Home Invia e guadagna
Registrati
 

Password dimenticata?

Registrati ora.

gigi123
gigi123 - Ominide - 5 Punti Segnala un abuso
Rispondi Cita Salva in preferiti
Mi serve il nazismo e la seconda guerra mondiale per la tesina..qualche sito per copia e incolla ;)
marty1998ciao
marty1998ciao - Genius - 4765 Punti Segnala un abuso
Rispondi Cita Salva in preferiti
nazismo:
Alla fine della Grande guerra,l'Impero tedesco diviene una repubblica (detta Weimar dal nome della città sede dell'Assemblea legislativa),dotata di una Costituzione moderna e democratica. Il governo provvisorio socialdemocratico è però contestato dai conservatori,dai nazionalisti,dai militari e dagli industriali,che temono una rivoluzione di tipo sovietico. Questi gruppi accolgono con grande favore il Partito nazionalsocialista,fondato nel 1925 da Adolf Hitler,che promette di affrontare e risolvere le gravissime difficoltà della germania:povertà,disoccupazione,inflazio… di pagare i debiti di guerra alla Francia. Il progetto,chiaramente enunciato da Hitler nel libro Mein Kampf,è fondato su nazionalismo,razzismo,anticomunismo. Egli vuole ricreare una <<Grande Germania>> conquistando spazio a Est;eliminare dal Paese le <<razze impure>> (ebrei,zingari,neri); allontanare il <<pericolo rosso>> costituito dai comunisti. Grazie a questo programma,il Partito nazista ottiene alle elezioni delò 1932 un clamoroso successp,che procura a Hitler la nomina di cancelliere. Da quel momento, il Fuhrer costruisce la sua dittatura con un'abile propaganda che insiste sull'annientamento dei nemici storici della germania,sulla necessità di cancellare l'umiliazione dei trattati di pace,sugli ampliamenti territoriali,sul riarmo. Contemporaneamente,egli organizza una sistematica persecuzione degli ebrei che culmina nella <<Notte dei cristalli>> (8-9 Novembre 1938). La politica economica di Hitler dà grande impulso all'industria pesante,in particolare bellica,e al tempo stesso cura lo sviluppo di un'agricoltura di tipo moderno. Nel 1939,l'obiettivo della piena occupazione è raggiunto,anche se i sindacati sono aboliti e i lavoratori vengono sottoposti a una disciplina quasi militare.
oppure:
Il nazismo è un 'ideologia sostanzialmente razzista che si fonda sulla degenerazione del nazionalismo e del socialismo. Esso con Adolf Hitler, dal 1933 al 1945, ha costituito in Germania il fondamento di uno Stato totalitario.
Sta a dire che istituzioni, società, forme economiche e sindacali, ogni realtà sociale, tutto questo si sintetizzava, perdendo ogni connotazione propria, all'interno di un' organizzazione politica ed amministrativa, sicuramente poliziesca, gestita dalla Gestapo ed ispirata al principio del fuhrer.
Non vi era libertà di esercizio etico soggettivo, per cui tutti erano "quanto" e mai "quali", tutto si riconduceva a numero, ad una parte che esisteva soltanto nell'idistinzione totalizzante dello Stato. Coloro che non si sentivano parte integrante di un intero tirannico, perchè moralmente liberi, come gli Ebrei ad esempio, venivano perseguitati ed annientati, come anche tutti coloro che non erano ritenuti perfetti ed integrabili nella superiore totalità ariana: storpi, zingari, omosessuali, comunisti, massoni
oppure:
L'ascesa al potere di Hitler
Allora,dopo la fine del primo dopoguerra,tutta l'Europa fu colpita da una forte crisi economica. Si diffuse la disoccupazione,allora la popolazione perse fiducia nelle capacità dei regimi democratici e liberali di risolvere i gravi problemi economici e sociali.All'inizio,il parito nazionalsocialista di Hitler ebbe poco successo. Il leader aveva inizialmente provato a fare delle insurrezioni,ma,dato che dopo fu arrestato e sottoposto a una breve detenzione,preferì una campagna propagandistica,guidata da Joseph Goebbels. Dopo la crisi de 1929,Hitler raccolse adesioni sopattutto tra la borghesia che temeva le agitazioni sociali dei comunisti e che accusava i governi socialdemocratici di non saper risolvere la crisi. Anche molti disoccupati ed ex combattenti lo appoggiarono,perchè credettero alle sue promesse di creare un Germania forte e rispettata dalle altre nazioni. Altri sostenitori furono i militari,le forze conservatrici e gli industriali. Il partito nazionalsocialista ottenne 107 seggi nelle elezioni 1930 e 230 nel 1932 diventando il partito più forte del parlamento tedesco (il Reichstag). Nel 1933 Hitler fu nominato cancelliere,ovvero primo ministro. Successivamente,Hitler fece indire nuove elezioni che si svolsero senza garanzie democratiche,ovvero senza libertà di stampa. Quando il 40% del Reichstag era composto da membri del partitonazional socialista,hitler si fece conferire poteri dittatoriali:ebbe inizio quello che hitler chiamo Terzo Reich.
L'ideologia nazista
Le idee di Hitler si ricollegavano al nazionalismo e al militarismo. Egli era convinto della superiorità della razza ariana,cioè dei popoli di stirpe germanica. Infatti,Hitler accusò gli ebrei di essere la causa della sconfitta della germania durante la prima guerra mondiale.Quest'ideologia fu sopranniminata razzismo antiebraico o antisemitismo. Nell'ideologia Hitleriana,i Tedeschi sarebbero diventati il popolo dominatore,affidandosi a un uomo forte. Tutti i popoli di stirpe germanica si sarebbero dovuti riunire sotto la sua guida in un granda reich che avrebbe schiacciato tutti i popoli inferiori.Una delle ideologie che Hitler voleva assolutamente distruggere era un comunismo sovietico,oltre a risolvere il problema ebraico con una Soluzione Finale.
gigi123
gigi123 - Ominide - 5 Punti Segnala un abuso
Rispondi Cita Salva in preferiti
grazie mille :) ma ho già fatto da solo...
laurina99
laurina99 - Ominide - 1 Punti Segnala un abuso
Rispondi Cita Salva in preferiti
tesina di una pagina e mezzo sul nazismo?
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
Classifica Mensile
Vincitori di settembre
Vincitori di settembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Registrati via email