metodico-votailprof
metodico-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
ciao

Doppio aumento in vista per deputati e senatori, proprio quando i vertici di Camera e Senato hanno deciso un pacchetto di austerità per ridurre le pensioni dei parlamentari e alcune voci della loro busta paga. La paradossale situazione è figlia del meccanismo che aggancia lo stipendio base dei parlamentari a quello del primo presidente della Corte di cassazione , cioè il magistrato italiano di grado più alto.
Ogni tre anni per tutti i magistrati scatta un aumento calcolato in base a un complicato sistema di previsione dell’indice Istat . Nel gennaio 2008, data del prossimo scatto, esso sarà del 4% circa; di apri percentuale si rivaluterà l’indennità dei parlamentari, cioè la voce più consistente della loro busta paga. Non basta, è in arrivo un altro aumento, assai più consistente. E sempre per << via giudiziaria >>.
La nuova legge sull’ordinamento della magistratura , in via d’approvazione, allinea tutti gli stipendi a quelli dei giudici amministrativi. Attualmente ai componenti di tar e Consiglio di Stato, a parità di grado, è riconosciuta un’anzianità di otto anni in più rispetto ai magistrati ordinari, e dunque uno stipendio più alto. Per metterli alla pari, il Parlamento dovrà quindi approvare una legge che concede a questi ultimi un aumento valutabile intorno al 12% . Anche in questo caso, beneficiandone il primo presidente di Cassazione se ne avvantaggeranno anche deputati e senatori. Tutto grazie all’unione con i magistrati nella buona e cattiva sorte. Ma in questo caso non occorre aspettare la morte per separarsi . Basterebbe una legge per sganciare la retribuzione dei parlamentari da quella del primo presidente di Cassazione. Ma il parlamento l’approverà mai ?
Fonte dal settimanale PANORAMA del 02.08.2007

:: ALAGOAS ::
battagliero-votailprof
battagliero-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Il ragionamento è condivisibile, è abbastanza debole la ratio dello stipendio di un potere dello stato "agganciato" a quello di altro potere, costituzionalmente autonomo, anche se prima di abolire tale criterio bisognerebbe studiarne uno che impedisca che questo sganciamento tolga di fatto qualsiasi tetto massimo agli stipendi dei parlamentari, che schizzerebbero ben oltre la soglia attuale.
Ma dal 2001 al 2006 il governo, capeggiato peraltro dall' editore di Panorama, cos' ha fatto per cambiare la situazione, dall' alto della maggioranza parlamentare più ampia della storia repubblicana?
shawna-votailprof
shawna-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
"metodico;115262":
Tutto grazie all’unione con i magistrati nella buona e cattiva sorte.

sn io troppo ingenua o la frase è un pò diversa?:confused:
battagliero-votailprof
battagliero-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
"shawna;115272":
sn io troppo ingenua o la frase è un pò diversa?:confused:

Hai ragione, e mi scuso per aver letto (e scritto) velocemente, scelta purtroppo obbligata, riesco a scrivere sempre meno ormai. Comunque ho corretto l' intervento, ed alcune obiezioni restano valide
metodico-votailprof
metodico-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
difatti hai ragione battagliero sugli aumenti degli stipendi e sulla poca "voglia" di ridurre i privilegi dei parlamentari non ci sono "contrapposizioni" di schieramenti: la solidarietà è bipartisan !!
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Daniele

Daniele Blogger 27608 Punti

VIP
Registrati via email