• Filosofia
  • La professoressa mi ha rubato il quaderno

    closed post
IPPLALA
IPPLALA - Mito - 101142 Punti
Rispondi Cita Salva
Quest'anno è venuta una nuova professoressa di filosofia.... La scorsa lezione mi ha letteralmente preso il quadernone di filosofia perchè le serviva per leggere gli appunti...


Però adesso per venerdi devo ripassare tt Platone e non ho gli appunti. Allora vi chiedo: poichè, per quanto riguarda il Vita,Simposio e Repubblica ho già gli appunti, avrei bisogno di una trattazione concisa ma breve sulla teoria delle idee platonica...

Devo integrarli con il libro
Vi ringrazio
silvana.fabio
silvana.fabio - Erectus - 50 Punti
Rispondi Cita Salva
se non hai gli appunti fregatene, tanto ti fregherebbe lo stesso.
Lo sa benissimo che non puoi studiare bene !!!
mitraglietta
mitraglietta - Mito - 62599 Punti
Rispondi Cita Salva
si vabbè xò dai è perfida sta prof! x qnd ti servono?
Francy1982
Francy1982 - Mito - 119085 Punti
Rispondi Cita Salva
ciao ipply provo io aa scriverti qualcosa breve e coinciso:
Platone concretizza l'idea di bene socratico, nel senso Socrate parlava di fare il Bene ma quale bene dove è bene? Platone suo discepolo colloca il bene in un mondo, quello dell'iperuranio detto anche mondo delle idee. Le idee sono la realtà delle cose o meglo sono "la cosa in sé" a differenza di ciò che conosciamo noi empiricamente che altro non è che copia imperfetta dell'idea che è nell'iperuranio (per fart un esempio noi conosciamo l'abete che la copia imperfetta dell'idea di albero che è generica). Nel mondo delle idee ogni idea è posta in maniera piramidale e tutte sono sovrastate e regolate dell'idea di bene (nel Timeo si dirà idea di bene/bellezza), come nel mito della caverna è l'idea di bene che illumina le cose e che fa vedere all'uomo la realtà come essa è.
L'uomo prima di nascere (mito dell'auriga=anima) vede e contempla le idee a seconda delle idee che riesce a vedere tramite la capacità mnemonica, poichè all'atto dell'incarnazione dimentica il mondo delle idee, può diventare: chi ha visto fino all'idea di capello=barbiere, chi ha visto l'idea di bene = re, e da qui nasce l'idea del re filosofo o del filosofo re e l'idea di educazione comune della repubblica ssecondo cui anche da contadini puo nascere un re e viceversa perchè l'attività che uno farà in vita non dipende dalle origini, ma dall'anima che può essere di 3 tipi:
- bronzo
- argento
- oro
Le cose che noi conosciamo sono plasmate, e non create, da un demiurgo che osserva le idee e vi copia le cose sensibili la materia = segno di imperfezione

si creano così in Platone due mondi differenti:
1) sensibile dove la realtà altro non è che copia imperfetta del mondo ideale
2) mondo ideale regolato dall'idea del bene

Il mondo delle idee è facilmente comprensibile dal mito della Caverna:
- Gli uomini sono legati difronte ad un muro dentro una vaverna davanti a loro sul muro veodno la proiezione di ombre che sono ricavate da delle statue poste dietro di loro, platone ipotizza che un uomo, il filosofo appunto, riesca a liberarsi e scopre che quella che pensava realtà altro non è che l'ombra prodotta da delle statue, egli guarda e vede intorno a se la caverna a questo momento però l'uomo comincia il suo cammino conoscitivo decide di uscire dalla caverna ed esce fuori dove tuttio è illuminato dal sole, che rappresenta l'idea di bene, in un primo momento il sole gli darà fastidio e non potrà vedere le cose realmente come soo, ma dovrà accontentarsi di veder ela realtà riflessa dapprima nell'acqua, poi piano piano i suoi occhi si abitueranno potra vedere le cose illuminate dal sole che come il bene regola tutto, tutto fa essere, da vita al tutto.

ti scrivo per ulteriore chiarezzaa il mito dell'auriga:
l'anima dell'uomo per platone è come una biga alata con un cavallo nero = parte concupiscente dell'anima, cavallo bianco = parte dell'anima che vuole stare nel mondo delle idee e un'auriga che regola l'impeti dei due cavalli, l'auriga vola di moto circolare intorno alle idee il cavallo bianco tende a vedere più idee possibili il cavallo nero spinge la biga verso l'incarnazione l'auriga cerca di regolare i due impeti, alla fine il cavallo nero ha la meglio e l'anima si cade e si incarna in un corpo e dimentica ciò che ha visto nel mondo delle idee, tuttavia attraverso lo studio attraverso la filosofia l'uomo può ricordare ciò che ha visto, la vita dell'uomo continua ad essere un combattimento tra le due anime in quanto il cavallo nero che rappresenta le passioni tende a prevalere sulla parte pura, il cavallo bianco compito del saggio è far tacere il cavallo nero. i bruti sono coloro che sono in balia del cavallo nero e quindi delle passioni.
mitraglietta
mitraglietta - Mito - 62599 Punti
Rispondi Cita Salva
ipp volevo aiutarti io ma filosofia mika la faccio; nn volevo scriverti qlks di sbagliato....xke sennò dp la nostra filosofa mi avrebbe pikkiato....:cry
paraskeuazo
paraskeuazo - Genius - 74901 Punti
Rispondi Cita Salva
Ehhe nessuno meglio di Francy potrebbe soddisfare una richiesta del genere :yes
Francy1982
Francy1982 - Mito - 119085 Punti
Rispondi Cita Salva
paraskeuazo : Ehhe nessuno meglio di Francy potrebbe soddisfare una richiesta del genere :yes
graSSie para mi fai commuovere :cry
IPPLALA
IPPLALA - Mito - 101142 Punti
Rispondi Cita Salva
Grazie mille....
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Registrati via email