander,Indiam et inde Oceanum petiturus...
FINE: more Persarum,venerabundos ipsum salutare,prosternentes humi corpora.

Grazie anticipatamente!! :satisfied
IPPLALA
IPPLALA - Mito - 101142 Punti
Rispondi Cita Salva
2) M. Cato, ortus municipio Tusculo adulescentulus, priusquam honoribus operam daret, versatus est in Sabinis, quod ibi heredium a patre relictum habebat. Inde hortatu L. Valerii Flacci, quem in consulatu censuraque habuit collegam, ut M. Perpenna censorius narrare solitus est, Romam demigravit in foroque esse coepit. [2] Primum stipendium meruit annorum decem septemque. Q. Fabio M. Claudio consulibus tribunus militum in Sicilia fuit. Inde ut rediit, castra secutus est C. Claudii Neronis, magnique opera eius existimata est in proelio apud Senam, quo cecidit Hasdrubal, frater Hannibalis. [3] Quaestor obtigit P. Africano consuli; cum quo non pro sortis necessitudine vixit: namque ab eo perpetua dissensit vita. [4] Aedilis plebi factus est cum C. Helvio. Praetor provinciam obtinuit Sardiniam, ex qua, quaestor superiore tempore ex Africa decedens, Q. Ennium poetam deduxerat; quos non minoris aestimamus quam quemlibet amplissimum Sardiniensem triumphum.

M. Catone, nato nel municipio di Tuscolo, (l’odierna Frascati) da adolescente, prima che dedicasse la sua attività politica, si trattenne in Sabina, perché là aveva una podere ereditato dal padre. Da là, per esortazione di L. Valerio Flacco, che poi ebbe collega nel consolato e nella censura, come è solito narrare l'ex censore Marco Perpenna, si trasferì a Roma e cominciò a frequentare il Foro. [2] Meritò la sua prima paga a diciassette anni. Fu tribuno dei soldati in Sicilia sotto il consolato di Q. Fabio e M. Claudio. Quando tornò da là, fece parte dell'esercito di C. Claudio Nerone e fu assai apprezzato il suo contributo nella battaglia di Senigallia, dove morì Asdrubale, fratello di Annibale. [3] In qualità di questore, toccò (in sorte) al console P. Africano, col quale però non visse come imponevano i vincoli dell'ufficio: infatti fu in contrasto con lui per tutta la vita. [4] Divenne edile della plebe insieme con C. Elvio. Come pretore ebbe la provincia di Sardegna, dalla quale precedentemente, di ritorno dall'Africa in qualità di questore, aveva portato con sé il poeta Q. Ennio e questo stimiamo di merito non inferiore a qualsiasi grandissimo trionfo sardo.



3) clicca o anche 3
4)4
5)Autore: Curzio Rufo
Titolo: Alessandro Magno in India

Traduzione: Alessandro, avendo intenzione di dirigersi in India e quindi verso l’oceano, ordinò che fossero arruolate molte milizia di giovani da tutte le province e che fossero condotte da lui armate. Poi inviò Cratero per scacciare Austane e Catene, che avevano defezionato (abbandonato) e tra loro Austane fu catturato, Catane (fu) ucciso in guerra. Poliperco ricondusse sotto il dominio anche della regione, che prende nome da Bubacene. E così, sistemate tutte le cose, Alessandro rivolge i pensieri alla guerra indiana. L’India era ritenuta una regione ricca non solo d’oro, ma anche di gemme e di perle, ed educata al lusso più che alla magnificenza. I conoscitori dicevano che i soldati risplendevano d’oro e d’avorio. Perciò Alessandro, per non essere superato da loro, aggiunse agli scudi lamine d’argento, ai cavalli freni d’oro, adornò anche le loriche alcune d’oro altre d’argento. Predispose tutte le cose per la guerra, Alessandro cominciò a pensare in che modo acquistare onori celesti: e così, poiché desiderava non solo essere detto ma anche creduto figlio di Giove, ordinò che i macedoni che dovevano venerare, secondo il costume dei persiani, lo omaggiassero, prosternando i corpi a terra.

http://www.skuola.net/forum/latino-greco/latino-versioni-estive-cercasi-aiuto-3677.html
ingirpelet
ingirpelet - Erectus - 50 Punti
Rispondi Cita Salva
Grazie mille!!!! (=
IPPLALA
IPPLALA - Mito - 101142 Punti
Rispondi Cita Salva
Manca la prima ma se scrivi su Google le prime parole forse qualcosa trovi, prego ;)
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 341 Punti

Comm. Leader
Registrati via email