• Greco
  • Aiuto versione greco

sarnek04
sarnek04 - Habilis - 240 Punti
Rispondi Cita Salva
Avrei bisogno di aiuto per una versione di greco di Senofonte che ho trovato difficoltà a tradurre. Dunque non chiedo che mi troviate la traduzione della versione (impresa che, immagino, sarebbe molto ardua, se non impossibile), ma soltanto di darmi una mano, se avete tempo/voglia.

La versione è presa dal libro “Greco, Esercizi II” ( di C.Campanini, P.Scaglietti), intitolata “Gli Spartani richiamano in patria Agesilao” (da Senofonte).

Il testo è scritto in caratteri greci, nella maggior parte dei vocaboli sono presenti accenti e segni diacritici, in alcuni no.



[greek]Οι Λακεδαιμὸνιοι επεὶ σαφώς ᾔσθοντο (da αισθανομαι, aor.II )τας μεγιστας πολεις συνισταμενας επὶ πολεμῳ προς εαυτους ( pronome rifl. ), εν κινδυνῳ τε τήν πολιν ενὸμισαν ( da νομίζω ) και στρατευειν αναγκαῖον ηγήσαντο ( da ηγεομαι ) εἶναι. Και αυτοί μεν ταῦτα παρεσκευάζοντο, ευθύς ( avv. "subito, immediatamente" ) δέ και επί τον Αγησιλαος πέμπουσι Επικυδιδαν. Ο δ'επει αφίκετο ( da αφικνομαι, aor.II ), τά τε ἄλλα διηγεῖτο (?) ὡς έχοι και ότι ἡ πολις επιστέλλοι αυτῷ βοηθεῖν ως τάχιστα ( da ταχύς, agg. ) τῇ πατρίδι. Ο δε Αγησίαλος επεί ἢκουσε ( da ακουω ), χαλεπῶς μεν ἤνεγκεν ( da φερω, aor.II ), ενθυμούμευος και οἵων τιμῶν και οἳων ελπὶδων απεστερεῖτο, ὅμως ( avv. "tuttavia" ) δε συγκαλέσας τους συμμάχους εδήλωσε ( da δηλεομαι? ) τά υπό τῆς πολεως παραγγελλόμενα, και εἶπεν ( da εἷπον? ) ὅτι αναγκαῖον εἴη ( da ειμι, ottativo) βοηθεῖν τῇ πατρίδι. Ακούσαντες ταῦτα πολλοὶ ( da πολυς, "molti" ) μὲν εδάκρυσαν, πάντες ( da πας, πασα, παν, "tutti" ) δ'εψηφίσαντο ( da ψηφιζω ) βοηθεῖν μετ' Ἀγησιλάος τῇ Λακεδαίμονι.[/greek]



Traduzione fatta da me (certamente con qualche errore)

I Lacedemoni, poiché capirono chiaramente che le grandi città si riunivano in guerra contro loro stessi, ritennero la città in pericolo e credettero che fosse necessario combattere. Anche essi preparavano queste cose, ma subito inviano Epicidide ad Agesilao. Quando questo giunse pensò di avere le altre cose e che la città ordinasse a lui di portare aiuto più velocemente alla patria. Agesilao poichè capi che, portò aspramente difficilmente, (...) [non tradotto da [greek]ενθυμούμευος[/greek] a [greek]απεστερεῖτο[/greek]], tuttavia avendo chiamato gli alleati mostrò le cose dalla città avvisata, e disse che era necessario portare aiuto alla patria. Capendo queste cose molti piansero, tutti decretarono di portare aiuto con Agesilao a Sparta.


Praticamente un macello XD
Ringrazio anticipatamente per l'aiuto.
paraskeuazo
paraskeuazo - Genius - 74901 Punti
Rispondi Cita Salva
E' meglio se lo riscrivi con qsta tastiera: http://www.lexilogos.com/clavier/ellenike.htm ha tutto, spiriti, accenti ed è meglio dei symbols di world e poi metti i tag come hai fatto tu...altre idee nn mi vengono...
sarnek04
sarnek04 - Habilis - 240 Punti
Rispondi Cita Salva
Inserito il testo greco :yes
SuperGaara
SuperGaara - Mito - 120308 Punti
Rispondi Cita Salva
Bisogna aspettare Luca...:dontgetit
sarnek04
sarnek04 - Habilis - 240 Punti
Rispondi Cita Salva
SuperGaara : Bisogna aspettare Luca...:dontgetit

Okay, tanto non ho fretta:)
paraskeuazo
paraskeuazo - Genius - 74901 Punti
Rispondi Cita Salva
Super Gaara:
Bisogna aspettare Luca...

Eccomi ;)

allora...come traduzione nn è male a parte qualcosa che ho cambiato, anche se ci fossero errori va bene, l'importante e averla fatta e che abbia senso

[greek] Οι Λακεδαιμὸνιοι επεὶ σαφώς ᾔσθοντο (da αισθανομαι, aor.II )τας μεγιστας πολεις συνισταμενας επὶ πολεμῳ προς εαυτους ( pronome rifl. ), εν κινδυνῳ τε τήν πολιν ενὸμισαν ( da νομίζω ) και στρατευειν αναγκαῖον ηγήσαντο ( da ηγεομαι ) εἶναι. Και αυτοί μεν ταῦτα παρεσκευάζοντο, ευθύς ( avv. "subito, immediatamente" ) δέ και επί τον Αγησιλαος πέμπουσι Επικυδιδαν. Ο δ'επει αφίκετο ( da αφικνομαι, aor.II ), τά τε ἄλλα διηγεῖτο (?) ὡς έχοι και ότι ἡ πολις επιστέλλοι αυτῷ βοηθεῖν ως τάχιστα ( da ταχύς, agg. ) τῇ πατρίδι. Ο δε Αγησίαλος επεί ἢκουσε ( da ακουω ), χαλεπῶς μεν ἤνεγκεν ( da φερω, aor.II ), ενθυμούμευος και οἵων τιμῶν και οἳων ελπὶδων απεστερεῖτο, ὅμως ( avv. "tuttavia" ) δε συγκαλέσας τους συμμάχους εδήλωσε ( da δηλεομαι? ) τά υπό τῆς πολεως παραγγελλόμενα, και εἶπεν ( da εἷπον? ) ὅτι αναγκαῖον εἴη ( da ειμι, ottativo) βοηθεῖν τῇ πατρίδι. Ακούσαντες ταῦτα πολλοὶ ( da πολυς, "molti" ) μὲν εδάκρυσαν, πάντες ( da πας, πασα, παν, "tutti" ) δ'εψηφίσαντο ( da ψηφιζω ) βοηθεῖν μετ' Ἀγησιλάος τῇ Λακεδαίμονι
Gli Spartani, poiché capirono chiaramente che le grandi città si riunivano in guerra contro di loro, ritennero la città in pericolo e credettero che fosse necessario combattere. Anche essi preparavano queste cose, ma subito inviarono Epicidide ad Agesilao. Quando questo giunse pensò di avere le altre cose e che la città gli ordinasse di portare più in fretta aiuto alla patria. Agesilao poichè capì che lo sosteneva (reggeva) con difficoltà, pur già sapendo di quali onori e di quali speranze sarebbe stato privato, tuttavia avendo chiamato gli alleati mostrò le cose, avendo avvisato la città, e disse che era necessario portare aiuto alla patria. Udendo queste cose molti piansero, tutti decisero di portare aiuto con Agesilao a Sparta.[/greek]
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

ciampax

ciampax Tutor 29109 Punti

VIP
Registrati via email