*Blossom*
*Blossom* - Ominide - 26 Punti
Salva
Esercizi finali del libro " Per questo mi chiamo Giovanni" Help me!
sweetdia
sweetdia - Genius - 2502 Punti
Salva
ma è un indovinello?

Aggiunto 1 minuti più tardi:

:box ke tonta è un libro ecco la trama : Giovanni è un bambino palermitano di 9 anni. Per il suo decimo compleanno il padre decide di trascorrere una giornata insieme a lui, portandolo in giro per Palermo e parlandogli di Palermo e della mafia. Egli la paragona a ciò che succede nella sua scuola, dove è presente un bullo che sfrutta i più deboli per ottenere cio che vuole . Durante la gita, il papà gli racconta la storia di Giovanni Falcone, dal maxiprocesso alla sua morte, avvenuta per mano della mafia. Quando arrivano a Capaci, dove avvenne il tragico fatto, i due si recano davanti alla casa di Falcone, dove ora si trova l'Albero Falcone, sui cui rami i bambini appendono i loro pensieri per Giovanni. Al termine della gita il papà confessa che anche lui un tempo aveva pagato il pizzo alla mafia e che,quando si rifiutò di pagare ancora, il suo negozio venne raso al suolo , ma con esso anche un pezzo di mafia. Giovanni, al termine di questa giornata densa di emozioni, decide di portare dei fiori alla signora Maria, sorella di Giovanni.

Aggiunto 1 minuti più tardi:

Giovanni è un ragazzo che sta per compiere 10 anni e per il giorno del suo compleanno il padre Luigi gli regala una giornata di vacanza molto particolare: gli vuole spiegare perché si chiama Giovanni.
La storia incomincia raccontando un fatto che succede a scuola di cui Giovanni ne è testimone; Simone cade giù dalle scale della scuola, spinto da Toni, e si frattura un braccio. Entrambi sono compagni di classe.
La mattina successiva Giovanni si alza presto, fa colazione e subito dopo parte con il padre Luigi per andare alla spiaggia di Mondello, famosa località turistica di Palermo.
Durante il tragitto il padre si sofferma in alcuni punti della città e fa strani discorsi che Giovanni non capisce come: “qui è nato un mio amico che faceva il magistrato” o “questa è la casa dove viveva” o “il suo impegno per la giustizia era più forte di qualunque altra cosa”.
Arrivati alla spiaggia subito un bagno ristoratore e dopo essersi stancati per aver giocato nell’acqua, il padre gli racconta il perché si chiama Giovanni.
Il suo nome deriva da un grande uomo che ha combattuto la Mafia, Giovanni Falcone.
Giovanni Falcone era un magistrato che, con tutta la forza che aveva in corpo, aveva combattuto la Mafia e che, grazie a lui, si è potuto dimostrare che tale fenomeno di potere esiste veramente e che non è frutto di leggende popolari.
Giovanni si appassiona molto alla storia del padre Luigi e lo sprona a raccontargli altri fatti e vicende della vita di Falcone.
La storia si fa sempre più interessante, gli racconta i metodi che usa la Mafia per arruolare nuove forze, del giuramento che fanno gli uomini d’onore e di come si può paragonare la Mafia ad un carciofo ovvero le foglie esterne sono le persone che contano poco e al centro, il cuore, il capobanda.
Il padre ogni tanto fa riferimenti anche al compagno di scuola Toni e di quello che era successo.
Nel pomeriggio si trasferiscono lungo l’autostrada nei pressi di Capaci, luogo isolato dove si può osservare uno spettacolo della natura: avvolto tra le verdi valle in lontananza lo splendido mare azzurro siciliano.
Qui gli racconta la triste fine che la Mafia aveva riservato a Giovanni Falcone e a sua moglie.
500 chili di tritolo nascosti sotto un tunnel che attraversa l’autostrada, pronti a scoppiare tramite un comando a distanza attivato da un uomo posto sulla vicina collina.
Il padre gli racconta anche un altra storia che gli era capitata proprio a lui, in quanto titolare di 4 negozi di giocattoli a Palermo, la Mafia per garantirgli la “protezione” chiedeva il pizzo (soldi).
La reazione del padre fu quella di rivolgersi alla giustizia denunciando il fatto e facendo arrestare i due mafiosi.
E la Mafia cosa fà? Gli brucia il negozio più grande che aveva.
Ad assistere alla scena era presente la moglie di Luigi che era in dolce attesa e, per lo spavento, gli sono venute le doglie. Per questo motivo ed in onore di Giovanni Falcone lui si chiama cosi.
Il libro finisce con la visita di Giovanni alla sorella di Falcone e in questo momento prende la decisione di denunciare Toni diventando amico di Simone.

Aggiunto 3 minuti più tardi:

se no prova a vedere su questo sito ci son tutti i capitoli e tutto quello che ti serve http://www.skuola.net/libri/chiamo-giovanni-luigi-garlando.html spero di esserti stata utile

Questa risposta è stata cambiata da diasmail (11-09-11 16:22, 5 anni 2 mesi 29 giorni )
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

gio_1984

gio_1984 Tutor 24786 Punti

VIP
Registrati via email