phersu-votailprof
phersu-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
In questi ultimi mesi si parla di mega-salvataggi di grandi banche in crisi: si approntano fondi speciali, immissioni di liquidità, strategie transnazionali, per me è tutto inutile. Le banche hanno continuato per decenni (soprattutto quelle americane) a generare enormi ricchezze effimere basate su altrettanti enormi debiti, si pensa che il "buco" totale a livello globale sia di 550 mila miliardi di dollari, per darvi una idea corrisponde al PIL del mondo di un anno moltiplicato per 12. Se vi sembra una cifra enorme pensate che alcuni analisti finanziari pensano che sia addirittura doppia rispetto a quella che vi ho fornito. Salvare le grandi banche è impossibile, perché hanno accumulato debiti inesigibili e sono diventati mostri finanziari semplicemente enormi. Pensate che la banca belga-olandese che si tenta di salvare ha un bilancio che è superiore al PIL dell'intero Belgio, pensate che la più grande banca tedesca (famosissima anche qui da noi) ha un bilancio che corrisponde in controvalore all'80% dell'intero PIL tedesco. Potrei andare avanti per ore a citare esempi, per dimostrarvi quanto smisurata sia la voragine finanziaria nella quale il mondo è sprofondato. Penso sia ora di ripensare al nostro futuro socio-economico, cambiando radicalmente le nostre abitudini di vita, passando per un a re-distribuzione delle ricchezze. Voi che ne pensate?
roots86-votailprof
roots86-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
assolutamente d'accordo con te.
REDISTRIBUIRE è la parola d'ordine.
kira88-votailprof
kira88-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Se ci sarà ancora qualcosa da redistribuire!
Io credo che i giochi di potere, con le loro implicazioni economiche siano fuori dalla nostra portata; Credo che una teoria valga l'altra riguardo alle cause e le possibli soluzioni. Niente di nuovo insomma...Siamo da sempre stati spettatori e tali resteremo, se non ci sarà una vera e propria presa di posizione onesta....E francamente mi sembra assurdo sperare nel salvatore Obama, che ha dimostrato di essere il frutto dello stesso sistema che vuole riformare, e che non mi pare in grado di sistemare le cose...
L'unica "soluzione" che puo' prospettarsi per il futuro, se la crisi dovesse ingigantirsi ed inghiottire definitivamente le borse mondiali, sarebbe una caccia alle risorse, da cui si puo' realisticamente ipotizzare un nuovo conflitto di scala mondiale...e poi...finiremo a farci la guerra con i bastoni!;)
La prospettiva che ho esposto io, è di certo a L"lunga gittata", ma purtroppo condivisa e insegnatami da molti, troppi cervelli illuminati...
kira88-votailprof
kira88-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Riguardo le banche sembra, a quanto si apprende dai giornali, che l'Europa abbia già adottato misure "paracolpi", come l'innalzamento della soglia di garanzia dei risparmi...ma, da non economista, una domanda mi sorge spontanea:
Se la banca non ha i soldi per restituire i risparmi, li dà lo stato ( in italia mi pare che copra fino a 103000 euri ): ok.
Ma lo stato dove li prende?
Esiste una mega assicurazione sui conti corrente:confused:
Prego qualche specialista del settore di illuminarmi!:)
shawna-votailprof
shawna-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
basta stampare un paio d biglietti!!:D:D
cmq stiamo x tornare alla corsa all'oro e onestamente se si tornasse al baratto nn ne sarei tanto dispiaciuta ...se nn fosse che nn saprei cosa barattare:p:D
jane-votailprof
jane-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
"shawna;182580":
onestamente se si tornasse al baratto nn ne sarei tanto dispiaciuta ...se nn fosse che nn saprei cosa barattare:p:D

Nooo che non vorrei che barattassero anche bambini e le donne...:o
francescoaegee-votailprof
francescoaegee-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
"Kyra88;182407":
Se la banca non ha i soldi per restituire i risparmi, li dà lo stato ( in italia mi pare che copra fino a 103000 euri ): ok.
Ma lo stato dove li prende?
Esiste una mega assicurazione sui conti corrente:confused:
Prego qualche specialista del settore di illuminarmi!:)

Specialista specializzato all'appello!
Esiste un fondo interbarncario che protegge fino a 103.000€ ogni conto corrente (se cointestato mi pare si arrivi al doppio).
Dunque si la banche hanno creato già da tanti anni una sorta di assicurazione per i piccoli risparmiatori.
Tremonti-Berlusconi per aumentare la fiducia (malgrado tutto qui non c'è una vera crisi economica di fondo (anche se nemmeno l'economia gode di ottima salute), la crisi internazionale oggi è soprattutto dovuta ad una crisi di fiducia.
Trem-Berlu dicevo hanno aggiunto alle garanzie del fondo quelle dello Stato.


Psps.. si redistribuiamo... fate una colletta di 100€ a testa, poi mi portate tutto al proximo meeting, 80% me lo prendo io, il 10% lo mettiamo per unimagazine, e il 10% per redistribuirlo per bene lo usiamo per pagare il conto nella pizzeria in cui andremo.
shawna-votailprof
shawna-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
"FrancescoAEGEE;182666":


Psps.. si redistribuiamo... fate una colletta di 100€ a testa, poi mi portate tutto al proximo meeting, 80% me lo prendo io, il 10% lo mettiamo per unimagazine, e il 10% per redistribuirlo per bene lo usiamo per pagare il conto nella pizzeria in cui andremo.
ahhahaha ottima idea, geniale direi!!:D
kira88-votailprof
kira88-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
"FrancescoAEGEE;182666":
Specialista specializzato all'appello!
Esiste un fondo interbarncario che protegge fino a 103.000€ ogni conto corrente (se cointestato mi pare si arrivi al doppio).
Dunque si la banche hanno creato già da tanti anni una sorta di assicurazione per i piccoli risparmiatori.
Tremonti-Berlusconi per aumentare la fiducia (malgrado tutto qui non c'è una vera crisi economica di fondo (anche se nemmeno l'economia gode di ottima salute), la crisi internazionale oggi è soprattutto dovuta ad una crisi di fiducia.
Trem-Berlu dicevo hanno aggiunto alle garanzie del fondo quelle dello Stato.

Quindi è come avevo ipotizzato ironicamente!
Ma chi ha i soldi per assicurare una banca? Neanche paperon de paperoni..
francescoaegee-votailprof
francescoaegee-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
"Kyra88;182762":
Ma chi ha i soldi per assicurare una banca? Neanche paperon de paperoni..

Le banche?!?!??!

Un fondo interbancario è stato creato con i soldi delle stesse banche.
Il fondo esiste già e da anni. Cosìcchè se una banca italiana dovesse fallire sarebbe pronto ad intervenire senza bisogno di aiuti del governo.
Di fatto oltretutto nessuna banca italiana oggi è in condizioni similari a quelle delle grosse banche americane.
Inoltre... è bene dirlo a scanso di ulteriori equivoci: Non è affatto impossibile salvare le banche.
Gli USA ne hanno salvata già più d'una, e tutto il casino sta succedendo xchè, pur potendo, si sono rifiutati di salvare Lehman Brothers.
E se si sono rifiutati di salvare quest'ultima non è stato certo per motivi economici, bensì etici. Visto che a differenza delle altre banche salvate LB era diventata famosa per operazioni coscientemente spericolate e ad altissimo rischio.

La stagnazione economica non aiuta certo.... ma questa ripeto è solo una crisi di fiducia.
Unicredit ad esempio non ha mica chiuso il bilancio in passivo. Anzi, seguita ad essere in attivo, come moltissime delle società che ultimamente hanno dimezzato il loro valore.
Il problema per cui crollano queste azioni è dovuto al timore che queste società, tutte più o meno vanno avanti con soldi in prestito, non riescano ad ottenere rifinanziamenti. Non perchè di fatto sono votate al fallimento per bilanci sempre in rosso, ma per spauracchi di una possibile crisi neanche tanto vicina.
Viene solo da chiedersi.... e se la crisi arriva davvero che succederà in borsa? (e non solo in borsa, queste non sono problematiche circoscrivibili. Se le banche bloccano i prestiti a telecom restate tutti senza tel e adsl, se li bloccano ad enel torniamo agli anni 30, senza luce.
phersu-votailprof
phersu-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Bene, allora facciamo un po' di conti:
lo Stato, per legge, garantisce tutti i titoli che fanno riferimento al debito pubblico, BOT e via dicendo, vele a dire per l'astronomica cifra di oltre 1.600 miliardi di €, sui quali paghiamo ogni anno 70 miliardi di € di interesse;
lo Stato, per legge, garantisce il risparmio postale che fa riferimento alla Cassa Depositi e Prestiti, obbligazioni escluse;
lo Stato garantisce i depositi bancari fino a 103.000 €, per legge.

Ma a quanto ammonta in totale l'enorme cifra di tale "garanzia"? Ad una cifra talmente astronomica da essere in-garantibile, a mio avviso.
phersu-votailprof
phersu-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Quello che ora si cerca di fare tranquillizzando i mercati, è di evitare il panico: vale a dire la gente che fa la fila davanti alle banche per ritirarare i risparmi e vendere BOT, obbligazioni ed azioni. Se si scatenasse il panico, le banche sarebbero costrette a chiudere per mancanza di liquidità, lo stesso varrebbe per le Banche Centrali, ed allora? Che valore avrebbe la carta moneta che la gente nasconderebbe sotto il materasso? Praticamente nullo! Non possiamo continuare a stampare moneta come hanno fatto gli USA negli ultimi 60 anni, il cosiddetto "signoraggio", si creerebbe una massa monetaria enorme senza nessuna garanzia sul suo valore, una banconota ha potere di acquisto finché qualcuno la accetta, altrimenti.... ciao!
francescoaegee-votailprof
francescoaegee-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
"phersu;182787":
Bene, allora facciamo un po' di conti:
lo Stato, per legge, garantisce tutti i titoli che fanno riferimento al debito pubblico, BOT e via dicendo, vele a dire per l'astronomica cifra di oltre 1.600 miliardi di €, sui quali paghiamo ogni anno 70 miliardi di € di interesse;
lo Stato, per legge, garantisce il risparmio postale che fa riferimento alla Cassa Depositi e Prestiti, obbligazioni escluse;
lo Stato garantisce i depositi bancari fino a 103.000 €, per legge.

Ma a quanto ammonta in totale l'enorme cifra di tale "garanzia"? Ad una cifra talmente astronomica da essere in-garantibile, a mio avviso.

Se conti gli stessi soldi 3 volte è difficile che i conti possano tornare.
Visto che il fondo interbancario esiste quello che garantisce lo Stato è solo una differenza.

I buoni postali etc, vengono adoperati dalle poste per acquistare BOT. Quindi c'è solo un passaggio in più ma non raddoppia affatto la cifra garantita.
Il debito dello stato quindi è quello che conosciamo, di poco superiore al PIL.
Con questo debito si sono costruiti e si posseggono beni mobili e immobili di entità che non riesco a stimare, e che forse sono instimabili.
Di fatto poi Tremonti e Berlusca non hanno altra possibilità che garantire il più possibile.
Risolti i problemi di fiducia risolta la crisi.
phersu-votailprof
phersu-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
"roots86;182183":
assolutamente d'accordo con te.
REDISTRIBUIRE è la parola d'ordine.
Per re-distribuzine della ricchezza io non intendo il denaro, quello tra qualche decennio forse non avrà più alcun valore, ma intendo:
1) re-distribuzione delle risorse alimentari;
2) re-distribuzione delle risorse energetiche;
3) re-distribuzione dell'acqua, che deve tornare ad essere a disposizione di tutti gratuitamente essendo un bene primario.

Recentemente, nel quasi totale silenzio della stampa mondiale, la Russia ha concluso una grande esercitazione, simulando di essere sotto attacco nucleare. Dopo questi periodi di crisi la storia ci insegna che segue una guerra, nessuno la vuole, ma tutti in silenzio si preparano. Anche io la ritengo probabile ma non inevitabile, basta cambiare profondamente i nostri stili di vita che hanno generato tale crisi: qui mi piacerebbe molto conoscere la vostra opinione. :)
phersu-votailprof
phersu-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
"FrancescoAEGEE;182791":
Se conti gli stessi soldi 3 volte è difficile che i conti possano tornare.
Visto che il fondo interbancario esiste quello che garantisce lo Stato è solo una differenza.

I buoni postali etc, vengono adoperati dalle poste per acquistare BOT. Quindi c'è solo un passaggio in più ma non raddoppia affatto la cifra garantita.
Il debito dello stato quindi è quello che conosciamo, di poco superiore al PIL.
Con questo debito si sono costruiti e si posseggono beni mobili e immobili di entità che non riesco a stimare, e che forse sono instimabili.
Di fatto poi Tremonti e Berlusca non hanno altra possibilità che garantire il più possibile.
Risolti i problemi di fiducia risolta la crisi.
Scusami l'ignoranza, vado a informarmi meglio, ma la Cassa Depositi e Prestiti non è quella alla quale attingono i vari Enti pubblici per finaziare le proprie opere? Non credo che comprino BOT, ma con i soldi che noi risparmiatori versiamo alle poste vengono realizzate opere pubbliche, almeno così dice tale ente, mi riferisco alla Cassa.

Pagine: 12

Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Gloongo

Gloongo Geek 3656 Punti

VIP
Registrati via email