• Off-Topic
  • Tutti i giornali sono di Sinistra??

fid-votailprof
fid-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Secondo molti la stragrande maggioranza dei giornali e dei giornalisti sono di sinistra eppure in Italia il più grande editore si chiama Silvio Berlusconi ed esistono tantissimi giornali chiaramente di destra (il giornale,,il secolo d'italia,la padania,libero,il foglio,il tempo,il mattino,il messaggero,panorama e tantissimi altri)

che ne pensate?
moonix-votailprof
moonix-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
non elencare... fid... altrimenti ti faccio una lista interminabili di giornali di sinistra!

Comunque... si è vero...!

Il bello è che a parte il direttore del Manifesto che prende 1.500 euro al mese... gli altri direttori incassano fino a 15 mila euro al mese... e poi si manifestano Comunisti.. ma facciamola finita... perchè non assumono più gente... con il loro solo stipendio, altre 8 persone potevano lavorare...!

Che schifo... questa è l'italia...!
Un medico riesce a prendere anche 10 mila euro al mese... e per farti un esempio... a Bronte, in ospedale non assumono gente perchè non hanno i soldi per pagare gli stipendi.

Smettiamola e facciamola finita... parlo da rivoluzionario per una buona volta, facciamo una uova distribuzione delle risorse, togliamo gli stipendi da capogiro a Medici, Notai, Giudici professori Universitari... e facciamo lavorare più persone...

Ora ditemi che sono comunista! E ditemi quanti "Comunisti" la pensano come me!
verdeluna-votailprof
verdeluna-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
oggi credo sia cambiato il vero significato di comunismo. Nessun comunista al potere si spoglia delle sue ricchezze x fare in modo che ci sia una maggiore distribuzione delle risorse. Ho l'idea che siamo tutti "comunisti"( nel senso che tu gli dai) a parole perkè siamo nella fascia normale della popolazione, ma fossimo stati medici, avvocati..probabilmente la penseremmo diversamente. E cmq nn tutti gli avvocati o medici prendono un pacco di soldi, soprattuto all'inizio ne fanno di fame parecchia,poi ovviamente cominciano a guadagnare piuttosto bene. Il problema è fare in modo che ci sia un guadagno cospicuo solo se la persona lo merita davvero, nn che ci ritroviamo medici che sn macellai e guadagnano cifre spropositate.
Cmq sn anch'io per una migliore distribuzione della ricchezza ma questa deve cominciare dallo stato che spreca una marea di soldi per nulla senza avere un controllo su questi sprechi. NN credo pero' che un ricco deve spogliarsi dei suoi averi per dalli al povero...alla fine se li ha , è perkè se li è meritati, certamente quando lo stato tassa , deve fare in modo che ci sia un principio di equità , nn che le spese siano sempre + gravose sulla popolazione già allo stremo.
E poi cominciamo a tassare le proprietà della chiesa che sn innumerevoli, nn che il governo berlusconi gli ha fatto anche la legge esonerandola dalle tasse, ma che scherziamo?? Gran parte della popolazione nn riesce ad arrivare a fine mese e il governo si permette di fare una cosa del genere??
Sinceramente mi sn sentita offesa quando è uscita quella legge, perkè vedo i nostri genitori fare i salti mortali x nn farci mancare nulla e di contro abbiamo un'istituzione che di sodi ne ha a palate che viene anche agevolata. Sn proprio senza vergogna!

ps( i giornali dovrebbero essere imparziali, quindi ne' di destra , ne' di sinistra, ma dato che sn scritti da uomini che nn sanno cosa significa essere obiettivi rispecchiano i loro credi, ed è per questo che in italia io abolirei il 50% dei giornali esistenti, perkè sn + giornali di partito che altro. Se qualcuno di voi ha visto tempo fa la trasmissione su raitre dove facevano vedere quanti soldi lo stato distriduisce a questi giornali che per un verso o per un altro erano proprio di stampo politico, si renderà conto cosa intendo quando affermo che ci sn troppi sprechi in italia. La cultura e la libertà di opinione sono fondamentali in uno stato civile ma da noi nn vi è un vero e sano controllo sulle risorse che diamo loro per andare avanti. Che poi la cosa peggiore è che la vera cultura e la vera informazione nn ha spazio. Noi siamo uno stato che censuriamo tutto cio' ch di buono c'è, mandando avanti solo il marcio. Che bell'italia!).
moonix-votailprof
moonix-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
vedi, quando io parlavo di medici notai... i riferivo al fatto che pur avendo studiato tutti allo stesso modo sti tipi prendono più soldi... perchè? Se sei professore di università... prendi tre volte quanto un professore del liceo, per fare un esempio... se sei un notaio prendi 10 volte quanto prende un magistrato...

e poi se proprio voglio parlare di me... che futuro ho in italia da Chimico? cmq... forse siamo andati un pò offtopic ma ritornando al discorso sei giornali è il sistema che è sbagliato...

il sistema che mi impone di registrare al tribunale una rivista e che il direttore responsabile sia un giornalista... una realtà come il imo paese... come il centro giovanile di maletto che sta cercando di fare un piccolo giornale... come deve affrontare tutta questa burocrazia?

Dove è andata a finire la libertà di pensiero? oggi bastano due politici che ti firmano un foglio e ti fanno arrivare un casino di soldi dallo stato come finanziamenti... il problema è che nei giornali oramai c'è troppo business è hanno adottato la figura di imprenditoria gionralistica... ed è questo che fa dimenticare i veri valori della stampa...
swordfishtrombones-votailprof
swordfishtrombones-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
è della scorsa settimana la notizia dell'acquisizione dell'editore EMAP France (12% del mercato francese) da parte della Mondadori, il cui presidente è Marina Berlusconi, figlia di Silvio Berlusconi.
non mi pare proprio che la stampa di destra (che per nostra praticità definiamo di destra, in opposizione alla stampa definita di sinistra) sia in crisi, anzi ...
o che alla destra manchino i mezzi di comunicazione ...
personalmente ho abbandonato da tempo l'idea di leggere un giornale o di guardare un telegiornale veramente obiettivo! l'informazione migliore la trovo proprio su internet! (vedere la home page di unimagazine di questi giorni per rendersene conto)
approfitto di questo spazio per esprimere la mia solidarietà ai giornalisti di Telecolor per il triste epilogo della loro vicenda e per constatare ancora una volta che l'accentramento di potere, soprattutto nel settore dell'informazione, è assolutamente deleterio ... :cry:
beltipo-votailprof
beltipo-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Ragazzi i giornali di sinistra fanno circa l'80% dei lettori, la destra il restante 20%...non mi pare un dato da trascurare, anzi....tutt'altro.

Poi Sword guarda che si tratta di acquisizioni editoriali, non c'entrano molto con i giornali, almeno non direttamente. Mondadori di letto fa giusto panorama come periodico generalista, il resto arriva da libri, musica, e periodici specializzati..
anonymous-votailprof
anonymous-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
"moonix":
e poi se proprio voglio parlare di me... che futuro ho in italia da Chimico?

cavolo questo si che sarebbe un ...sondaggio interessante
:lol:
moonix-votailprof
moonix-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
"Lupetto":
[quote="moonix"]
e poi se proprio voglio parlare di me... che futuro ho in italia da Chimico?

cavolo questo si che sarebbe un ...sondaggio interessante
:lol:[/quote]


lasciamo perdere che mi sta passando la voglia di fare sondaggi...


cmq... ragà mi fate sapere qualcosa in più sulla vicenda telecolor... non ho seguito più e sono poco informato!
anonymous-votailprof
anonymous-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Non so se quando parli di vicenda telecolor ti riferisci al licenziamento dei giornalisti...cmq ti posto un articolo interessante

Mario Ciancio smantella Telecolor
Annunciato il licenziamento di 9 giornalisti e altri 7 dipendenti della storica emittente televisiva catanese. La redazione accusa: "Decisione politica"
di Vittorio Fiorenza, Data 2 marzo 2006 - 214 letture

Un compleanno triste per Telecolor, un atto preoccupante per l’informazione in Sicilia. A trent’anni dalla nascita dell’emittente televisiva catanese, l’editore ha deciso di smantellare una delle realtà più importanti e professionali del giornalismo siciliano. Alla redazione di via Francesco Crispi è stato comunicato l’avvio dell’iter per il licenziamento di 9 giornalisti assunti a tempo indeterminato su un totale di 13. Con un colpo di mano si vogliono cancellare dallo schermo volti e firme di qualità come Alfio Sciacca, Fabio Albanese, Ada Mollica, Nicola Savoca, Katia Scapellato, Walter Rizzo, Michela Giuffrida. Un taglio brutale al già ristretto pluralismo dell’informazione siciliana. Un taglio che non riguarda soltanto la redazione, ma coinvolge pure 2 addetti alla programmazione, 1 addetto amministrativo, 3 tecnici e 1 centralinista. Probabile, inoltre -anche se non ci sono conferme ufficiali- la soppressione degli uffici di corrispondenza di Palermo, Siracusa e Caltanissetta. I lavoratori non si danno per vinti e promettono battaglia alla proprietà della tv, riconducibile di fatto a Mario Ciancio (il più grande editore del Sud Italia, direttore del quotidiano "La Sicilia" ed ex presidente della Fieg), che l’ha acquistata cinque anni fa.

«Quel che appare veramente spudorato -scrivono in un comunicato i giornalisti di Telecolor- è che Ciancio, dopo avere smontato l’emittente pezzo per pezzo, ora decide di farla morire. E lo fa senza pagare un minino di costo sociale legato almeno alla tutela dei posti di lavoro».

Il paradosso è che l’azienda gode di ottima salute economica. Sottolineano ancora i giornalisti: «Il bilancio 2004 si è chiuso con un attivo di ben due milioni di euro e ancora più corposo sarà l’attivo del prossimo bilancio. Questo grazie alle plusvalenze realizzate con la vendita delle frequenze di Video Tre. Somme da capogiro che hanno compensato tutte le perdite pregresse ed anche l’esborso per l’acquisto dell’emittente. Insomma fino ad ora l’acquisto di Telecolor, almeno per Mario Ciancio, si è rivelato un ottimo affare. Le plusvalenze sono tali che ce ne sarebbe abbastanza per vivere di rendita per almeno dieci anni. Un arco di tempo talmente ampio che permetterebbe tranquillamente di aggiustare l’attuale squilibrio nel conto economico (cioè tra entrate ed uscite correnti)».

E’ da circa cinque mesi che la redazione è in agitazione e di certo non ha mancato di tendere la mano ai dirigenti della società, presentando un piano di risparmi con una più oculata gestione amministrativa per riequilibrare i conti in pochi anni. «Ma la proprietà -lamentano i giornalisti della testata diretta da Nino Milazzo- ha rigettato le nostre proposte avviando le procedure di licenziamento, dimostrando così di perseguire l’obiettivo, squisitamente politico, di cambiare radicalmente i connotati di Telecolor».

E pensare che quando la tv era di proprietà di commercianti come Augugliaro o costruttori come Rendo, l’informazione aveva un ruolo centrale, mentre ora, che è nelle mani di un editore di mestiere come Ciancio, avrà un peso secondario, come afferma l’azienda nel suo piano industriale. Dietro ad una scelta simile, secondo i giornalisti catanesi, vi è solo una triste ed inquietante verità: «Il gruppo Ciancio ha acquistato Telecolor esclusivamente per evitare che su Catania ci fosse anche solo la parvenza di una concorrenza, realizzando così la totale concentrazione del mercato televisivo e pubblicitario. Una volta centrato l’obiettivo Telecolor la si può fare tranquillamente morire a cominciare proprio dai giornalisti che pensano, parlano e scrivono troppo».

L’AZIENDA REPLICA E PROPONE UN COMITATO DI GARANTI La proprietà di Telecolor in una nota dice «che in conseguenza della gravissima crisi economica in cui versa l’azienda, è stata avviata una ristrutturazione complessiva della società». «La crisi strutturale - prosegue - dell’azienda ha determinato sistematiche perdite di gestione che, essendo generate da uno squilibrio nell’attività ordinaria piuttosto che da eventi contingenti, possono mettere in serio pericolo la sopravvivenza della società. Dopo ben quattro mesi di trattative informali tese a trovare soluzioni alternative ai paventati licenziamenti, e nonostante la manifesta disponibilità dell’azienda ad accettare eventuali proposte di riduzioni di orario - tali da ridurre almeno in parte i costi del personale mantenendo al contempo intatto l’organico - l’azienda e’ stata costretta ad avviare una procedura che fissa i termini entro i quali si può ancora arrivare a proprio avviso ad una pacifica, soluzione della controversia». L’ editore dissente «dalla fantasiosa ricostruzione deI fatti aziendali riportata nel comunicato della redazione». «Volendo evitare - conclude - un’errata chiave di lettura in ordine alla inevitabile operazione di autotutela che l’azienda ha attivato, nel confermare e ribadire l’assoluta indipendenza della redazione l’azienda ha deciso - come atto di garanzia nei confronti dei cittadini e delle forze politiche e sociali che operano sul territorio - di istituire un “Comitato di garanti” che affiancando l’editore concordi con il direttore della redazione di Telecolor la linea politico-editoriale. A questo proposito, a tutela della propria immagine, Telecolor S.p.a invita i rappresentanti sindacali territoriali della provincia di Catania di Cgil, Cisl, Uil, Unionquadri e Associazione Siciliana della Stampa e i rappresentanti delle maggiori forze politiche, onorevoli Enzo Bianco, Anna Finocchiaro, Raffaele Lombardo, Enzo Trantino, Guido Ziccone, a costituire il comitato di garanzia».
verdeluna-votailprof
verdeluna-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
moonix concordo sulla difficoltà che c'è nel fare un giornale. Da me in facoltà ci abbiamo provato in diversi a crearne uno cn persone veramente esperte nel settore, ma ogni qual volta chiedavamo a qualkuno di darci la possibilità di diventare "legali" abbiamo dovuto rinunciarci. Siamo riusciti a fare il numero 0.. dopo di che ci hanno tarpato le ali, ci riproveremo cn il nuovo anno accademico sperando di riuscire ad ottenere qualkosa, ma purtroppo nn è facile, perkè x quando si lotta per la propria libertà di opinione purtroppo sempre ci si ritrova davanti un muro. Tu pensa che in una facoltà poco organizzata come la mia, una mia amica ed io abbiamo dovuto creare un forum, che hanno cercato di farci chiudere mille volte, per fare in modo che noi tutti avessimo le + semplici notizie. Ci siamo letteralmente spaccate la schiena giorno e notte per creare un punto di riferimento per noi tutti....e l'abbiamo fatto per il semplice scopo di donare senza riserve tutto il nostro sapere.Nonostante questo ti diro' che per mesi ci hanno ostacolato in tutti i modi ma nn ci siamo date mai per vinte..ed oggi cn fierezza possiamo dire di aver creato una famiglia. Io ti consiglio di lottare sino alla fine, di inziare in sordina il vostro giornale, perkè prima o poi qualkuno si accorgerà delle vostre capacità.
L'italia è piena di giovani intraprendenti e capaci, il sud poi, è un vero bacino di fantasia e cultura...ed è un vero peccato che facciamo tutti fatica ad emergere nei settori che studiamo da anni. Di questo pero' i mass media nn parlano mai e nn ci danno quello spazio giusto per dire la nostra. Tutti parlano dei giovani, ma perkè i giovani nn possono parlare di se stessi??



ps( ROBY...l'80% dei lettori è di sinistra perkè evidentemente voi di destra al massimo riuscite a guardare le riviste cn solo foto :P...e cmq si sa che il popolo di sinistra è + acculturato!!! :P( è una battuta, senza offesa x nessuno)
beltipo-votailprof
beltipo-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Si ma solo foto di donnine succinte. E poi abbiamo anche imparato a distunguere colori e forme nelle foto. Tze...
verdeluna-votailprof
verdeluna-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
sulle forme lo spero per te..nn vorrei che comprassi quelli dove nn ci sn solo donnine..ma anche maskietti!!! :lol:
anonymous-votailprof
anonymous-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
cmq l'ho ripeto per la vicenda Telecolor sarebbe una grave perdita, ci sono bravi giornalisti.
swordfishtrombones-votailprof
swordfishtrombones-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
"beltipo":
Si ma solo foto di donnine succinte.

ma allora sono di destra anche io! :lol: chi l'avrebbe detto mai?
prima o poi un quotidiano la Mondadori lo farà uscire ...
beltipo-votailprof
beltipo-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
il sesso unisce tutti vedo...

cmq il vostro quotidiano preferito qual'è?

Pagine: 12

Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 281 Punti

Comm. Leader
Tony83

Tony83 Tutor 24038 Punti

VIP
Registrati via email