• Filosofia
  • Domande di storia(prima guerra mondiale)help me please

blakman
blakman - VIP - 9176 Punti
Rispondi Cita Salva
1-Quanto entra in guerra l'italia?
2-Quali sono le ragioni per cui entra in guerra
3-Riassumi brevemente le imprese militari italiani
4-Alla fine del primo conflitto mondiale nascono nuovi stati.Elencali.
5-Alla fine del primo conflitto mondiale alcuni stati si ingrandiscono.Spiega.
6-Quali imperi scomparirono?

Vi prego aiutatemi x favore....
500lele
500lele - Genius - 3190 Punti
Rispondi Cita Salva
http://it.wikipedia.org/wiki/Prima_guerra_mondiale

se vai qui trovi molte informazioni utili x le risposte ke cerchi!:hi;)
Francy1982
Francy1982 - Mito - 119085 Punti
Rispondi Cita Salva
1-Quanto entra in guerra l'italia? 1915 fino al 1918
2-Quali sono le ragioni per cui entra in guerra? per riprendersi i territori italiani in mano alla giurisdizione Austriaca
3-Riassumi brevemente le imprese militari italiani: ti incollo il riassunto tratto d aWIKIPEDIA: All'inizio della guerra (1914) l'Italia era alleata degli Imperi Centrali nella Triplice Alleanza, ma, dato che l'alleanza aveva carattere difensivo (e la guerra era stata dichiarata dall'Austria) e non era stata preventivamente consultata sulla dichiarazione di guerra, il governo italiano fece presente di non sentirsi vincolato dall'alleanza e che, pertanto, sarebbe rimasto neutrale. Successivamente le pressioni diplomatiche di Gran Bretagna e Francia la spinsero a firmare il 26 aprile 1915 un patto segreto all'insaputa dell'alleato austriaco, detto Patto di Londra, nel quale l'Italia si impegnava ad entrare in guerra entro un mese in cambio di alcune conquiste territoriali che avrebbe ottenuto dopo la guerra: il Trentino, il Tirolo, Trieste, Gorizia, l'Istria (a eccezione della città di Fiume), parte della Dalmazia, il protettorato sull'Albania, su alcune isole del dodecaneso e alcuni territori dell'Impero Turco, nonché un'espansione delle colonie africane, a scapito della Germania (l'Italia in Africa possedeva già Libia, Somalia italiana ed Eritrea). Il capo del governo italiano Antonio Salandra e il ministro degli Esteri Sidney Sonnino dovettero firmare segretamente il patto a causa della prevalenza neutralista del Parlamento, che impediva la ratifica dell'entrata in guerra italiana. L'Italia in base al trattato avrebbe dovuto intervenire nel conflitto entro un mese dalla firma. Nel corso del mese la situazione interna italiana vide un contrasto sulle piazze fra interventisti e neutralisti: mentre i primi volevano l'intervento, i secondi ritenevano che una politica di neutralità sarebbe stata più vantaggiosa per gli interessi dello stato. Il giorno 4 maggio l'Italia denunciò la sua uscita dalla Triplice alleanza ed il giorno 12 maggio il governo Salandra diede le dimissioni. Sotto la pressione della piazza il parlamento (a maggioranza neutralista)[1] il giorno 20 maggio diede i pieni poteri al presidente del Consiglio Salandra con 407 voti favorevoli e 74 contrari. Il 24 maggio 1915, l'Italia dichiarò guerra all'Impero Austro-Ungarico.
Dapprima la guerra contro l'Austria era stata progettata come una "guerra lampo" (o guerra di movimento), ma che poi si trasformò in una rovinosa guerra di posizione, di trincea o di logoramento con artiglieria pesante, mitragliatrici, carri armati, gas velenosi e altre armi messe a punto nell'800.
La guerra si concluse l'11 novembre 1918, quando la Germania firmò l'armistizio con le forze dell'Intesa. Il numero di morti è stato calcolato in oltre quindici milioni. Tanti quanti sarebbero stati i morti per le carestie e le malattie dovute alla guerra, specie in Germania. La guerra fu nello stesso tempo l'ultimo conflitto del passato (guerra di trincea e lenta), ma anche il primo grande conflitto in cui si usarono appieno tutti i mezzi moderni, come aeroplani, mezzi corazzati, sommergibili e le armi chimiche, tra cui il gas iprite, che prende il nome dalla città di Ypres (Belgio), dove fu utilizzato per la prima volta per iniziativa dei tedeschi.
4-Alla fine del primo conflitto mondiale nascono nuovi stati.Elencali. Austria; Ungheria; la Boemia, la Moravia e la Slovacchia formarono la Cecoslovacchia; la Galizia venne data alla Polonia e l'attuale Trentino-Alto Adige, con Trieste e la Venezia Giulia, all'Italia. Bosnia e Erzegovina, Croazia, Slovenia, e Vojvodina si unirona alla Serbia e Montenegro per formare il Regno di Serbi Croati e Sloveni, in seguito Regno di Jugoslavia. La Transilvania fu accorpata alla Romania
5-Alla fine del primo conflitto mondiale alcuni stati si ingrandiscono.Spiega: lo vedi sopra per gli accorpamenti
6-Quali imperi scomparirono: lo vedi sopra quelli si accorpano spariscono
Ruttox
Ruttox - Erectus - 50 Punti
Rispondi Cita Salva
Raga mi serve un aiuto x la tesina di esame x le medie:
l argomento ke porto è la prima guerra mondiale e il mio sckema è cosi:
introduzione:belle epoque
arte:futurismo
storia:svoglimento guerra
poesia:le poesie di ungaretti e la nascita dell ermetismo
geografia:gli stati uniti(ne inizio a parlare quando entrano in guerra)
tecnologia:Il petrolio e il suo utilizzo in america
PLS AIUTATEMI!!!!basta anke ke mi date qualke link dove sn riportate queste informazioni o mi scrivete tutto direttamente!!mi basterebbe sl un pezzo della tesina...GRAZIE MILLE IN ANTICIPO!!
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 281 Punti

Comm. Leader
Ithaca

Ithaca Blogger 9254 Punti

VIP
Registrati via email