adamo-votailprof
adamo-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Roma, 15 set. (Apcom) - Si è spenta la scorsa notte a Firenze Oriana Fallaci. La scrittrice, che aveva 77 anni, era affetta da tempo da un mare incurabile.

http://notizie.alice.it/notizie/search/index.html?filter=foglia&nsid=12041612&mod=foglia&pmk=nothpstr1

Una preghiera ed un pensiero per questa donna.
Sentite condoglianze ai familiari.
beltipo-votailprof
beltipo-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
mi dispiace davvero molto...una voce fuori dal coro che per quanto ruvida spesso ci richiamava alla realtà...
oooppp-votailprof
oooppp-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
una delle migliori scrittrici del palcoscenico odierno!mi dispiace tanto!
soloflavia-votailprof
soloflavia-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
si, una persona che nn dimenticheremo.. :roll:
chiarina-votailprof
chiarina-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Non condividevo molte delle sue idee..ma oggi spulciando su internet ho trovato alcune delle sue frasi che mi hanno comunque toccata..

Pensieri e frasi di una lunga carriera
Ecco alcuni aforismi e citazioni tratte dai libri di Oriana Fallaci.

- Esser donna e' cosi' affascinante. E' un'avventura che richiede un tale coraggio, una sfida che non finisce mai. Essere mamma non e' un mestiere. Non e' nemmeno un dovere. E' solo un diritto tra tanti diritti. (da "Lettera a un bambino mai nato";)

- Io sono qui per provare qualcosa in cui credo: che la guerra e' inutile e sciocca, la piu' bestiale prova di idiozia della razza terrestre. Io sono qui per spiegare quanto e' ipocrita il mondo che si esalta per un chirurgo che sostitusce un cuore con un altro cuore, e poi accetta che migliaia di creature giovani, col cuore a posto, vengano mandati a morire, come vacche al macello, per la bandiera. (da "Niente e cosi' sia";)

- La liberta' e' un dovere, prima che un diritto e' un dovere. Ma il niente e' da preferirsi al soffrire? Io perfino nelle pause in cui piango sui miei fallimenti, le mie delusioni, i miei strazi, concludo che soffrire sia da preferirsi al niente. (da "Lettera a un bambino mai nato";)

- Perche' quasi niente quanto la guerra, e niente quanto una guerra ingiusta, frantuma la dignita' dell'uomo. (da "Niente e cosi' sia";) - Tra un uomo e una donna cio' che chiamano amore e' una stagione. E se al suo sbocciare questa stagione e' una festa di verde, al suo appassire e' solo un mucchio di foglie marce. (da "Lettera a un bambino mai nato";)

- Una volta nato non ti dovrai scoraggiare, dicevi: neanche a soffrire, neanche a morire. Se uno muore vuol dire che e' nato, che e' uscito dal niente, e niente e' peggiore del niente: il brutto e' dover dire di non esserci stato. (da "Lettera a un bambino mai nato";)

- Vi sono momenti nella vita, in cui tacere diventa una colpa e parlare diventa un obbligo. Un dovere morale, un imperativo categorico al quale non ci si puo' sottrarre (da "La rabbia e l'orgoglio";)
marja-votailprof
marja-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Ma sicuri che è morta proprio a Firenze?

Comunque un bell'esempio di coraggio... e di intraprendenza.
soloflavia-votailprof
soloflavia-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
si..si è spenta in una clinica di Firenze nella quale era ricoverata da una decina di giorni..
anch'io nn condividevo molte delle sue idee ma è cmq un personaggio importante ed una perdita grave per tutto il mondo..
soloflavia-votailprof
soloflavia-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
su macchianera.net c'era questo post..mi ha fatto molto ridere :D

GIOVANE TUMORE FIORENTINO MUORE di Oriana Fallaci
«Non vedo l’ora che tutto finisca. Sono stato additato e sbattuto in prima pagina, senza alcun rispetto. Vorrei vedere loro, con una scrittrice razzista che ti invecchia tutto attorno»: una dichiarazione che rappresenta quasi il testamento del giovane tumore spirato l’altro ieri notte a Firenze.
Nel corso dell’ultima intervista, rilasciata poco meno di un mese fa, il cancro alle vie respiratorie più celebre del globo si è evidentemente ormai rassegnato, e si lascia andare all’amarezza: «Sono stufo che le persone, i giornalisti, abbiano persino paura di pronunciare il mio nome: mi chiamano “male incurabile” senza alcuna cognizione di causa, perché invece sono curabilissimo. Nelle donne, specialmente, il mio tasso di mortalità è pari al 70%, il che significa che la vecchia aveva un 30% di possibilità di non stirare le zampette».
Il rapporto tra i due non è mai stato facile, al punto che la scrittrice, nel corso di una delle sue rare interviste, lo chiamò in causa esclamando: «Ti fumo in faccia, stronzo».
«Capito? Lo diceva tranquillamente, così, senza alcuna remora - dichiara il cancro con toni accesi -: voi non avete nemmeno idea di quanto fumo passivo sono stato costretto a respirare».
Eppure, una quindicina di anni fa, il complesso e combattuto rapporto tra i due sembrava essersi risolto. Corre infatti l’anno 1992 quando allo uno spaventato tumore viene comunicato che gli è stata asportata per intero Oriana Fallaci. «Sono grato all’equipe di medici che, quel giorno, mi ha restituito la speranza - ebbe a dichiarare ai tempi il tumore -: non so quanto sarei riuscito a tirare avanti se non si fossero accorti che era più maligna di me».
Poi, improvvisa e inesorabile, la ricaduta: nuove analisi confermano che Oriana Fallaci è ancora lì, e continua a consumarlo giorno dopo giorno. Fino all’inevitabile epilogo, la scorsa notte.
battagliero-votailprof
battagliero-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Carino, un po' in stile "Vernacoliere"
beltipo-votailprof
beltipo-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
"soloflavia":
su macchianera.net c'era questo post..mi ha fatto molto ridere :D
GIOVANE TUMORE FIORENTINO MUORE di Oriana Fallaci
«Non vedo l’ora che tutto finisca. Sono stato additato e sbattuto in prima pagina, senza alcun rispetto. Vorrei vedere loro, con una scrittrice razzista che ti invecchia tutto attorno»: una dichiarazione che rappresenta quasi il testamento del giovane tumore spirato l’altro ieri notte a Firenze.
Nel corso dell’ultima intervista, rilasciata poco meno di un mese fa, il cancro alle vie respiratorie più celebre del globo si è evidentemente ormai rassegnato, e si lascia andare all’amarezza: «Sono stufo che le persone, i giornalisti, abbiano persino paura di pronunciare il mio nome: mi chiamano “male incurabile” senza alcuna cognizione di causa, perché invece sono curabilissimo. Nelle donne, specialmente, il mio tasso di mortalità è pari al 70%, il che significa che la vecchia aveva un 30% di possibilità di non stirare le zampette».
Il rapporto tra i due non è mai stato facile, al punto che la scrittrice, nel corso di una delle sue rare interviste, lo chiamò in causa esclamando: «Ti fumo in faccia, *******».
«Capito? Lo diceva tranquillamente, così, senza alcuna remora - dichiara il cancro con toni accesi -: voi non avete nemmeno idea di quanto fumo passivo sono stato costretto a respirare».
Eppure, una quindicina di anni fa, il complesso e combattuto rapporto tra i due sembrava essersi risolto. Corre infatti l’anno 1992 quando allo uno spaventato tumore viene comunicato che gli è stata asportata per intero Oriana Fallaci. «Sono grato all’equipe di medici che, quel giorno, mi ha restituito la speranza - ebbe a dichiarare ai tempi il tumore -: non so quanto sarei riuscito a tirare avanti se non si fossero accorti che era più maligna di me».
Poi, improvvisa e inesorabile, la ricaduta: nuove analisi confermano che Oriana Fallaci è ancora lì, e continua a consumarlo giorno dopo giorno. Fino all’inevitabile epilogo, la scorsa notte.

Una gran porcata, ecco quello che è. E' offensivo, irrispettoso della dignità umana, dei migliaia di malati di cancro, e di un defunto qualsiasi cosa avesse detto.

Sono schifato come raramente in vità mia...vi invito a non postare piu porcherie del genere grazie. E' peggio di un insulto razzista, al livello di un apologia del nazismo...
chiarina-votailprof
chiarina-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Non ho potuto rispondere finora...ma sn assolutamente vicina al pensiero di Roberto.Non ci trovo nulla da ridere,non è questo sdrammatizzare.
serendipity-votailprof
serendipity-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Già, mi trovo d'accordo con Roberto. Che mondo perso.
soloflavia-votailprof
soloflavia-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
"beltipo;71237":
Una gran porcata, ecco quello che è. E' offensivo, irrispettoso della dignità umana, dei migliaia di malati di cancro, e di un defunto qualsiasi cosa avesse detto.
Sono schifato come raramente in vità mia...vi invito a non postare piu porcherie del genere grazie. E' peggio di un insulto razzista, al livello di un apologia del nazismo...

Hey calmino..se l'avessi trovato offensivo, irrispettoso e razzista stai certo ke nn l'avrei postato!!
maik-votailprof
maik-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Non c'e' nulla da ridere.Spero che tu non abbia mai modo di capire il perche'.
katia84-votailprof
katia84-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Addio Oriana addio,
come spesso mi è capitato anche stavolta mi stupisci. Mi stupisce la tua morte, non perché sia diversa dalle altre morti, ma perché con te se ne va una giornalista unica, come forse l’Italia non avrà mai più. Te ne sei andata così, dura e pura, magari un po’amareggiata, magari un po’ sofferente, ma sempre, senza una lacrima. Ho pensato più volte a come dev’essere non saper piangere. Non riuscire a piangere. Noi tutti proviamo un certo conforto nel pianto, scarichiamo la tensione di avvenimenti dolorosi o traumatici della nostra vita. Tu invece la scaricavi scrivendo, e noi tutti, scrittori e giornalisti di ventura, abbiamo invidiato almeno una volta la tua incisività e vitalità, il tuo coraggio di essere autentica, che tanti ti rimproveravano dicendo che eri egocentrica e spietata. Non era un essere malevola il tuo, ma ti era indispensabile esprimere il tuo pensiero in modo forte, duro, sicuramente non compiacente, poiché tu non eri così, e non ti sei mai sforzata di esserlo. Non ne avevi bisogno dato il tuo incommensurabile carisma, data la tua dolorosa e cruda franchezza, che ti aveva dato sicuramente molte gioie nella vita, ma anche, immagino, molti dolori. Non potevi rinnegare ciò che pensavi per comodo, ti riusciva difficile filtrare con lenti gradevoli ciò che non lo era, disprezzavi la falsità e l’opportunismo dei politici, ma non la politica come suprema arte del governare. Eri una donna pratica, orgogliosa come un uomo, seducente come solo una donna sa essere, sfrontata e professionale, ma nonostante ciò non riuscivi a separarti del tutto dal tuo lettore. Evitavi quella patina di distacco tra noi e l’avvenimento, ci riuscivi con le tue parole dirette, quasi inserendo il lettore nei tuoi occhi, nel tuo stato d’animo. Credevi nella cronaca, in quella vera, di chi per non sbagliare va a vedere di persona. Credevi che il mondo fosse crudele, e forse avevi visto giusto, avevi visto molte guerre, e conosciuto uomini di potere, di quel potere che ha potuto nuocere e curare il mondo. Potenti di ogni nazione ti hanno guardata negli occhi, ed anche se in cuor tuo li disprezzavi, ti sei seduta e li hai ascoltati con attenzione. Non hai risparmiato le critiche a nessuno, nemmeno a chi stava per fucilarti, nemmeno a chi sapevi di dover rispettare. Riuscivi ad essere naturale perfino nelle situazioni più formali. Detestavi i convenevoli, i punti intermedi. Forse proprio la decisione di non stare nel mezzo, ma di prendere posizione, sempre, a qualsiasi costo, ha fatto di te la cronista d’assalto che noi tutti abbiamo ammirato. Hai fatto conoscere al mondo l’orrore del Vietnam, ma anche l’amore di un uomo, “un uomo”, che è stato il tuo uomo, che tu non hai considerato solo l’eroe della resistenza Alekos Panagulis, ma anche semplicemente Alekos, il tuo compagno.

Pagine: 123

Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Registrati via email