eleo
eleo - Moderatore - 18230 Punti
Rispondi Cita Salva
Ciao a tutti! :hi
Avrei bisogno di aiuto..
per domani devo fare un commento su un passo di un testo di Galileo che si intitola "Dialogo sopra i due massimi sistemi del mondo"
Vi riporto il pezzo che devo commentare:

SALVIATI. [...]Adunque, tuttavolta che in concreto voi [Simplicio] applicate una sfera materiale a un piano materiale, voi applicate una sfera non perfetta a un piano non perfetto; e questi dite che non si toccano in un punto. Ma io vi dico che anco in astratto una sfera immateriale, che non sia sfera perfetta, può toccare un piano immateriale, che non sia piano perfetto, non in un punto ma con parte della sua superficie; talchè sin qui quello che accade in concreto, accade nell'istesso modo in astratto: e sarebbe ben nuova cosa che i computi e le ragioni fatte in numeri astratti, non rispondessero poi alle monete d'oro e d'argento e alle mercanzie in concreto. Ma sapete signor Simplicio, quel che accade? Si come a voler che i calcoli tornino sopra i zuccheri, le sete e le lane, bisogna che il computista faccia le sue tare di casse, invoglie ed altre bagaglie, così, quando il filosofo geometra vuol riconoscere in concreto gli effetti dimostrati in astratto, bisogna che difalchi gli impedimenti della materia; che se ciò saprà fare, io vi assicuro che le cose si riscontreranno non meno aggiustatamente che i computi aritmetici. Gli errori dunque non consistono né nell'astratto né nel concreto, né nella geometria o nella fisica, ma nel calcolatore, che non sa fare i conti giusti. Però, quando voi aveste una sfera ed un piano perfetti, benchè materiali, non abbiate dubbio che si toccherebbero in un punto; e se questo era ed è impossibile ad aversi, molto fuor di proposito fu il dire che sphaera aenea non tangit in puncto. Ma più vi aggiungo, signor Simplicio: concedutovi che non si possa dare in materia una figura sferica perfetta né un piano perfetto, credete voi che si possano dare due corpi materiali di superficie in qualche parte e in qualche modo incurvata, anco quanto si voglia irregolatamente?

Se c'è qualcuno di voi che riesce a capirci qualcosa, potrebbe aiutarmi? Purtroppo non sono riuscita neanche a trovarlo su internet..
Grazie mille :thx
Francy1982
Francy1982 - Mito - 119085 Punti
Rispondi Cita Salva
In questa parte Galieleo Espone il metodo della ricerca facendo l'esempio del piano materiale e della sfera materiale, se io faccio una teoria in astratto per Galielo tale teoria per essere vera deve dimostrata anche in ocncreto, da qui si passa alla presentazione del metodo scientifico e all'approcico scientifico di Galilei, secondo Galileo infatti la scienza parte dall'osservazione dei fatti ed è in base a questa osservazione (astratta) che poi si possono ricavare delle leggi e quando le leggi sono sbagliate la colpa è dell'osservatore, dello scienziato: "Gli errori dunque non consistono né nell'astratto né nel concreto, né nella geometria o nella fisica, ma nel calcolatore, che non sa fare i conti giusti. Però, quando voi aveste una sfera ed un piano perfetti, benchè materiali, non abbiate dubbio che si toccherebbero in un punto; e se questo era ed è impossibile ad aversi, molto fuor di proposito fu il dire che sphaera aenea non tangit in puncto".
Non a caso Galilei con il cannocchiale e l'uso di esso enfatizza l'iportanza dell'osservazione scientifica come metodo di indagine non a caso dirà ceh la natura è come un libro rivelato, ocmpito dell'uomo è svelarne le leggi
poi per concludere il commento di incollo la fine di un appunto che è presente nel nostro sito a questo link: http://www.skuola.net/filosofia-moderna/galileo-galilei-4x-2.html ti incollo la parte che ti interessa:
L'importanza dell'esperienza già individuata dagli autori precedenti assume però un carattere nuovo all'interno dell'indagine scientifica galileiana che si differenzia dalla tradizione aristotelica.
Quando parla di esperienza, Galilei, non si riferisce alla semplice esperienza di ogni giorno, ma all'osservazione condotta attraverso i sensi. I sensi però possono essere potenziati da strumenti umani per esempio il cannocchiale, con il cannocchiale infatti Galilei rese enormemente più grandi le prospettive degli scienziati e dei confini del mondo indagabile con la scienza, confini che comprendono anche il mondo celeste, l'unificazione tra mondo terrestre e mondo celeste è dunque ora possibile in quanto, grazie al cannocchiale, il mondo dell'esperienza comprende adesso anche il cielo.
La ridefinizione dell'esperienza da parte di Galileo e l'ampliamento del suo contenuto, cio' del campo di oggetti da essa esperibile, non gli impedì però di avere la consapevolezza che i sensi possono sbagliarsi e che i dati dell'osservazione possono essere soggetti a diversi interpretazioni per saggiare la validità delle quali non c'è altro modo che sottoporli all'esame della ragione.
Il mezzo privilegiato con cui lo scienziato filtra i dati dell'osservazione superando l'indeterminatezza e la soggettività della percezione sensibile è la matematizzazione dell'esperienza. Ciò avviene in modi diversi: in primo luogo si prendono in considerazione le qualità geometriche, poi si individuano i principali aspetti osservabili del fenomeno e se ne fa effettivo oggetto di osservazione quindi si cerca di misurarli, cio' di trasformare in quantità e numeri ben precisi. Questo metodo riporta sul piano del procedere la distinzione ontologica tra qualità primarie (figura, grandezza, numero etc.) e qualità secondarie o sensibili (colori, odori, sapori). Dalla dottrina di Galileo emerse quindi la moderna nozione di "fatto scientifico" secondo cui la scienza mira a proporre una coerente spiegazione del fenomeno al fine di individuare una "legge" secondo la quale si producono e si svolgono i fenomeni in modo che sia possibile la previsione di come essi si svolgeranno in natura . Ciò che interessa a Galileo però non è come per gli aristotelici la ricerca della causa prima di un fenomeno ma semplicemente come il fenomeno si produce: la sua legge di svolgimento.
eleo
eleo - Moderatore - 18230 Punti
Rispondi Cita Salva
Grazie mille! Non so davvero come avrei fatto senza di te!:satisfied
Francy1982
Francy1982 - Mito - 119085 Punti
Rispondi Cita Salva
alla prossima eleo :lol
pukketta
pukketta - Mito - 72506 Punti
Rispondi Cita Salva
chiudo
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Registrati via email