federica90GG
federica90GG - Genius - 7940 Punti
Rispondi Cita Salva
qualcuno mi aiuterebbe con un asintesi delle garndi scoperte geografiche???grazie
mrc89
mrc89 - Genius - 11028 Punti
Rispondi Cita Salva
La scoperta del Nuovo Mondo ebbe un’importanza decisiva anche sul piano religioso e culturale. La stessa esistenza della popolazione americana metteva in crisi l’ unanime convinzione medievale che non esistesse nessun paese al mondo in cui non si conoscesse il Vangelo. In quelle terre appena scoperte era indispensabile, per la salvezza, la diffusione dei misteri e della parola di Dio. La Chiesa dovette mutare la propria dottrina di fronte alla nuova immagine del mondo. Si arrivò così a dire che le condizioni per la salvezza erano realizzabili in qualsiasi luogo. Nasceva dunque una nuova visione dell’umanità, più universalistica, vicina alla vera fraternità cristiana, che rompeva il duro cerchio esclusivistico del cristianesimo occidentale perdurato per tutto il Medioevo. Bisogna poi dire che la coscienza europea si era già mobilitata contro gli orrori perpetuati dai “conquistadores”; gravi critiche a questo operato furono mosse anche dalla regina Isabella di Castiglia che istituì, per questo motivo, un consiglio di teologi. Lo stesso Fernando Cortès nel suo testamento ordinò di liberare i propri schiavi, se ciò fosse stato considerato legittimo dalle autorità ecclesiastiche.

Il problema era però anche morale: gli europei, con la loro coscienza cristiana, si ribellavano allo sterminio di massa di tanta gente innocente da parte delle persone che attuavano questo con la scusa di evangelizzare le nuove terre.

Su queste tesi si fondava il pensiero di Bartolomè de Las Casas che denunciava le atrocità dei “conquistadores” sostenendo la difesa dell’uomo in quanto tale e affermando l’uguaglianza universale del genere umano. Las Casas si impegnava nel dimostrare che gli Indios avevano ingegno molto sviluppato in campo astronomico ed architettonico e potevano quindi considerarsi uguali e spesso superiori agli antichi popoli europei. Avevano vita sociale regolata, edifici splendidi, eccellenti istituzioni politiche. Riguardo alla loro condizione di ignoranza in campo cristiano diceva infine che non bisognava condannarli in quanto non era certo colpa loro se non avevano potuto conoscere la dottrina di Cristo e che il Cielo non avrebbe negato loro la salvezza.

Su posizioni nettamente opposte era invece schierato Juan Ginès de Sepulveda che sosteneva l’esistenza di uomini schiavi per natura. Quest’ultimo li definiva “omuncoli” descrivendoli come idolatri, sodomiti, fuori da ogni convivenza umana, asserendo in tal modo che era legittimo schiavizzarli.
federica90GG
federica90GG - Genius - 7940 Punti
Rispondi Cita Salva
grazie bellissimo
mrc89
mrc89 - Genius - 11028 Punti
Rispondi Cita Salva
ok baby.
federica90GG
federica90GG - Genius - 7940 Punti
Rispondi Cita Salva
=))
Noel
Noel - Eliminato - 36674 Punti
Rispondi Cita Salva
Chiudo
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Registrati via email