Daniele
Daniele - Blogger - 27608 Punti
Rispondi Cita Salva
Tempi duri per i bulli, finalmente regole più severe per coloro che vivono la scuola come un luogo di violenza, sopraffazione e divertimento sopra le righe.

Approvate dal governo nuove pene prevedono fino anche alla bocciatura! Chi infatti verrà pescato in atteggiamenti lesivi della dignità dei compagni e degli insegnanti potrà essere sottoposto a sospensioni superiori ai quindici soli giorni attuali. Per chi li supera, sono previste anche delle sedute di sostegno psicologico.
Invece per i recidivi e per i casi gravi scatteranno pene più severe quali l'allontanamento dall'istituto, lavori socialmente utili o peggio l'esclusione dallo scrutinio, ovvero la bocciatura.

Che pensate di questo provvedimento? Può servire a risolvere il problema? Dite la vostra e raccontate le vostre storie di bullismo...
mitraglietta
mitraglietta - Mito - 62599 Punti
Rispondi Cita Salva
secondo me è giusto qst provvedimento xke nn si può andare avanti così....anzi secondo me nn dovrebbero essere bocciati ma mandati in carcere e subire dai carcerati ttt qll ke i bulli han fatto alle persone + deboli......:weapon:box
ilovetheoc91
ilovetheoc91 - Sapiens Sapiens - 1790 Punti
Rispondi Cita Salva
Sicuramente sono d'accordo con questo provvedimento!!!! xke solo cosi questi cosiddetti "bulli" impareranno a essere più civili xke se tutto si lascia scorrere senza dare punizioni o appunto prendere provvedimenti ognuno fa come gli pare trasformando la società in un ammasso di incivili! almeno cosi spero ke la finiranno....xke se hai un problema e picchi qualcuno non lo risolvi di certo, anzi ti vai a mettere ancora di più nei casini, quindi i ragazzi ke si comportano cosi hanno DI SICURO PROBLEMI GRAVI!!! e poi sono anke d'accordo con mitraglietta! visto ke si divertono cosi tanto a menare vorrei vedere loro ke subiscono x una volta!
mitraglietta
mitraglietta - Mito - 62599 Punti
Rispondi Cita Salva
è cm x quei 2 ragazzi in motorino ke han falciato il bimbo di 3 anni a bormio i compa di classe di loro han detto ke nn han fatto niente di male! ma cosa? x me sn fumati ttt li dentro dovrebbero finire in carcere e intanto prepararsi già la bara xke cn i carcerati nn si ha scampo.....x loro puoi fare ttt le cose rubare o balle varie ma se si toccano bambini o donne....loro i carcerati ti fan purgare ttt e ti fan passare la voglia di farlo ankora.........e ribadisco ankora na volta :weapon:box
italianjob
italianjob - Genius - 5451 Punti
Rispondi Cita Salva
giustissimo questo provvedimento,ma io penso che un conto e' dirlo un conto e' farlo,questo provvedimento non verra' mai rispettato,perche' se un prof. vede i bulli, gli dice di smetterla e basta,o almeno a me da quando vado a scuola non mi e' mai successo vedere un prof portare 1 alunno dal preside per questo motivo,eppure piu' di una volta i bulli della mia classe sono stati beccati mentre infastidivano altri miei compagni
sciuz92
sciuz92 - Genius - 48927 Punti
Rispondi Cita Salva
ma basta solamente essere + severi... in classe mia non ci sono mai stati questi episodi...solamente all inizio della prima verso un ragazzo ma non c'era violenza( al max gli hanno messo una lattina in testa e con le cerbottane bisognava beccarla ma violenza mai fatta) in altre classi si e verificato tra un marocchino e un albanese (:weapon:weapon) che si erano pestati a vicenda...per il resto non ce stato nientaltro
vero_111
vero_111 - Genius - 4330 Punti
Rispondi Cita Salva
Penso ke questo provvedimento sia giustissimo, anke se nella mia classe nn ci sono mai stati episodi di questo genere!
freddytvb
freddytvb - Genius - 10322 Punti
Rispondi Cita Salva
Sono d'accordo... secondo me x i bulli sono molto utili le sedute di sostegno psicologico...
Reika
Reika - Sapiens - 310 Punti
Rispondi Cita Salva
quoto tutte le cose dette. Neanche in classe mia ci sono mai stati episodi dibullismo,ma nella mia scuola l'anno scorso cen'è stato qualcuno. Delle ragazze di prima che freguentavano proprio il mio liceo se la prendevano con un ragazzo disabile sull'autobus,facendoli fare cose stupide e a cui tutti ridevano oppure gli mettevano fuori dal finestrino il suo pupazzo preferito facendoli credere che l'avrebbero buttao di sotto e lui piangeva...insomma cose del genere...l'abbiamo fatto presente ai prof ma non so cosa gli hanno fatto,credo che ci abbiano solo parlato...:no
cocoriti
cocoriti - Erectus - 50 Punti
Rispondi Cita Salva
Sono d'accordo sulle nuove sanzioni che vengono applicate sul bullismo nella scuola,ma ricordiamoci che esiste anche all'infuori della stessa scuola.Nella mia classe non sono avvenuti episodi di bullismo ma ci sono alcuni compagni che disturbano durante le lezioni.Neanche nella scuola non si sono verificati episodi di bullismo.
mitraglietta
mitraglietta - Mito - 62599 Punti
Rispondi Cita Salva
Reika : quoto tutte le cose dette. Neanche in classe mia ci sono mai stati episodi dibullismo,ma nella mia scuola l'anno scorso cen'è stato qualcuno. Delle ragazze di prima che freguentavano proprio il mio liceo se la prendevano con un ragazzo disabile sull'autobus,facendoli fare cose stupide e a cui tutti ridevano oppure gli mettevano fuori dal finestrino il suo pupazzo preferito facendoli credere che l'avrebbero buttao di sotto e lui piangeva...insomma cose del genere...l'abbiamo fatto presente ai prof ma non so cosa gli hanno fatto,credo che ci abbiano solo parlato...:no

ke s*****i gente ke si comporta così cn i + deboli li ucciderei.....i bulli sn ttt parassiti della società e vanno eliminati ttt.......xke x colpa loro la scuola italiana sta per arrivare negli abissi + profondi dello skifo! :weapon:box

ps: scusate i toni un poketto sgarbati ma qnd sento ste cose nn ce vedo + e mi irrito di rabbia!
Qualer
Qualer - Mito - 65039 Punti
Rispondi Cita Salva
sinceramente - e io ho avuto la visione da sottomesso - credo che anche se fanno la pena di morte per i bulli, non cambierà nulla. Perchè? perchè sono sempre gli insegnanti a non fare nulla. E per nulla intendo essere omertosi.

Devo dire che da quando sono al Liceo (e ora sono passati quasi 2 anni), ho cambiato completamente ambiente e "mentalità". Chiariamoci: io abito in una zona alta di Napoli, non nei quartieri cosiddetti "malfamati" (voglio evitare pensieri e commenti stupidi su Napoli, città che amo). E vi assicuro che dove vi trovate vi trovate, i bulli e gli stupidi ci sono in egual maniera. E questo l' ho sperimentato anche a Milano, con i racconti di mia cugina.

Fatta questa premessa, vi racconto in breve cosa accadde alle medie (farvi un riassunto di 3 anni di inferno è troppo, ma vi spiego in breve per far capire quanto inutili siano i provvedimenti).


Sin dalla prima media, sono stato detestato dai miei compagni e in primis dai loro genitori: ero il migliore della classe, ero lodato dai professori ed ero molto in risalto. In compenso, però, ero molto timido e con poca autodifesa.

Visto che in classe c'erano alcuni compagni delle elementari, mi unii a loro, anche se sapevo bene che erano "poco di buono", non perchè avevano famiglie disastrate o disturbi comportamentali... erano solamente idioti. Con loro mi unii a giochi stupidi fra i quali sfotticchiare compagni o fare gli imbecilli con i materiali di scuola.... devo dire che non sono mai piaciuto perchè mi sono sempre rifiutato e non ho mai collaborato nel fare azioni ai danni di qualcuno, come entrare in condominii la sera per fare cretinate, oppure andare a scuola per rompere i materiali scolastici. (e infatti i sabato sera li passavo a casa)

Fatto sta che durante tutti i 3 anni di terza media sono stato torturato psicologicamente (mai fisicamente, come accadde ad un altro compagno) da tutta la classe... ed i professori omertosi che nulla dicevano e nulla sapevano...


Fatto sta che fra interrogatori (ogni giorno venivo letterlamente processato), soprusi, materiali rotti, giacconi stracciati, aghi sotto la sedia e chi più ne ha più ne metta, i professori non spevano nulla. Anzi, i miei amici si sono dimostrati i peggiori nemici.

Ed i genitori a pressare, pressare, pressare (i figli ed i prof.) affinchè io venissi letteralmente eliminato o escluso da tutto ciò che riguardava la classe...

Si... proprio i genitori.

Infatti quello che credo io è che i primi a dover fare una visita psicologica sono i genitori dei bulli, non il bullo in sè...


Quindi fatto sta, dopo 3 anni di inferno (e ne ho passate di tutti i colori... ma ringrazio Dio che la violenza fisica non l'ho mai subita), ci fu il dibattito finale fra genitori, preside ed io (appoggiato solo dai miei genitori)... E sono stato durante tutta la terza media solo... proprio solo. Poichè nelle altre classi si era sparsa la voce di ciò che accadeva in classe mia... e quindi per evitare problemi, si evita la causa. In classe mia, il mio nome quasi era tabù... quindi son sempre stato solo, fino all' anno scorso...

La testimonianza finale fu data da una professoressa... "non è mai accaduto nulla. è un ragazzo molto timido. probabilmente ha inventato tutto per difendersi da qualche realtà".

Finale? Tutti promossi con almeno "distinto".

...Nel mio caso, si dice "Cornuto e mazziato".

Vi ho voluto raccontare una storia, la mia, per testimoniarvi che non bisogna avere dei requisiti per fare il carnefice o la carne...
Certo, le cattiverie sui disabili o su chi proprio non si può difendere, sono le cose fra le più infime, basse, idiote e crudeli che si possano fare da ragazzi.


Adesso, ormai è passato tutto e finalmente sto con un professore che adoro, una classe che adoro e in una scuola che mi piace. Sinceramente mi fa piacere parlarne poichè so che molti altri hanno vissuto situazioni molto più tragiche della mia, con violenze fisiche (non che quella psicologica sia da meno... anzi, reputo che spesso la botta seppur pesante ti passa, ma il ricordo è per sempre ed è molto peggio...) o altro di molto grave, che di solito leggo sui giornali... ma ciò che è detto sui giornali è una verità parziale, poichè non verranno mai raccontati tutti gli episodi che accadono ogni giorno nelle scuole... sono quelli che piacciono al pubblico perchè sono "casi limite".




Morale della favola, come sempre sono gli insegnanti soprattutto delle medie e dei primi anni di liceo ad essere non idonei a gestire una situazione simile.
Quindi, bisognerebbe fare un programma di meritocrazia, delle punizioni per gli insenganti, un
controllo periodico dei registri di classe e della situazione della classe...
Ma con un programma di meritocrazia, mezza italia dei professori sarebbe disoccupata... mi pare il sondaggio fatto sui dipendenti statali: il 50% è composto da nullafacanti e l' altro 50% fa il lavoro anche dell' altra metà. (quando può).


Tanto parlano di educazione civica... avrò speso più di 150€ dalle elementari per i lbri di educazione civica... (tra l'altro mai aperti)

Ma a che mi serve imparare tutti gli stati d'america o quante sedie ci sono in parlamento, se poi ogni giorno ci sono soprusi e cattiverie (non sempre punite, poi)?
freddytvb
freddytvb - Genius - 10322 Punti
Rispondi Cita Salva
Effettivamente questo provvedimento in sè x sè non risolve molto... Infatti, nel caso di Qualer, gli stessi professori che avrebbero dovuto prendere dei provvedimenti hanno fatto finta di niente... questo credo che succeda in una buona parte delle scuole ma non dappertutto: durante i tre anni di scola media i miei prof. sono sempre stati disponibili ad ascoltarci e ad aiutarci e hanno organizzato anche degli incontri con due psicologhe. Fortunatamente nella mia classe non sono mai accaduti episodi di questo tipo e devo dire che eravamo tutti abbastanza uniti, difficilmente isolavamo qualcuno.
Nell'altra sezione invece si sono verificati episodi di pseudo-bullismo (i "bulli" erano solo due), non fisico, ma questo interessava solo una persona peraltro timida. Alcune sue compagne hanno denunciato ciò alla prof., la quale avendo già notato qualcosa di strano in questa persona l'ha chiamata alla fine della lezione e le ha parlato. La ragazza le ha confessato tutto e il giorno dopo la prof. ha attuato una discussione nella classe discutendo con i colpevoli ed informando i genitori... questi le hanno chiesto scusa e non lo hanno + fatto (perlomeno alla persona interessata) ma secondo me continuano a farlo con persone al di fuori della scuola ed è x questo che andrebbero presi provvedimenti (incontri con lo psicologo, la vori socialmente utili, ecc..) anche se ritengo inutili o quantomeno lavativi l'allontanamento dalla scuola e la bocciatura...
kli
kli - Genius - 21785 Punti
Rispondi Cita Salva
Anche per me gli anni delle medie sono stati i peggiori: visto che ero timida, venivo presa in giro da molta gente...
Ma una volta sono "scoppiata", non ero solo io a essere presa in giro, ma anche una mia amica, dato che eravamo bersagli facili, timide, chiuse...
Delle ragazze della mia classe hanno cominciato a sfottere la mia amica, io non sapevo che fare, cosa dire per farle smettere. Sono scoppiata a piangere (e so di aver sbagliato).
Da quella volta non è più successo un episodio di quel genere, perchè poi i prof hanno preso provvedimenti. Noi avevamo una prof davvero severa e ha fatto un discorso in classe cha ha fatto prednere paura a queste ragazze che nn si sono più comportate così per fortuna.

Anche io credo, però che "parlare" o mettere note non serva a nulla, ci vogliono proivvedimenti più severi, perchè è pure sempre violenza quella che si subisce.
Qualer
Qualer - Mito - 65039 Punti
Rispondi Cita Salva
kli :Sono scoppiata a piangere (e so di aver sbagliato).

purtroppo hai ragione...

questo mi fa pensare quanto siano cattive e crudeli le persone di questi anni brutti....

Piangere, per un ragazzo\a vuol dire mostrare il raggiungimento della soglia massima di dolore...

eppure, invece di ingentilire gli animi, li soddisfa, di una soddisfazione perversa... soddisfazione che dice "alla fine ce l'ho fatta. ho colpito nel segno".

è più grave per un ragazzo, ma per una ragazza, credo, non sia da meno.
fatto sta che anche a me una volta capitò di piangere... un giorno di terza media, dove venne la preside in classe per capire che stava succedendo e invece di avere giustizia, fui processato in una maniera crudele... talmente crudele che la mia voce non veniva ascoltata, come se non fossi nulla...

La sensazione del proprio animo annullato, della propria persona chiamata ripetutamente "inutile" "idiota" e simili, mi ha portato in lacrime. Tre anni di inferno.


Fatto sta che appena dopo i 10 minuti di sfogo (non ce la facevo più... era una ira repressa che covavo da troppo e continuavo a reprimere oltre il mio massimo, poichè mai sono stato violento e mai nemmeno li ho attaccati. Ora ho capito che bisogna difendersi preventivamente), fui preso in giro a morte... anche la preside, mi prese per ragazzo problematico e mi parlò come se avessi avuto 5 anni, con la grande soddisfazione di quei bastardi.

Guardate, la violenza psicologica è orribile. Se siete persone reattive, fa poco (a lungo andare si va a "mazzate";). Se siete timidi, non violenti, vi provoca un dolore che difficilmente è descrivibile con parole.

Pagine: 123

Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

andrea1085

andrea1085 Blogger 377 Punti

VIP
Registrati via email