indovina
indovina - Genius - 5427 Punti
Rispondi Cita Salva
come si potrebbe fare un confronto tra questi filosofi sul concetto della politica?
Francy1982
Francy1982 - Mito - 119085 Punti
Rispondi Cita Salva
ARISTOTELE
L'uomo di Aristotele è un animale politico. ciascuno individuo sopravvive solo nella collettività e non nell'individualità: l'uomo è un essere sociale l'uomo per natura si aggrega : si sposa = famiglia dall'unione di più famiglie = villaggio, d apiù villaggi = polis
"Lo Stato, dunque, come strumento per eccellenza atto ad attuare lo scopo supremo dell'esistenza, e quindi il raggiungimento del bene e della felicità dell'uomo (come in Platone, lo Stato aristotelico sacrifica comunque la libertà di alcuni uomini, come, ad esempio, operai, agricoltori, commercianti e schiavi, in quanto strumento per la realizzazione dei fini di altri uomini: al bene e alla felicità supremi possono infatti pervenire solo i cittadini liberi e illuminati dalla contemplazione intellettiva della verità)"([url=http://209.85.135.104/search?q=cache:3D8RWaupTaAJ:www.forma-mentis.net/Filosofia/Aristotele.html+aristotele+stato&hl=it&ct=clnk&cd=6&gl=it]tratto da qui[/url]).

HOBBES
lo stato per Hoebbes nasce da un accordo, un patto tra uomini, ovvero egli dice che allo stato di natura l'uomo è lupo all'altro uomo, ovvero gli uomini tendono tutti a sopraffare il più debole, a farsi giustizia da soli, per Hobbes quello di natura è uno stato conflittuale luomo no è in grado di vivere allo stato di natura senza una regolamentazione, delle leggi. Per questo lo stato si origina dalla rinuncia di tutti su tutto rinuncia che operano tutti tranne UNO = il Re che ha il dirito di tutto su tutti: si parla di Monarchia Assoluta contrattualistica moderna. Egli parla dello stato come di un enorme animale, il Leviatano,che assorbe in se tutti gli uomini.

LOCKE
HObbes risentiva profodamente del clima di rivolte vissuto in Inghilterra nel suo periodo e per questo deduce che l'uomo deve avere una regolamentazione esterna, Locke è uno dei padri del pensieroliberale, l'uomo devevivere secondo i principi naturali:
diritto alla vita
diritto alla libertà = l'uomo non è suddito (come in Locke), ma cittadino
diritto alla proprietà = la propr privata per lui è un diritto perchè all'inizio vi erano sterminate terre e poche persone chi quindi ha occupato una terra è sua di diritto.
Lo stato di Locke quindi è al servizio del cittadino, è funzionale al cittadino: se in Locke le persone rinunciavao ai loro diritti, qui lo Stato deve garantire all'uomo che conservi i suoi diritti.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Registrati via email