cinci
cinci - Mito - 35782 Punti
Rispondi Cita Salva
Ciao... Una cosa: cosa intende Sant'Agostino quando nella "Città di Dio" dice che il dubbio porta alla conoscenza di Dio, e quali sono i passaggi logici con i quali arriva a dire che l'uomo è simile a Dio perché ha la libertà? Il mio professore ha fatto un minestrone pazzesco, con verdure, pasta e filosofia, e non si capisce nulla...
Grazie per l'aiuto
:hi
Francy1982
Francy1982 - Mito - 119085 Punti
Rispondi Cita Salva
Eccomi qui a portarti chiarezza, o almeno a provarci!
Dubbio che porta alla conoscenza di Dio = L'uomo che duibta di tutto nn puo certo dubitare del suo dubbio, se una persona dubita della Verità di Dio, nn puo dubitare del suo dubbio (dubito ergo sum) che esiste perchè veritiero, io sto dubitando, ne deriva che la verità esisste e che non appartiene al singolo uomo, ma è uguale per tutti. La verità è interiore all'uomo! Ma proprio perchè la verità è interiore all'uomo e al tempo stesso universale e immutabile nn potrà ridursi solo all'uomo e alla sua ragione ma sarà superiore all'uomo = appartiene a Dio che E' Verità assoluta che è al tempo stesso nell'interiorita dell'uomo, ma anche al di fuori poichè trascendente. Dio "illumina" la mente dell'uomo dando la conoscenza tramite le idee che Dio infonde nell'intelligenza umana, ne deriva che l'uomo quindi trova Dio nella sua coscienza.

Uomo è simile a Dio perché ha la libertà = Per Capire questo concetto, bisogna prima partire dal concetto di peccato, il pessato nn è un male nei confronti di Dio, ma che l'uomo fa a se stesso, poichè facendolo corrompe la sua natura. Chi commette un peccato si priva del Sommo ene e gia in questo risiede il suo castigo. Agostino sipone a tal riguardo il problema sul perchè l'uomo sia libero e ne desume che senza la libertà non sarebbe possibile un'azione retta da parte dell' uomo.
Se l'uomo nn avesse la libertà di azione non esisterebbero azioni boune e azioni cattive, odvute dalla volontà dell'uomo e che dpende unicamente dall'uomo. La libertà è un potere dlel'uomo. Nella Città di Dio tornano il bene e il male che nn sono divisi ma coesistono nella città e sono perennemente in conflitto e per questo in essa nn è possibile aver euna vera e propria pace. La pace terrena è infatti solo un qualcosa di effimero. Solo con la Resurrezione finale si dissolveranno i conflitti terreni tra carne e spirito e tra gli uomini, iil bene trionferà solo alla ifne della storia = Giudizio Universale. (nota importante con la libertà l'uomo cmq è soggetto al peccato, perchè a differenza di Dio è un peccatore...Solo prima de peccato roiginale l'uomo poteva non peccare e vivere in una condizione di nn peccato...)


Detto questo mi permetto di incollarti un piccolo riasusnto del testo "La Città di Dio" in modo tale che tu possa avere un'idea generale e precisa del contenuto del testo:

LA CITTA' DI DIO:
La città di Dio fu scritta da Agostino dopo il saccheggio di Roma da parte dei Goti di Alarico, nel 410 d.C. e risponde all'esigenza di dare un significato a quei terribili eventi che sembrarono segnare la fine della civiltà romana e porre l'inizio di un'epoca di imbarbarimento.
Con La città di Dio Agostino tratta organicamente e per la prima volta un tema assai importante, il tema del significato della storia degli uomini. Per gli antichi, come si è visto, il tempo era una successione ciclica di eventi, per cui a momenti favorevoli dovevano seguire, per una legge di giustizia e compensazione, momenti sfavorevoli. Agostino ribadisce invece la linearità di un tempo che non torna indietro ma che tende a un fine, quello della realizzazione di una società terrena improntata allo spirito cristiano. L'impero romano stava sì dunque crollando, ma tale crollo non significava la fine della civiltà, stava solo ponendo le basi di una società più giusta e migliore di quella romana, la civiltà cristiana. La storia, dunque, tendeva comunque a un lento e inesorabile miglioramento, a un fine.
Agostino afferma che esistono due forze contrastanti che agiscono nella storia, una lotta tra due regni: la città terrena e la città celeste. La città terrena è la città di Satana, corrisponde alla materia, al corpo, alle passioni terrene, la citta celeste è invece la città di Dio, la comunità dei giusti, promotori del bene. Tali città non sono da considerarsi come entità concrete, esse sono condizioni dello spirito umano, per cui la città terrena interpreta i bisogni impuri del corpo, i suoi istinti peggiori, essendo gli uomini votati al peccato e alla caducità delle cose materiali, mentre la città celeste interpreta i bisogni dell'anima votata al bene ed è la condizione degli uomini che vivono nella Grazia divina. Tuttavia non vi sono periodi della storia umana che hanno visto la vittoria definitiva di uno o dell'altro regno, la storia umana è lotta perenne di queste due tendenze che continuamente si fronteggiano.
Entro questa visione, l'impero romano rappresenta solo un episodio del piano divino che tende alla realizzazione della società cristiana: la pax romana e la confluenza delle lingue dell'Europa nel latino, hanno permesso al cristianesimo di creare le condizioni necessarie alla diffusione del suo messaggio di pace.
La città di Dio ribadisce la superiorità delle istituzioni religiose su quelle civili, un cambio epocale e politico su cui si fonderà il Medioevo, percorso dal lungo conflitto tra potere temporale e potere spirituale. Secondo Agostino, alla società cristiana spetta dunque il compito di realizzare in terra la città celeste, il regno dei giusti, una delle tappe di avvicinamento alla Salvezza.
(tratto da qui)
cinci
cinci - Mito - 35782 Punti
Rispondi Cita Salva
Grazie Fra... Gentilissima!
:hi
Francy1982
Francy1982 - Mito - 119085 Punti
Rispondi Cita Salva
Prego è tutto chiaro? se hai problemi postali!
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

strategeek

strategeek Geek 72 Punti

VIP
Registrati via email